LBA QF-G3 Pesaro regge 20′ poi crolla contro una Virtus Bologna che vola in semifinale

0

Quintetti:

Carpegna Prosciutto: Moretti, Sanford, Delfino, Mejeris, Jones

Segafredo: Hackett, Cordinier, Hervey, Weems, Jaiteh

1° QUARTO: Parte subito forte la Virtus con due triple che valgono lo 0-8 nei primi 2 minuti, ma la VL risponde con un controparziale di 7-0 nell’arco di 60 secondi. Hackett porta i suoi sul +3 ma Moretti impatta dall’arco; il grande ex di serata prova a caricarsi le Vu nere sulle spalle portandole sul +4, con Hervey che punisce i mismatch allargando il divario al 7’. Lamb inizia la sua gara con 5 punti consecutivi che valgono il 15 pari, con Jones che poi allunga il parziale, ma Pajola riporta la squadra capolista al comando; negli ultimi secondi, Belinelli risponde al numero 20 biancorosso per il 19-21.

2° QUARTO: Tambone dall’arco segna il nuovo vantaggio VL, con un ispirato Lamb che dopo 90 secondi senza canestri, firma un 3+1 che vale il +5 Pesaro. Alibegovic si sblocca così come Zanotti poco dopo costringendo Scariolo al timeout; Tessitori con un buon gancio ricuce ma Mejeris riporta a distanza Bologna sul 31-25 al 15’. Hackett ancora una volta si carica Bologna sulle spalle, ma un paio di conclusioni sputate impediscono l’aggancio; la VL ci mette del suo sbagliando incredibili canestri con Jaiteh che inchioda il 33 pari. Weems risponde a Sanford per il 35 pari che chiude una concitata prima metà di gara.

3° QUARTO: Jones torna a realizzare dopo oltre un quarto, ma risponde immediatamente il suo pariruolo bianconero; Moretti bersagliato dalla terna commette il suo quarto fallo, Hackett trova un’altra tripla ed esalta nuovamente i campioni d’Italia che conquistano la prima vera inerzia della gara sul 39-47 al 25’. Tambone chiude il parziale negativo, ma Jaiteh e Weems allungano sul +10; Moretti torna nel match pungendo dall’arco, così come Cordinier al 28’. Belinelli combina 6 punti e fa infuriare Banchi per un fallo sospetto che vale il 45-59.

4° QUARTO: Alibegovic combina 4 punti e risponde alla coppia Jones-Tambone tornando al +14 ospite; è solo il giocatore italiano delle Vu nere a trovare punti nei primi 5’ del quarto, ma è quanto basta per tenere sempre alla stessa distanza la squadra di casa. Lamb prova a ricucire con due incursioni ma Hervey da 8 metri dice 53-69 al 34’ mettendo una seria ipoteca all’incontro; gli ultimi minuti sono una formalità, con Delfino che inchioda dopo una palla recuperata all’ex pesarese, lasciando poi il campo in mezzo a scroscianti applausi. Spazio quindi per Mannion, Ruzzier e Stazzonelli che entrano in campo giocando gli ultimi minuti stagionali della VL, mentre la Virtus attende la sua semifinalista

MVP Basketinside: Daniel Hackett (12 punti, 3/3 da 3, 5 falli subiti, 5 rimbalzi)

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: 55-75 (19-21, 35-35, 45-59)

Pesaro: Mejeris 7, Moretti 7, Tambone 7, Stazzonelli 0, Lamb 15, Camara ne, Dia ne, Zanotti 2, Sanford 4, Demetrio ne, Delfino 5 Jones 8 All. Banchi

Bologna: Tessitori 4, Cordinier 6, Mannion, Belinelli 11, Pajola 3, Alibegovic 9, Hervey 7, Jaiteh 15, Hackett 12, Sampson, Weems 8, All. Scariolo