La VL non muore mai: rimonta una Sidigas irriconoscibile e torna a vincere

La VL non muore mai: rimonta una Sidigas irriconoscibile e torna a vincere

Rimonta completata per la truppa di Boniciolli, che torna alla vittoria dopo essere stata sotto di 20 punti nel primo tempo contro una Scandone poco lucida.

di Davide Scioscia

Torna al successo la VL Pesaro e lo fa battendo in rimonta la Scandone Avellino per 91-89, al termine di una partita incredibile. Dopo il primo quarto dominato dagli ospiti (già +20 esterno al 10′), la squadra di casa ha cominciato a macinare punti e, spinta dalla ritrovata fiducia, è riuscita a completare una clamorosa rimonta sul finire del match, trascinata dai punti di Blackmon (24) e Lyons (17) e la sostanza sotto le plance di Mockevicius (14+16 rimbalzi). Per quanto riguarda la Sidigas, è inspiegabile l’inversione di tendenza presentata nel resto della gara oltre il 10′, con i ragazzi di coach Vucinic che hanno man mano perso lucidità, concedendo in totale ben 83 punti in tre quarti, nonostante i rientri eccellenti di Filloy e Nichols. L’ala ex Cska ha avuto un buon impatto con 17 punti, mentre per il resto è da salvare la sola prestazione di un sempre positivo Harper (19), a differenza di Sykes e Green, che, pur segnando discretamente (13 per il primo e 18 per il secondo), hanno peccato di lucidità nei momenti topici della gara.

STARTING FIVE
VL: Artis, Lyons, McCree, Zanotti, Mockevicius
Sidigas: Sykes, Harper, Nichols, Green, Udanoh

PRIMO TEMPO – Non un bell’avvio di gara per quanto riguarda lo spettacolo, con la squadra di casa che ancora non trova la via del canestro e la Sidigas ne approfitta con Udanoh e Freen per lo 0-5 del 3′. Artis e Blackmon sbloccano la VL, che però subisce ancora in difesa da Green, Udanoh e soprattutto da Nichols, al ritorno in campo dopo quasi 2 mesi di stop: è 5-13 al 6′. I marchigiani provano a reagire con Mockevicius, ma dall’altra parte la Scandone è implacabile e, grazie ad un sontuoso Green, è già a +15 all’8′ (7-22). Negli ultimi minuti del quarto la musica non cambia, anzi, gli ospiti trovano il +20 (8-28) con la tripla allo scadere di Sykes. Lyons prova a scuotere la VL, ma la Sidigas si mantiene a distanza di sicurezza con i punti di Nichols al 13′ (16-34). L’attacco dei locali è più fluido rispetto al primo periodo, ma l’ala biancoverde ex Cska è scatenato e con due triple in fila riporta i suoi a +20 al 16′ (23-43). Arriva adesso il primo vero scatto d’orgoglio da parte della VL, che, trascinata da un super Blackmon, piazza un break di 11-0 e torna addirittura a -9 al 18′ (34-43). Sykes chiude il parziale pesarese di 13-0, ma i biancorossi tengono comunque bene il campo e vanno all’intervallo sul -8 (40-48) dopo un canestro da sotto di Mockevicius.
SECONDO TEMPO – La ripresa del match è completamente diversa dall’inizio, con le due squadre che si danno battaglia in attacco: ne beneficia la Sidigas, che grazie a due triple di Sykes ritorna a +12 al 23′ (47-59). Nichols segna dopo un rimbalzo offensivo, ma dall’altra parte Blackmon e Zanotti riportano a -8 la VL al 25′ (56-64). Zanotti è in stato di grazia e, con lui e Lyons, Pesaro risponde a Sykes e Nichols per il rinnovato -8 del 28′ (63-71); gioca male in difesa la Scandone, che subisce un altro canestro pesarese, firmato ancora una volta Murray per il 65-71 con cui si chiude il terzo quarto. Dopo due minuti senza canestri, Harper sblocca gli ospiti, ma dall’altra parte due lyup consecutivi di Lyons permettono alla VL di toccare il -4: timeout per Vucinic sul 69-73 del 33′. Diopo il -2 firm,ato da uno scatenato Lyons, è Harper a caricarsi i suoi sulle spalle e a riportarli a +4 al 35′ (75-79). Aumenta la pressione difensiva dei marchigiani, che trovano incredibilmente il sorpasso con una tripla di McCree al 38′ contro una Sidigas poco lucida (84-81); Nichols trova la tripla del contro-sorpasso, ma dall’altra parte risponde Mockevicius con 2+1 per il nuovo +2 Pesaro (88-86) a 50” dal termine; al rientro dopo il timeout il centro lituano stoppa Harper, poi Blackmon subisce fallo e converte entrambi i liberi a disposizione, chiude di fatto una partita incredibile: è 91-89 il finale.

MVP basketinside.com: James BLACKMON – 24 punti e 26 di valutazione

VL PesaroSidigas Avellino 91-89
Parziali: 8-28; 40-48; 65-71

PESARO: Blackmon 24, McCree 12, Artis 5, Murray 3, Conti n.e., Lyons 17, Calbini n.e., Ancellotti, Alessandrini n.e., Monaldi 3, Zanotti 13, Mockevicius 14. Coach: Boniciolli.

AVELLINO: Udanoh 17, Green 13, Nichols 17, Filloy 3, Campani n.e., Sabatino n.e., Campogrande, Harper 19, D’Ercole, Sykes 18, Spizzichini n.e., Ndiaye 2. Coach: Vucinic.

Arbitri: Lo Guzzo, Di Francesco, Quarta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy