Massinburg irreale. Brescia vola sopra quota cento, piega Pistoia e torna al comando in classifica

0

Brescia non sbaglia e risponde a Venezia, vincendo contro la rivale Pistoia e riprendendosi con autorità la testa del campionato. La Estra combatte, ce la mette tutta ed esce sicuramente a testa alta dal PalaLeonessa, ma senza i due punti. Parte meglio la Leonessa, che prende il largo e va sul +21 nel primo tempo. Pistoia non demorde e nel terzo periodo rientra punto dopo punto, diostrando grande talento e forza mentale. Nel finale i toscani sono poco lucidi, con alcuni attacchi poco fluidi che costano cari, mentre la Germani si aggrapa ai suoi uomini di maggior talento, trovando punti pesanti nel finale e sfondando, nuovamente, quota cento punti segnati. Nel momento più delicato sale in cattedra C.J. Massinburg, autore forse della sua miglior prova in maglia Brescia e che testimonia la crescita di un ragazzo che è ormai ben più di un sesto uomo: Magro nel finale lo preferisce a Della Valle e lui ripaga con 27 punti (18 nel secndo tempo), 7 rimbalzi e 7 assist, senza errori dall’arco per un totale di 38 di valutazione. “One for the ages” per il nativo di Dallas, che va in doppia cifra assieme Christon, Bilan e Della Valle. L’ex Tortona è chirurgico in quasi ogni cosa che fa, il centro croato solido nonostante la gestione falli, mentre ADV fa un lavoro fantastico nel primo tempo sia in regia che a finalizzare. Brescia vince la lotta a rimbalzo e in quella degli assist, tirando col 61% dal campo e con oltre il 50% da tra punti.

Pistoia lotta, trovando una ottima serata balistica, giocando bene di squadra e portando cinque effettivi in doppia cifra, con Varnado e Moore protagonisti su tutti. Insomma, una buona gara per i viaggianti, ma contro questa Brescia una “buona gara” non basta, soprattutto se nel finale vengono fuori le differenze tecniche e di roster tra le compagini, nonostante l’assenza per Brescia di Gabriel, diventato padre per la terza volta.

Quintetto Brescia: Christon, Della Valle, Petrucelli, Akele, Bilan

Quintetto Pistoia: Moore, Willis, Saccaggi, Hawkins, Ogbeide

E’ migliore l’impatto sulla partita per i padroni di casa, con la Leonessa a mettere subito in campo una difesa molto intensa e a scappare a metà primo quarto (15-8 al 5′). Pistoia non trova il canestro per diversi minuti, subendo una tripla di Della Valle, la prima di serata, che vale il +11 Brescia. Ci prova Moore a scuotere la sua squadra, mentre Brescia deve richiamare in panchina Bilan che spende ingenuamente il suo secondo fallo anzitempo. Stessa sorte tocca a Moore qualche possesso dopo, mentre la Germani chiude il primo periodo avanti di 14 punti anche grazie alla bomba di Cournooh e al canestro di Burnell poco prima del finale.

Seconda frazione che prosegue sullo spartito della prima, con Massinburg e Della Valle protagonisti di due triple consecutive che fanno volare la Germani sul +23 (39-18), costringendo coach Brienza a fermare il gioco per un timeout. La Estra rientra in campo con maggior verve e inizia a sfruttare la fisicità di Varnado e Ogbeide: il nativo di Brownsville si carica l’attacco ospite sulle spalle, servendo anche un pallone a Hawkins che dall’angolo segna la tripla del -14 (41-27 al 15′). Seguono alcuni possessi in cui le compagini non riescono a creare tiri in ritmo, ma Pistoia resta nella gara e con Moore riesce ad accorciare ancora, tornando a -11. Il play di Chicago è tra i più positivi per i toscani, ma la Leonessa non si fa intimorire e in un attimo cala un 6-0 di break ispirato da Della Valle per tornare a +14 (54-42). Il “marchesino” è scatenato, così come Brescia che va al riposo sul punteggio di 56-45, dopo la tripla di Hakwins allo scadere.

Ogbeide apre le danze nella ripresa e Pistoia torna in singola cifra di svantaggio. Brescia ora attraversa un momento difficile in attacco, mentre gli ospiti premono forte e confezionano un parziale 10-0 per rimettersi in scia degli avversari. La Leonessa non segna nemmeno un punto nei primi 4′ di gioco, sbattendo su una difesa molto ben organizzata e che riparte veloce in attacco, trovando punti con Ogbeide e Wheatle (54-52). Timeout Brescia, con coach Magro che rimette in campo Bilan e trova una bella risposta dei suoi, con Massinburg che dà nuovamente ai suoi due possessi pieni di vantaggio (65-59 al 28′). Pistoia gioca con pazienza, trova punti dalle mani dei suoi tiratori e resta a contatto. Gara ancora aperta, che procede sul filo dell’equilibrio. 74-71 al 30′.

Varnado segna una tripla impossibile per iniziare l’ultimo quarto, e impatta a quota 74. Cobbins firma 6 punti di fila per Brescia, ma Pistoia risponde colpo su colpo anche e soprattutto grazie al lavoro dal mid range di Varnado, che segna in tutti i modi, sia spalle che fronte a canestro. Ritmo che si abbassa e pallone che pesa di più, ma Brescia non si fa intimorire e prova un nuovo allungo, prima con la bimane di Cobbins e poi con la bomba di un fantastico Massinburg. Timeout Pistoia, ma l’ex Limoges scatenato: servito da Petrucelli, sistema i piedi e sgancia una nuova bomba, pesantissima che vale il +10 (90-80 al 37′). Segna Pistoia ma all’azione successiva è ancora lui ad armare la mano di Petrucelli, che dall’angolo non sbaglia e fa iniziare a sfilare i titoli di coda. La Germani nel finale dilaga, finisce 109-90.

Germani Brescia vs Estra Pistoia 109-90 (27-13; 56-45; 74-71)

Brescia: Christon 15, Bilan 17, Della Valle 16, Petrucelli 7, Akele 2, Burnell 10, Massinburg 27, Cobbins 8, Cournooh 5, Tanfoglio 0, Porto 0, Pollini n.e. All: Magro

Pistoia: Willis 5, Moore 18, Saccaggi 0, Hawkins 17, Ogbeide 14, Della Rosa 0, Del Chiaro 4, Varnado 20, Wheatle 12, Dembelè n.e. All: Brienza

MVP Basketinside: C.J. Massinburg,