LBAFINALS G3 – Milano non reagisce e cade anche Bologna, Virtus ad un passo dallo scudetto

0
Virtus Milano G3

I QUINTETTI

Quintetto Virtus:  Markvoic – Abass – Weems – Ricci – Gamble

Quintetto Milano: Rodriguez – Punter – Shields – Micov – Tarczewski

IL COMMENTO

PRIMO QUARTO

Pronti, via, il primo pallone è del’Olimpia Milano. Ambo le squadre partono forte a livello fisico ma con un po’ di imprecisione nella fase offensiva, infatti a sbloccare la gara è la tripla di Pippo Ricci dopo ben 3 minuti di gioco e tanti spintoni. Abass lo segue a ruota con un reverse layup mettendo 5 punti di margine ma Milano finalmente si sblocca con Micov, che segna un 2+1 importantissimo in un momento dove i suoi faticano a trovare la via del canestro. La partita proseguendo, com’è giusto che sia, non riesce a trovare un padrone e veleggia sulla soglia della parità con continui botta e risposta. Micov è appena entrato in questa serie ma è fin da subito protagonista, fondamentali i suoi 7 punti in avvio per tenere a contatto i suoi. Teodosic, con una delle sue solite magate, trova il layup vincente in chiusura di quarto che regala il vantaggio ai bianconeri. Finisce il primo quarto sul 17 a 16 Virtus Bologna.

SECONDO QUARTO

Teodosic apre il quarto nel modo migliore possibile, trova il mismatch con Tarczewski e non ci pensa due volte a sfruttarlo, il risultato è un 3+1 per i bianconeri. Milano ancora una volta si trova in difficoltà, fatica a trovare la via del canestro anche per via della poca circolazione di palla, mentre per i bianconeri il canestro torna ad essere grande come una vasca da bagno: Belinelli, Alibegovic ed Hunter gli artefici del +12. Punter è l’unico che riesce a segnare dei Milanesi, 6 punti in fila che valgono oro per i suoi ma che a livello di punteggio significano solo il -8. La Virtus però si ferma e l’Olimpia riesce a risorgere e in un amen, con Shields e Punter protagonisti, il -2 è servito. Milano a 2 minuti dal termine trova il vantaggio con la tripla di Brooks ma Weems segna la tripla del contro sorpasso e i 2 punti che danno una boccata di ossigeno puro a i suoi. Finisce il secondo quarto sul 37 a 34 Virtus

Statistiche all’intervallo Virtus: 35% da due, 38% da tre, 80% ai liberi, 2 palle recuperate, 4 palle perse

Statistiche all’intervallo Milano: 35% da due, 27% da tre, 89% ai liberi, 2 palle recuperate, 6 palle perse

TERZO QUARTO

La Virtus prende subito il controllo del quarto mettendo a segno un parziale di 6-1 firmato Weems e Teodosic che obbliga al time out coach Messina. Il ritorno dal time out non è dei migliori per l’Olimpia che si vede rubare la palla da Stefan Markovic che non può sbagliare in contropiede tutto solo, in appena 3 minuti di gioco la Virtus è già tornata sul +10. Milano, dopo che Datome ha sbloccato il punteggio segnando il primo tiro dal campo della squadra, è riuscita a trovare fluidità in attacco ed infatti da -12 è passata in un paio di azioni sul -5. Djordjevic protesta troppo vistosamente ed arriva il fallo tecnico nel momento dove i suoi hanno più difficoltà a segnare. Datome sempre più protagonista di questa rimonta con 12 punti solamente nel terzo periodo, segna anche i liberi decisivi del +1. È ancora Weems a segnare la tripla del contro sorpasso ma la stavolta Milano è pronta a rispondere e Shields rimette tuto sul 52 pari. Belinelli non trova il canestro decisivo allo scadere termina il terzo quarto sul 52-52

QUARTO QUARTO

Weems è il primo a sbloccare il tabellino con un fadeaway meraviglioso, 20 punti a referto per lui. Abass lo segue a ruota mettendo a segno la schiacciata del +4, fomentando il pubblico della Segafredo Arena che potrebbe gioca un ruolo fondamentale. Hines e Shields muovono il tabellino di Milano ma anche Pajola decide di metter il punto esclamativo sulla sua partita realizzando 5 punti in fila che mettono 7 punti di margine tra le due squadre. Weems continua a macinare punti, tanto che il tabellino ne recita ben 23 conditi da 8 rimbalzi ed il vantaggio ora è in doppia cifra per le V Nere. Milano ora è veramente in difficoltà, non riescono più a trovare fluidità in attacco (da segnalare il 5/24 da tre punti) e anche a livello difensivo non sembrano più in grado di fermare i bianconeri. Teodosic segna la tripla del +13 che può decisamente ammazzare la partita. Gamble mette la parola fine alla partita segnando il +15 in post basso. Finisce 76 a 58 e la Virtus, sul 3-0, è ad un passo dallo scudetto.

Tabellino Virtus: Belinelli 7, Pajola 10, Alibegovic 5, Markovic 4, Ricci 3, Adams ne, Hunter 4, Weems 23, Nikolic 0, Teodosic 12, Gamble 2, Abass 6

Tabellino Milano: Punter 11, Moraschini. 0, Rodriguez 4, Biligha 0, Cinciarini ne, Shields 14, Brooks 3, Hines 4, Datome 14, wojciechowski ne, Micov 8, Tarczewski 0

Risultato Finale: 76 – 58

MVP Basketinside: Kyle Weems

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here