Memorial Ford – Cremona non ha pietà della VL Pesaro

Memorial Ford – Cremona non ha pietà della VL Pesaro

Esordio casalingo amaro per la VL che viene annichilita dalla Vanoli, senza possibilità di replica, mantenendo sempre un vantaggio confortante

di Alessandro Kokich

Il “Memorial Alphonso Ford”, consueto appuntamento annuale della VL che si tiene tra le mura amiche di Pesaro, è un appuntamento sempre sentito nella città; per l’ultima volta questo evento si terrà nell’Adriatic Arena perché quest’ultima cambierà nome a novembre, quando andrà ufficialmente sotto la proprietà di Alceste Vitri. La “Terra degli uomini” di Jovanotti con la visione del video dedicato ad Alphonso Ford apre il Memorial, con il famoso discorso letto da Tomas Ress. Finito questo toccante momento, ci pensa la Vanoli a svegliare la VL andando ad ottenere un vantaggio in doppia cifra fin dalle prime azioni e mantenendolo quasi sempre oltre questa cifra con Tre Demps a guidare la truppa americana di Cremona che ha combinato 76 punti. Pessimo quindi l’esordio casalingo della VL davanti a 1200 spettatori, ed alla nuova sezione del Nucleo Biancorosso, la tifoseria organizzata di Pesaro, il gruppo Lifestyle.

Quintetti:

Pesaro: Artis, Blackmon, Conti, McCree, Mockevicious,

Cremona: Ruzzier, Demps, Saunders, Aldridge, Mathiang

 

1° QUARTO: Tre Demps, così come suggerisce il suo nome, inaugura il match, seguito da 5 punti consecutivi di Saunders, mentre la VL si sblocca da dietro l’arco con McCree, imitato poi sempre da “Tre”. Dopo metà quarto esatta, la Vanoli vola sul 5-16 con la maggior parte dei punti apportati dai due giocatori americani mentre la VL ha commesso tutte le infrazioni offensive possibili andando al tiro per 5 sole volte. Blackmon fa 2 su 4 dal campo, Aldridge 2 su 2 da 3 per il 10-21; il punteggio di fine quarto non si discosta di molto, andando al primo mini-intervallo sul preoccupante risultato di 12-26.

 

2° QUARTO: 6 punti di McCree strappano il primo applauso spontaneo dei circa 1200 spettatori, e assieme a Blackmon aprono un parziale di 10-1 facendo riappaiare le due squadre, prima di una tripla di Ricci per il 22-30. Dopo 7 minuti poco emozionanti, la Vanoli riprende distacco sul 34-24 grazie ai canestri di Demps ed Aldridge, a cui risponde il solo McCree. Mathiang contesta in modo plateale gli arbitri i quali gli attribuiscono il quarto fallo personale ma Cremona è saldamente al comando sul 31-44 e se lo può permettere, contro una Pesaro impalpabile, confusionaria che ha tirato con l’8 su 28 con 18 tiri dei due suddetti americani.

 

3° QUARTO: Blackmon e Artis provano a dare una scossa alla partita con due veloci transizioni, ma subito Saunders respinge i tentativi di rimonta. Nonostante i tiri piedi per terra che la VL costruisce, sono le palle perse per distrazioni che lasciano la squadra di Sacchetti con un vantaggio in doppia cifra regalando all’ex capitano pesarese Gazzotti due canestri sul 42-54 dopo 6 minuti. McCree è l’unico a smuovere costantemente il tabellino personale ma Demps ed Aldridge hanno talento per replicare. Anche Ruzzier si sblocca dal campo, così come Zanotti per il 48-65, precedendo però 6 punti locali contro 2 soli degli ospiti.

 

4° QUARTO: Saunders smuove in positivo la percentuale da 3 punti ma Zanotti ed un tap-in di Mockevicius evitano l’allungo ospite; il giocatore italiano proveniente dalla serie B non sfigura rispetto agli altri giocatori italiani in campo, durante il quintetto “bianco” proposto da Galli; Blackmon accorcia ulteriormente ma il divario resta comunque ampio sul 62-75 e nonostante i punti di Zanotti, la Vanoli Cremona domina questo incontro senza possibilità di replica ricordando ai locali che anche quest’anno Pesaro dovrà lottare contro tutti e contro tutto per mantenere la massima serie.

 

MVP Basketinside: Tre Demps (23 punti, 9/17 al tiro)

 

VICTORIA LIBERTAS PESARO – UMANA REYER VENEZIA: 72 – 82 (12-26, 19-18, 23-23, 18-15)

Pesaro:

Blackmon 19, Mccree 22, Artis 11, Murray n.e, Conti, Bonci, Tognacci n.e, Ancellotti, Alessandrini n.e, Monaldi 4, Zanotti 10, Mockevicius 6 All. Galli Massimo

Cremona:

Saunders 17, Gazzotti 6, Diener, Ricci 12, Demps 23, Ruzzier 6, Portannese, Mathiang 4, Boccasavia n.e, Aldridge 14 All. Sacchetti Romeo

 

Arbitri: Pierantozzi, Dionisi, Pazzaglia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy