Milano inarrestabile! Cantù lotta fino alla fine ma il derby è biancorosso

0

 

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – ACQUA VITASNELLA CANTU’ 76 – 71 (21-18, 46-37, 64-52)

In un Mediolanum Forum tutto esaurito per la seconda gara consecutiva, l’EA7 Emporio Armani Milano batte l’Acqua Vitasnella Cantù col punteggio di 76-71 al termine di un derby emozionante e ricco di intensità ed adrenalina. Gli uomini di Banchi restano sempre in vantaggio (escluso un 30-31 per Cantù) ma non riescono ma a chiudere l’incontro, neanche dopo aver tocca il +17 sul finire di terzo periodo. Uno strepitoso Ragland da 27 punti tiene sempre viva l’Acqua Vitasnella, riportandola anche a -2, ma nella moria di esterni di Milano (Langford out, Gentile uscito per infortunio e Hackett fuori per 5 falli) è Moss, MVP del match, a chiudere i giochi e a regalare all’EA7 Emporio Armani la 15esima vittoria di fila in Campionato.

CRONACA – I primi 3′ sono da 100% al campo tra tutte e due le squadre, col punteggio che dice 11-8 dopo 180″ di gioco. Ragland, con 7 punti in 5′ è fin da subito caldissimo nel match, nonostante la marcatura (prevedibile) di Moss su di lui; per Milano invece molto bene Melli, già a quota 6, con 2/2 da 3 (17-14 al 7′). In un Forum infuocato e con un’intensità di gioco spaventosa, che quasi solo un derby può dare, il primo quarto si chiude sul 21-18.

Grande intensità e grande equilibrio anche in avvio di secondo quarto: al 14′, infatti, il punteggio è di 30-28, poco prima che una tripla di Gentile (in quanto Stefano) dia il primo vantaggio a Cantù (30-31). Vantaggio effimero, perchè due rubate di Hackett e Jerrells spingono Milano ad un primo tentativo di fuga: 39-32 con 2’32” da giocare e time-out per Sacripanti. Un non-fischio su Aradori fa imbestialire lo stesso Sacripanti, punito col fallo tecnico: Milano lo sfrutta ed il primo tempo si chiude sul 46-37.

Cantù torna in campo e con Ragland prova a riavvicinarsi (17 punti in 21′), ma Milano con la difesa di Hackett ed i canestri di Moss Gentile la tiene a distanza (55-45 al 25′). Cantù cala in attacco, Milano cresce in difesa: all’improvviso i brianzoli non segnano più e l’EA7, con la tripla di Samuels (ormai un’abitudine) ed un lay-up di Hackett, vola a +17 (62-45 al 28′). Sono allora Leunen e S.Gentile a far rifiatare Sacripanti, con un contro-break 0-5. Il terzo quarto si chiude sul 64-52 per gli uomini di Banchi.

La difesa canturina ed i canestri, ancora una volta, di Ragland (sfruttando anche una Milano in bonus dopo meno di 3′) riportano gli uomini di Sacripanti a -6 con 6′ da giocare: time-out per Banchi. Neanche questo però blocca il trend brianzolo e Cantù con 2 penetrazioni di S.Gentile si riporta a -2 (67-65 al 36′). L’EA7 si riprende e torna a segnare con A.Gentile in contropiede ma, ricadendo, il capitano biancorosso si infortuna (ed esce dal campo sorretto a braccia). Moss allunga fino a +9 il vantaggio biancorosso (74-65 al 38′), ma per Banchi ci sono brutte notizie: dopo Gentile fuori per infortunio, Hackett esce per 5 falli (oltre a Samuels e Lawal con 4). In campo ci va Cerella ed è proprio lui con 3 rimbalzi ed un tuffo che, ormai, si può definire “dei suoi” a condannare Cantù. L’EA7 Emporio Armani Milano batte l’Acqua Vitasnella Cantù 76-71.

BASKETINSIDE MVP: DAVID MOSS

TABELLINI:

MILANO: Gentile 13, Cerella 2, Melli 11, Hackett 9, Kangur 2, Athinaiou n.e., Samuels 10, Wallace n.e., Lawal 2, Moss 16, Jerrells 11. Coach: Banchi.

CANTU’: Abass 2, Uter 6, Rullo 0, Leunen 5, Jenkins 0, Buva 2, Marconato n.e., Ragland 27, Aradori 13, Cusin 2, Gentile 14. Coach: Sacripanti.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari