Pesaro corsara al Paladozza: contro la Fortitudo arriva la prima vittoria in campionato

Pesaro corsara al Paladozza: contro la Fortitudo arriva la prima vittoria in campionato

Un’ottima prestazione dei ragazzi di coach Sacco regalano a Pesaro una vittoria pesantissima sul campo della Fortitudo, diversa per prestazione e lucidità rispetto alla scorsa sfida contro Reggio Emilia.

di Mario Giuliante

La sorpresa del 2020 si chiama Pesaro capace di imporsi sul difficile campo del Paladozza battendo la Fortitudo per 80 a 77 . In un finale dalle forti emozioni, i ragazzi allenati da coach Sacco si regalano una prestazione maiuscola trovandosi sempre in vantaggio in tutti i quarti e limitando di netto la squadra di Antimo Martino. Tra le fila marchigiane Williams, Totè e Pusica regalano i punti necessari per una vittoria pesantissima. La Fortitudo, altalenante nella prestazione e non troppo lucida sotto l’aspetto mentale, è capace di svegliarsi solamente nel finale con Aradori (21 punti per lui) trovando, a pochi secondi dalla fine, i punti del -3, non sufficienti ad evitare la sconfitta.

Un primo quarto di equilibrio nei primi minuti dove ai punti di Pesaro risponde bene la Fortitudo. Tra le fila marchigiane si fanno notare Williams e Totè (6 punti per loro) e Pusica (8 per lui) che con i suoi punti chiude il quarto a favore di Pesaro sul 18 a 22. Tra le fila biancoblu Aradori e Robertson tengono in piedi la Fortitudo (rispettivamente 4 e 6 punti per loro), con un Sims formato difensore che giganteggia sotto canestro e che grazie alle sue tre stoppate riesce limitare il vantaggio pesarese sul +4.

Nel secondo quarto continua la striscia positiva di Pesaro che con Williams e Miaschi trova il primo vantaggio al Paladozza per 20 a 31. Le giocate e i punti di Daniel e Sims risultano essere poca roba nei confronti di una Pesaro che, grazie alle proprie giocate, riesce a trovare il vantaggio del +12 a metà tempo per 34 a 22. C’è bisogno del miglior Leunen per rimettere in piedi la partita e la Fortitudo: il professore nel finale sale in cattedra siglando ben 11 punti, riducendo lo svantaggio e portando le squadre a riposo sul 34 a 41 per Pesaro.

Il terzo quarto si apre subito con la tripla di Pusica per il +10 pesarese (34 a 44) alla quale risponde subito Aradori riportando la effe sul -7. Ad Eboua risponde ancora Aradori coadiuvato da Sims che accorcia ulteriormente per il -2 Fortitudo (44-46). Il solito Williams prova ad allungare nuovamente ed insieme a Barford e Totè, Pesaro trova nuovamente il vantaggio del +8 (44-52) a meno di quattro minuti dalla fine. A tre minuti dalla fine Cincairini prova ad accorciare sul -6 ma la tripla di Pesaro tiene a distanza la squadra di Martino sul 46 a 56. La tripla di Zanotti prima, la schiacciata di Daniel e quella di Eboua nel finale chiudono il quarto sul 62 a 51 per Pesaro.

L’ultimo quarto vede in Barford e Pusica i giocatori del 66 a 53 per Pesaro nei primi minuti. Il -9 per la Fortitudo arriva dai tiri liberi di Sims intorno alla metà del quarto ma una brutta palla persa a centrocampo vanifica il tutto restituendo ulteriore vantaggio a Pesaro. A quattro minuti dalla fine Pesaro è avanti per 70 a 59; la tripla del +13 di Pusica a tre minuti dalla fine sembra destinata a chiudere definitivamente i conti al Paladozza. A 30 secondi dalla fine Robertson e Aradori portano la Fortitudo sul 72 a 77; la tripla di Aradori sul 75 a 77 ma i tiri liberi di Williams regalano il successo a Pesaro per 80 a 77.

MVP Basketinside: Vasa Pusica

Fortitudo Pompea Bologna: Fantinelli pt.8, Robertson pt.9, Aradori pt.21, Leunen pt.13, Stipcevic pt.0, Mancinelli pt.0, Cinciarini pt.3, Sims pt.16, Daniel pt.7, Buscaroli N.E., Dellosto N.E.
Carpegna Prosciutto Basket Pesaro: Barford pt.12, Drell pt.0, Mussini pt.9, Williams pt.17, Pusica pt.15, Miaschi pt.4, Eboua pt.4, Thomas pt.0, Tote pt.12, Zanotti pt.7

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy