LBA QF – G2: Sassari esplode nella ripresa, rischia ma si prende gara e fattore campo su Brescia

0

La grande prova della Dinamo Sassari è tutta racchiusa in una ripresa da urlo, quella che regala alla squadra di coach Bucchi una vittoria pesantissima in trasferta e soprattutto il fattore campo nella serie, oltre che la parità. Brescia cade al PalaLeonessa, dove nel 2022 non aveva mai perso al termine di una gara dal doppio volto: bene e in controllo per 15 minuti, opaca, frettolosa e inguardabile difensivamente nel secondo tempo, dominato in lungo e in largo da una Dinamo in grado di rimanere in gara nel momento più complesso e di esplodere nella specialità della casa: il tiro dall’arco. Gioco corale e ritmo sui due lati del campo sono le armi di una Dinamo che vince con merito e con autorità, dimostrando che le buone sensazioni dopo gara 1 non erano un miraggio. 91 punti messi a referto dagli isolani, con ben 6 giocatori in doppia cifra, guidati da un super Burnell, davvero glue guy della contesa e migliore dei suoi per valutazione. La gara viene condotta da Brescia nel primo tempo, ma è nella ripresa che Sassari fa la voce grossa, vincendo largamente il terzo quarto e gestendo nel quarto periodo, nonostante il furioso tentativo di rimonta di Brescia, più di nervi che di tecnica. Della Valle stecca, e a Brescia non bastano i 27 di Mitrou-Long per aver ragione di dei rivali, migliori sostanzialmente in tutte le voci statistiche. La serie torna in Sardegna in parità, anche con un Bilan limitato dai falli, ben sostituito da Diop, a contribuire al 56% da due che Sassari fa segnare. Per Brescia bene Petrucelli e Brown, in una partita in cui coach Magro decide di mandare capitan Moss in tribuna. La gara della Leonessa non è ideale, incapace di coprire il pitturato e concedendo più di qualche opportunità anche dall’arco agli avversari.

Appuntamento tra due giorni per gara 3, in scena al PalaSerradimigni di Sassari.

Quintetto Brescia: Mitrou-Long, Della Valle, Petrucelli, Gabriel, Burns

Quintetto Sassari: Robinson, Kruslin, Burnell, Bendzius, Bilan

Petrucelli manda a segno la tripla al primo tiro della partita. Sassari cerca di gestire la gara ma Brescia parte meglio con un 10-3 iniziale. La formazione di Bucchi reagisce nonostante debba rinunciare presto a Bilan per due falli commessi. I viaggianti rimontano fino al -2, ma la Leonessa di affida alle transizioni e alla difesa guidata da un assatanato Petrucelli. Si raggiunge il 22-13 , per chiudere il primo quarto avanti di 7, 24-17.

Secondo periodo che si apre con il libero di Bendzius, e la Dinamo inizia ad accorciare fino a -2 (27-25). Brescia reagisce e torna sul 33-29 per poi accendersi e toccare il 43-34, grazie ad uno scatenato Mitrou-Long. Ancora una volta Sassari non molla e chiude la secnda frazione con un parziale 7-0 per riportarsi a -4 (45-41). Molto bene Burnell e Diop in attacco a sopperire a un Bilan non in gran serata.

Terzo quarto caratterizzato da una Sassari che decide di mettere la freccia, segnando un parziale di 17-5 che la porta a condurre la gara, ispirata da un Logan scatenato (50-58). Brescia prova a reagire ma Sassari è in palla e allunga in doppia cifra di vantaggio, con i liberi di un buon Gentile. 57-67 al 30′.

Ultimo periodo con Sassari che allunga con i canestri di uno scatenato Logan. Massimo vantaggio a 59-73 al 32′ sulla tripla dello stesso professore, che guida i suoi. Leonessa alle corde non riesce a reagire nonostante gli sforzi. La Leonessa prova a rifarsi sotto con Moore (68-77 al 35′), ma gli sforzi sono vani e il punteggio finale premia il Banco di Sardegna, che si impone per 85-91, nonostante il grande ritorno sul finale di Brescia, che arriva addirittura a -2 trascinta da Mitrou-Long, ma non basta. Vince Sassari, nonostante abbia rischiato molto.

Germani Brescia vs Banco di Sardegna Sassari 85-91 (24-15; 45-41; 57-67)

Brescia: Gabriel 12, Moore 4, Mitrou-Long 27, Mobio n.e., Petrucelli 19, Della Valle 10, Eboua n.e., Parrillo 0, Cobbins 3, Burns 0, Laquintana 2, Brown 8. All: Magro

Sassari: Bilan 14, Logan 15, Robinson 15, Kruslin 2, Gandini n.e., Pitirra n.e., Devecchi 0, Terrier 0, Burnell 13, Bendzius 16, Gentile 5, Diop 11. All: Bucchi

MVP Basketinside: Jason Burnell, che chiude una gara di grande valore. Nel primo tempo tiene a galla i suoi segnando spesso dal post basso, chiudendo con 13 punti, 7 rimbalzi, 4 assist e 22 di valutazione