#LBAF8 – QF: Brindisi regola Trieste e vola in semifinale

I ragazzi allenati da Frank Vitucci staccano il biglietto per le semifinali contro una Trieste mai doma, in partita per 35 minuti. Rispettato dunque il pronostico, con i pugliesi in gran forma nonostante l’assenza di Harrison.

di Mitja Stefancic

Al Mediolanum Forum di Assago si sono misurate la squadra di Brindisi, già finalista nelle ultime due edizioni di Coppa, e, dall’altra parte, Trieste, che si è ripresentata alle Final Eight di quest’importante competizione dopo molti anni d’assenza (con l’ultima apparizione nel lontano 2002).

Le due compagini si sono già affrontate in campionato a fine ottobre 2020, con i pugliesi che si sono imposti (seppur di poco) al palasport di Valmaura di Trieste. Stavolta la palla a spicchi ha dato nuovamente ragione al team di Brindisi, che in semifinale se la vedrà con la vincente tra Dinamo Sassari e VL Pesaro.

QUINTETTO BRINDISI: Thompson, Bell, Gaspardo, Udom, Perkins

QUINTETTO TRIESTE: Fernandez, Doyle, Henry, Da Ros, Delia

Sintesi – il primo pallone è dei pugliesi, ma Gaspardo sbaglia dalla lunga distanza. Dall’altro lato del campo al “Lobito” Fernandez non riesce l’appoggio. I primi punti sono così dell’Happy Casa, che con quattro punti di Gaspardo vanno subito sul 6-0. Trieste è un po’ scossa, ma reagisce accorciando con un libero di Henry e in seguito grazie al canestro su rimbalzo di Delia. Da Ros da 3 punti impatta il risultato sul 6-6. Risponde con la stessa moneta Udom, che riporta Brindisi in vantaggio (9-6).

Le due compagini migliorano le statistiche dalla lunga distanza e a metà della frazione di gioco gli alabardati piazzano il primo vantaggio (9-10 sul  tabellone del Forum). Ad un canestro di Perkins risponde l’ala americana dei giuliani Doyle: 11-13 per Trieste. Ma prima Bell e poi Thompson e Udom (bravo a sfruttare il mismatch sulla difesa triestina) riportano l’Happy Casa sul +5 (18-13). Dopo il time out Brindisi rimane più incisiva e allunga sul +10 grazie a una tripla di Bell. La squadra di Dalmasson si riprende, accorciando dapprima con Henry e poi Da Ros, che è on fire: il quarto finisce sul punteggio 23-18.

Ad inizio della seconda frazione di gioco si mette in luce Upson, che riporta Trieste in scia (25-24 sul tabellone). Per i pugliesi entra col piglio giusto Zanelli, che dà ossigeno ai suoi (28-24), ma gli alabardati rispondono col gioco corale, con una bella conclusione di Upson. Al 4° minuto del periodo Doyle segna la bomba e riporta i compagni in vantaggio (28-29). Vitucci corre ai ripari chiamando time out, che si rivela benefico per i suoi. I brindisini si riportano in vantaggio in un amen. Per i triestini risponde poi Laquinatana (34-31).

Alviti riporta gli alabardati a ridosso dei brindisini (34-33), ma è solo un attimo: Visconti e Perkins rimettono la distanza tra le due compagini. In questo frangente Perkins fa veramente male alla difesa triestina (42-33 a poco più di 2 minuti dall’intervallo lungo). Per i biancorossi accorcia le distanze Delia e si va negli spogliatoi sul risultato di 43-38: Trieste c’è.

Ad inizio del terzo periodo si mette in luce il playmaker dell’Allianz Fernandez, che con due triple rimette i gli alabardati pienamente in partita. Anzi, la buona difesa degli uomini di Dalmasson è fruttuosa e Gaspardo è costretto all’antisportivo. Con i liberi di Henry l’Allianz si riporta in vantaggio (45-46), ma Gaspardo si fa subito perdonare per il fallo precedente, andando a segno dalla lunga distanza. Poi ci pensano Udom da un lato e Henry dall’altro a ricordarci che in questa partita si stanno fronteggiando due squadre in gran forma. A 6 minuti sul cronometro alla fine del quarto Delia pareggia i conti col tabellone del Forum che segna il perfetto equilibrio: 50-50!

A questo punto i ragazzi dell’Happy Casa però rimettono la testa in avanti, siglando un parziale di 8-0 (58-50) con la panchina dell’Allianz che deve chiamare sospensione. Trieste si ricompone e canestro dopo canestro si riavvicina nuovamente, quando a un paio di minuti alla fine del quarto Doyle mette la tripla pesante del -2 (60-58). L’ultimo canestro, proprio allo scadere, è di Gaspardo: 66-61 per la compagine pugliese.

Si inizia così l’ultimo periodo del match. Gaspardo ha la mano calda e firma il 69-61 con una tripla che fa male agli avversari nordestini, che pur non mollano e grazie all’ottimo Henry si riportano sul 69-65. Al 17° punto personale di Gaspardo (MVP della serata) risponde Alviti. Poi però un fallo in attacco dello stesso Alviti e soprattutto la tripla di Visconti riporta l’inerzia della gara nuovamente a favore di Brindisi. A 6 minuti e 30’’ dalla fine Upson segna per il -3 dei suoi (74-71), poi ci pensa Krubally a dare ossigeno ai ragazzi di Vitucci. A poco più di 5 minuti dalla fine Udom schiaccia per il +9 pugliese, poi Visconti con un’esecuzione perfetta dalla lunga distanza mette 10 punti di distanza (83-73) e quasi possono scorrere i titoli di coda.

Quando mancano pochi minuti dalla sirena Trieste mette cuore ed anima (e naturalmente le ultime energie) in campo, ma la tripla del +9 di Bell a due minuti e mezzo dallo scadere mette di fatto la parola fine alla sfida. Al Forum di Assago Brindisi vince meritatamente nonostante l’assenza di Harrison sul parquet di gioco e nonostante la grande prova di coraggio dei triestini, che escono a testa alta: il tabellone sancisce il 93-83 per Brinidisi.

HAPPY CASA BRINDISIALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE  93-81

MVPs BASKETINSIDE: Raphael Gaspardo (Brindisi)e Myke Henry (Trieste)

Parziali: 25-18; 43-38; 66-61.

Happy Casa Brindisi: Krubally 8, Zanelli 3, Harrison -, Visconti 12, Gaspardo 17, Thompson 11, Udom 12, Bell 14, Perkins 12, Willis 4. All. Vitucci

Allianz Trieste: Upson 12, Fernandez 9, Laquintana 5, Delia 12, Henry 15, Da Ros 8, Doyle 16, Alviti 4. All. Dalmasson

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy