Mitchell è irreale, Cantù mette la terza e batte Reggio Emilia

Mitchell è irreale, Cantù mette la terza e batte Reggio Emilia

Devastante prova di Mitchell, con 36 punti nella vittoria di Cantù contro Reggio Emilia.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Cantù, pur priva di Parrillo (in settimana si sapranno gli esiti sulle sue condizioni), regola la Grissin Bon e centra la terza vittoria consecuvita in campionato confermando l’ottima condizione di forma. Termina 101-95, con 36 punti di un mostruoso Tony Mitchell da 36 punti in una serata in cui spicca il nome di Maurizio Tassone, protagonista con 8 punti nei quindici minuti in campo, tra cui una tripla in un momento difficile per i brianzoli. In doppia cifra anche Udanoh con 14 punti, Jefferson con 13 e il solito Gaines da 20 punti e 3 assist. A Reggio non basta la prova mostruosa di Ledo, che chiude con 41 punti e 8 falli subiti.

Cantù: Tassone-Gaines-Mitchell-Jefferson-Udanoh
Reggio: Candi- Mussini-Ledo-Griffin-Cervi

SUPER MITCHELL, MA REGGIO TIENE-Portano la firma di Cervi i primi due punti di giornata, con Cantù che però replica con Gaines e Mitchell per l’8-3 iniziale. Cervi e Ledo impattano a quota 8, ma Gaines prima e Blake poi danno l’ennesima spallata portando la formazione di casa sul 19-13. Elonu si mette in mostra con due belle schiacciate, ma Cantù trova nuovamente l’allungo sul 26-19 con due triple firmate Mitchell-Tavernari. Reggio però non molla e sfruttando un fallo antisportivo di Blakes ricuce fino al 29-25 che sancisce la fine del primo periodo. Nella seconda frazione sale in cattedra Mitchell: tripla, schiacciata, 2+1 e Cantù scappa sul 39-28. Cagnardi chiama timeout, ma il copione non cambia: 2+1 di Gaines, canestro di Mitchell ed è massimo vantaggio sul 44-30. Griffin da spettacolo con un pazzesco alley oop prima andando a segno da sotto poi, ma è una tripla in contropiede di Candi a ridare morale agli ospiti che tornano a meno sette. Passivo che diminuisce ulteriormente all’intervallo, con i liberi di Griffn a siglare il 49-45.

CANTU’INFILA LA TERZA E SCOPRE TASSONE- Dopo l’intervallo è la Grissin Bon a partire meglio, con Elonu a timbrare la parità. Equilibrio che la fa padrone, con le due squadre che continuano a rispondersi colpo su colpo, con il 58-58 dopo ventisette minuti di gioco. Tavernari colpisce ancora dall’angolo, ma Llompart dalla lunetta tiene incollati i suoi. Mitchell torna a farsi vedere, Gaines trova un’altra tripla e la Red October tocca nuovamente il più sette. I biancorossi dimostrano però ancora una volta carattere e prima mettono il naso avanti, poi nonostante la tripla di Mitchell replicano ulteriormente sulla sirena, con la bomba di Ledo per il 70-72. E’ ancora il numero cinque a colpire la difesa canturina, ma prima Tassone e poi Gaines entrambi a bersaglio dai 6.75 rimettono la Red October a meno uno infiammando il PalaDesio. Il sorpasso arriva poco dopo con Jefferson, obbligando gli ospiti al timeout. Reggio sbanda, Cantù si esalta con Tassone che mette una tripla irreale per il più sei interno, prima del 85-77 firmato Gaines. Elonu ferma il parziale canturino, Mitchell risponde con una schiacciata devastante, ma sono due triple di Butterfield a valere il meno tre ospite, sul 88-85. Cantù dalla linea della carità trova due possessi di margine (92-87), quando si entra negli ultimi due minuti di gioco. Mitchell perde palla, ma Reggio non ne approfitta con lo 0/2 di Elonu. Udanoh fa più sette a cinquanta secondi dal termine mentre si entra nella solita girandola di tiri liberi: Ledo fa 2/2, Udanoh 1/2 ma l’errore seguente della Grissin Bon dal campo e l’1/2 di Tassone manda i titoli di coda alla gara. Gli ultimi secondi servon solo a definire il punteggio finale di 101-95.

MVP BASKETINSIDE.COM: Mitchell
RED OCTOBER CANTU’ – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 101 95

Cantù: Gaines 20, Mitchell 36, Blakes 2, Udanoh 14, Baparapè ne, Parrillo ne, Davis 2, Tassone 8, Pallardo ne, Quaglia ne, Jefferson 13, Tavernari 8. All.Pashutin

Reggio Emilia: Mussini, Ledo 41, Candi 3, Gaspardo, Vigori ne, Butterfield 14, Elonu 11, Cervi 4, Cipolla ne, Griffin 10, Llompart 6, De Vico 6. All.Cagnardi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy