#LBAF8 F – Apoteosi Napoli: Milano al tappeto, la Coppa Italia è della Gevi!

0
FOTO DI MARCO BRIOSCHI

La Generazione Vincente Napoli Basket è nella storia. La squadra di Milicic dopo 18 anni si aggiudica la finale di Coppa Italia superando i campioni d’Italia della EA7 Emporio Armani Milano con il punteggio di 72-77, ed alza la Coppa con merito dopo l’emozionante e meravigliosa avventura vissuta a Torino. La squadra di Milicic, dopo aver superato nei quarti di finale la capolista del campionato di serie A Germani Brescia, e battuto all’over-time in semifinale la UnaHotels Reggio Emilia, ha sconfitto in finale anche i campioni d’Italia della EA7 Emporio Armani Milano.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI 72-77

PARZIALI: 19-24; 36-43; 53-60

MILANO: Bortolani, Tonut, Melli 20, Napier 8, Ricci, Flaccadori, Hall 5, Caruso n.e., Shields 10, Mirotic 19, Hines 4, Voigtmann 6. Coach Messina. 

NAPOLI: Zubcic 11, Ennis 21, Pullen 14, De Nicolao 2, Owens 10, Lever, Sokolowski 13, Brown 6, Dut Mabor Biar, Ebeling n.e, Bamba n.e, Sinagra n.e. Coach Milicic. 

Quintetto Olimpia con Napier, Shields, Hall, Melli e Voigtmann, starting five Napoli con Ennis, Brown, Sokolowski, Zubcic e Owens.

Partenza convincente di Melli e 4-0 pronti via di Milano, ma la Gevi c’è con il coast-to-coast di Sokolowski, c’è con due bombe di Zubcic c’è con Owens ed Ennis che attaccando il centro dell’area piazza il 15-8 Napoli a 4’54”. Messina chiama time-out e si affida ad Hines e Mirotic, ma la Gevi con Ennis è incontenibile, riposo strameritato a 3’21” con l’ingresso di De Nicolao. Per l’EA7 sale in cattedra Mirotic, approfittando di un non irresistibile Lever, ma Ennis va di bomba che gli vale la doppia cifra, bomba che vale il 24-19 Napoli al 10′. Al primo riposo Milano impalpabile con gli esterni e da 2/8 da 3, partenopei con un ottimo 9/15 dal campo.

Approccio di secondo quarto sulla falsa riga del primo per Napoli, con i liberi di Pullen e la solita invenzione di Ennis (19-28). Mirotic dall’altra parte è l’ancora di salvezza mentre prova a farsi vedere Napier, per la Gevi Markel Brown paga la sua difesa da mastino con tre falli ma Milicic lo tiene sul parquet. Messina rimette nella mischia anche Shields e Melli, riposo per Mirotic con Voigtmann, anche per l’Olimpia non buone notizie con i tre falli di Melli e i due di Hines. Una tegola in un buon momento dell’EA7 risalita a -2 (26-28), momento interrotto anche dal tecnico a Messina con Sokolowski che ringrazia, Napoli però si gode anche Brown oltre il solito Ennis che viaggia come un treno (28-34), primi liberi di Shields, schiaccione di Voigtmann ma Gevi che controbatte con un inedito semigancio di Owens e la tripla di Pullen per il +7 a 2’12” dalla pausa lunga (32-39). Voigtmann al rientro dal time-out piazza quattro punti di fila ma Pullen d’esperienza ne fa due e ne crea altrettanti per Denik solo soletto sotto canestro, Napoli al 20′ con sette lunghezze di margine sul 43-36.

Ripresa con partenza monstre di Napoli, alley oop sull’asse Brown – Owens e bomba di Zubcic per il +12 Gevi, in uscita dal time-out Olimpia che resta in scia con il cuore e l’esperienza di Melli. Napoli nel frattempo si allontana dal canestro e forza di più dall’arco, Milano invece torna a segnare anche da tre con Hall, il solito Melli però batte il ferro e con lo schiaccione riavvicina l’EA7 a 3’53” dall’ultima pausa (47-50). Break di 11-2 in favore di Milano, rientra Owens sponda Napoli ed è bravo a chiudere il parziale sul pick and roll con Pullen, Shields non aggiusta la mira mentre Zubcic d’astuzia si procura due liberi pesanti. La Gevi respira (54-47), Milano è anche in bonus contro i due falli dei partenopei, rientra Ennis mentre a Mirotic risponde Sokolowski dalla lunetta, le percentuali dell’Olimpia dicono 4/19 da 3 mentre arrivano altri due liberi di Pullen per il +9 entrando nell’ultimo minuto di frazione (58-49). Shields apre il giro di lancette conclusivo con due liberi, Pullen con pazienza trova l’autostrada, molto più fortunato il jumper di Mirotic che chiude il parziale con Napoli avanti 60-53.

Mirotic non sembra mai uscito dal campo, perfezionando il recupero e appoggiando per il -5, Milano stringe le maglie ma arriva il quarto fallo proprio dell’ex Barca, e per Milano impatto rivedibile di Bortolani mentre sponda Gevi rientra Brown e con lui Lever per Owens. A 7’57” +5 Napoli sul 60-55, Melli batte Lever mentre più di un tiro della Gevi viene sputato dal ferro, rientra intanto Napier ma la scena è di Sokolowski in contropiede per il nuovo +5 a 6’38” dalla fine (62-57), Melli ancora sugli scudi per il ventello ma arriva il quarto fallo del cuore Olimpia, e a stretto giro anche il quarto di squadra. Brown ringrazia dalla lunetta per l’ennesimo +5, sempre lui protagonista col recupero e appoggio del +7 a 5′ esatti dalla fine, Owens si mangia il +9 e Napoli punita dalla bomba del redivivo Napier. Sul 62-66 a 3’50” Messina schiera Shields, Mirotic e Hines per l’ultimo assalto ma Napier torna a steccare, Napoli stringe i denti a rimbalzo e con l’alley oop di Ennis per Owens torna a +6 con 2’54” da giocare. Milano si rifugia in time-out ma non esce al meglio, Ennis col jumper sulla sirena regala il nuovo + 8 ma Mirotic spegne subito gli entusiasmi dall’arco, Shields risorge e lo segue a ruota per il 68-70 a 1’08” dalla fine. Ad andare di time-out stavolta è Napoli, in uscita Brown sbaglia una tripla ben costruita dall’angolo, non sbaglia ancora Shields ed è vantaggio Olimpia ma a stretto giro risorge anche Pullen con il nuovo +2 a 13” dalla fine. Time-out Milano, sul possesso gioco di rimpalli e l’instant replay premia Napoli, sugli sviluppi fallo dell’EA7 di Hall e Sokolowski ringrazia con il +4, a 3” fallo di Owens e Napier che dopo il primo a segno sbaglia il secondo, niente extrapossesso Olimpia e nuovo time-out di Milicic. In uscita Ennis in lunetta ed è 2/2. Finale 77-72, a 18 anni dalla leggenda di Forlì, terza Coppa Italia della storia per la Napoli dei canestri.