Pesaro regge per 25′ poi Vojvoda trascina alla vittoria la sua Reggio Emilia

Pesaro regge per 25′ poi Vojvoda trascina alla vittoria la sua Reggio Emilia

Continua la striscia di vittorie di Reggio Emilia contro Pesaro, che dopo averla battuta 3 volte in precampionato, infierisce nuovamente.

di Alessandro Kokich
Per la quarta volta nel giro di due mesi, Pesaro affronta Reggio Emilia; dopo 3 partite vinte in precampionato, la squadra di Buscaglia continua a vincere contro la squadra di Perego. Nonostante il roster leggermente ritoccato da parte dei pesaresi, non è cambiato l’esito del match.  Reggio inizia subito forte raggiungendo dopo metà quarto il punteggio di 9-17 grazie soprattutto ad un ottimo inizio di Upshaw che ha messo a segno 9 punti nei primi 10′. Pesaro poi rimane sempre a distanza di una decina di punti con i giocatori di Reggio pronti sempre a respingere ogni minimo tentativo di rimonta; bene l’inizio del secondo tempo per la squadra di casa che riesce ad ottenere un nuovo pareggio a quota 48, sprecando però troppi palloni che sarebbero valsi il secondo vantaggio della partita, dopo il 5-4 iniziale. Decisiva la risposta di Vojvoda e di Upshaw che dal pareggio hanno trovato un 4/4 da dietro l’arco che ha deciso la partita.
Quintetti:
Carpegna Prosciutti Basket: Pusica, Barford, Drell, Thomas, Chapman
Grissin Bon: Johnson-Odom, Mekel, Fontecchio, Upshaw, Owens
1° QUARTO: Il doppio canestro di Owens apre il match, seguito dai canestri di Pusica e Champman. Il pivot reggiano segna nuovamente al terzo tentativo e Perego è costretto a mandare in campo Eboua che sostituisce il “centro” marchigiano; anche lui colpisce da 3 punti, subito replicato però da Upshaw sul 9-13 dopo 4′. Quattro rapidi canestri della squadra di Buscaglia, senza alcuna difesa, replicati da altrettante sconclusionate azioni offensive lanciano gli ospiti sul +10 tra le ire del pubblico presente. Mussini segna la prima tripla da ex, Barford inchioda e Buscaglia chiede subito la sospensione. Il numero 0 continua a colpire ed insieme all’ex di giornata fa segnare il 20-21 prima della tripla di Fontecchio che chiude la frazione.
2° QUARTO: Eboua continua a farsi notare in positivo, così come Vojvoda che segna 5 punti in 1 minuto per il 22-29. La difesa locale costringe Reggio a tenere nuovamente la palla in mano dopo 24″ denotando una difesa più combattiva rispetto al solito; Eboua vola sopra il ferro, mentre Upshaw e Vojvoda continuano a scatenarsi da dietro la linea dei 3 punti facendo segnare l’allungo sotto il punteggio di 26-35 con una VL che reagisce trovando 7 punti grazie a Miaschi e Chapman a 180 secondi dal termine del tempo. L’ungherese in maglia rossa continua a trovare canestri di pregevolissima fattura con Mekel che costringe Perego all’ultimo time out sul punteggio di 35-43, che chiude la frazione.
3° QUARTO: Dopo 2 triple sul ferro, Pesaro trova la retina con Barford, così come il pari ruolo Johnson-Odom dopo pochi secondi; il conteggio dei tiri liberi pesaresi si sposta sull’1/6 ma per loro fortuna ci pensano Chapman e Miaschi a creare un parziale di 10-0 con il punteggio che torna in parità al 25′ in una VitriFrigo arena che si fa sempre più calda. Upshaw e Vojvoda spengono nuovamente gli animi con tre triple sul 48-57 frutto di altrettanti tiri forzati dall’altra parte, facendo un controbreak di 12-0 chiuso da 6 punti di Pusica; Vojvoda continua a respingere indietro i pesaresi lanciando i suoi sul 54-63 a 10 minuti dal termine della gara.
4° QUARTO: Fontecchio regala all’ungherese il punto numero 20 in una frazione che inizia più statica; è il giocatore ex Milano a far segnare il nuovo +10 rispondendo al canestro di Barford. Upshaw torna a segnare e lo fa nel miglior momento per la Grissin Bon che approfitta di tiri sconclusionati locali per allungare sul 59-71 a 6′ dalla fine. Perego prova una “finta” difesa 3-2, definita tale perchè pronti-via arriva subito la tripla dalla punta che ritocca il massimo vantaggio sul +17. Barford commette il secondo antisportivo della gara concludendo l’ennesima partita in modo opaco. Gli ultimi 4 minuti sono puro garbage time per gli ospiti con i tifosi locali che cominciano ad abbandonare “l’astronave” anzitempo mentre i presenti aspettano il -25 finale per esprimere a gran voce il proprio dissenso.
CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA:  65 – 90 (20-24, 15-19, 19-20, 11-27)
Carpegna Prosciutto Basket: Barford 11, Drell 2, Mussini 13, Pusica 11, Solari ne, Miaschi 7, Eboua 7, Chapman 14, Basso ne, Thomas, Zanotti All. Federico Perego
Grissin Bon: Johnson Odom 14, Fontecchio 7, Pardon 6, Candi, Poeta, Vojvoda 20, Infante ne, Owens 10, Upshaw 20, Cipolla ne, Diouf, Mekel 13 All. Maurizio Buscaglia
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy