#LBAF8 – QF: Pesaro è nuovamente la “mina vagante”; Sassari cede in una incredibile partita

Pazzesca partita a Milano! La coppia di Robinson trascina la squadra di Jasmin Repesa al grande ribaltone di queste F8; la Dinamo si arrende ma non senza lottare

di Alessandro Kokich

Se fino alla partita di oggi non c’era stato nessun risultato a sorpresa nelle Final Eight di Milano, ecco qua servita la vittoria al cardiopalma della Carpegna Prosciutto, guidata sapientemente da coach Repesa che sul campo di Milano ha vinto diverse partite. Grandissima partita anche da parte di Sassari che dopo aver subito un importante parziale nei primi minuti della gara, ha reagito guidando quasi sempre il match nei primi 40′; tra break e controbreak, le due compagini hanno trovato le forze necessarie per ribattersi continuamente e ricucire ogni svantaggio. Bendzius e Spissu guidano l’attacco sassarese, con Justin Robinson e Drell che non lasciano nulla di intentato. Negli ultimi secondi del quarto periodo, Filloy scocca la tripla del +3, ma un tiro incredibile di Gentile quasi a fil di sirena rimanda l’esito di questo ultimo quarto di finale ad un tempo supplementare in cui la VL, nonostante 3 importanti giocatori usciti per falli, trova le forze necessarie per mandare la squadra di Pesaro alle semifinali

Quintetti:

Pesaro: J. Robinson, Filloy, Drell, Filipovity, Cain

Sassari: Spissu, Gentile, Burnell, Benzius, Bilan

1° QUARTO: Parte forte Pesaro con un 5-0, Gentile sblocca i suoi, ma Drell segna il punto numero 8 nei primi 2’ sul punteggio di 2-10; Justin Robinson aggiunge una tripla, imitato poi dal giovane estone sul 4-16. Spissu e Burnell rispondono col fuoco pesante a metà frazione, la VL esagera col tiro dalla lunga e quindi Bilan riporta i suoi a contatto sul 17-18 con un parziale di 13-2 al 7’. La Dinamo amplia ancora il parziale e vola in vantaggio, venendo poi raggiunta a quota 21; Spissu e Zanotti si ribattono dall’arco con Bendzius che chiude la frazione sul 26-24 in un quarto ricco di triple.

2° QUARTO: Con il fallo tecnico fischiato a Pozzecco, Delfino può firmare il nuovo vantaggio pesarese, subito ribattuto da Treier e Happ. Justin Robinson riporta i suoi a contatto al 13’ sul 31-29, subendo però i 7 punti di Kruslin e Katic nell’arco di 10 secondi di gioco. Il play pesarese è l’unica fiamma per la Carpegna Prosciutto che al 15’ si riporta in vantaggio sul 38-39 con 10 punti di fila; Delfino si sblocca con 5 punti, ma Burnell e Bilan ribattono per il 44 pari. Bendzius firma il +3 ma Zanotti riporta i suoi a contatto a 90 secondi. Burnell trova la prima tripla di serata sul 53-49 e chiude la metà gara.

3° QUARTO: Bilan sfrutta il mismatch contro Zanotti con Burnell che amplia poi il parziale sul +9; Pesaro torna a segnare dalla lunetta con Cain nonostante i suoi 3 falli sul 58-50 ma Sassari vola a +13 . Delfino risveglia i suoi con 6 punti, ma la difesa della Carpegna Prosciutto è ancora troppo leggera; l’ala di Pozzecco segna ancora dall’arco, cosi come l’argentino che avvicina i suoi sul 68-62. J. Robinson trascina ancora i suoi e Delfino allunga il parziale sul 12-0 per il 68-69 al 27’. Gentile trova 2 triple, Bilan firma il nuovo +7 che si riduce di uno col fallo tecnico fischiato al figlio di Nando.

4° QUARTO: Bendzius amplia lo scarto, ma la coppia di Robinson firma il 78-73 con Drell che firma poi il -3 al 32’. Pozzecco esagera per la seconda volta con gli arbitri, e come lui, anche Cain finisce la sua partita. Bendzius firma un altro tiro importantissimo, a cui risponde Filipovity che trova rapidamente i primi 5 punti della partita sull’ 85-83. Drell inchioda la parità a metà frazione, il Banco allunga sul +5 ma con 7 punti di Filloy e G. Robinson, Pesaro torna in vantaggio sul 90-92 a 3 minuti dalla sirena. Bilan impatta dalla lunetta, Filipovity e Robinson mettono 4 punti di distacco prima dell’ultimo minuto. Kruslin e Bilan annullano il vantaggio,  Filloy a 14 secondi scocca il +3 ma Gentile lo annulla in acrobazia 1 secondo prima della sirena.

SUPPLEMENTARE: Pesaro parte forte con 3 canestri, Spissu si mette in proprio con 6 punti e Gentile firma il sorpasso sul 107-106 dopo i primi 3 minuti del supplementare. Filipovity inchioda il nuovo vantaggio pesarese e Drell lo amplia sul +3; Bendzius pareggia nuovamente la gara, Tambone entrato da un minuto sul campo risponde dai 6,75. Gerald Robinson in velocità firma il +5 a 15 secondi dalla fine, Sassari sbaglia gli ultimi tiri e Pesaro trova la grande vittoria contro ogni pronostico di questa Final Eight

MVP Basketinside: Justin Robinson (27 punti, 5/7 da 2,  5/12 da 3, 6 assist)

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: 110-115 (26-24, 27-25, 23-21, 23-29, 11-16)

Pesaro: Drell 23, Filloy 7, Cain 3, J.Robinson 27, Tambone 3, Mujakovic ne, G.Robinson 15, Basso, Serpilli ne, Filipovity 12, Zanotti 6, Delfino 19 All. Jasmin Repesa

Sassari: Spissu 20, Bilan 19, Treier 3, Chessa ne, Kruslin 8, Happ 4, Katic 2, Re ne, Burnell 17, Bendzius 22, Gandini ne, Gentile 15 All. Gianmarco Pozzecco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy