Pesaro risorge a Sassari e riapre la corsa salvezza

0

La Carpegna Prosciutto Pesaro sbanca di orgoglio il PalaSerradimigni nel lunch match del 26° turno e batte il Banco di Sardegna Sassari. Avvio di partita ad alto punteggio e, nonostante gli ospiti cerchino di tenere la scia degli avversari con le bombe di Mazzola (15 punti) e Bluiett (16 punti, 6/9 al tiro), la Dinamo parte meglio realizzando al ferro con Charalampopoulos (11 punti, 5 rimbalzi e 4 assist), Tyree (22 punti, 5 rimbalzi e 3 assist) e Gombauld (12 punti e 5 rimbalzi) e innescando anche il tiratore Jefferson (11 punti e 4 assist), autore delle due triple valevoli il 15-6. La Carpegna Prosciutto comunque non molla e risponde ai centimetri di Diop e Gombauld con la versatilità in transizione dei propri lunghi Mazzola e McDuffie (14 punti, 6 rimbalzi e 4 recuperi), oltre che di un concreto Cinciarini (19-16). Grazie a una tripla del neoentrato Visconti e alle belle iniziative dal palleggio di Tambone (11 punti) e Ford (9 punti), Pesaro completa il riaggancio sugli avversari, Tyree e una tripla di McKinnie (19 punti, 7/7 al tiro, 7 rimbalzi, 27 di valutazione) scuotono Sassari ma una coppia di liberi firmati da Visconti mantiene la Carpegna Prosciutto a stretto contatto. Il quarto poi si chiude con la spettacolare tripla di tabella sulla sirena, che vale anche il sorpasso sul 26-28. L’ottimo momento dei marchigiani viene proseguito da Ford e un gioco da tre punti dello scatenato Tambone, Charalampopoulos e Diop dalla lunetta interrompono il break di 0-10 ospite e i guizzi di Jefferson e McKinnie riavvicinano il Banco di Sardegna sul 32-35. Una tripla ben costruita e finalizzata da Bluiett e due tiri in corsa di Wright-Foreman (18 punti e 4 assist) provano a far riallungare Pesaro ma Cappelletti (11 punti, 4 rimbalzi e 4 assist) e Diop in contropiede e un gioco da tre punti di McKinnie riavvicinano la Dinamo sul 39-42. Dopo un botta e risposta dall’arco tra Bluiett e Tyree, Wright-Foreman piazza la spettacolare tripla con fallo subìto del +6 biancorosso, sebbene poi le giocate nel pitturato di Gombauld e Tyree rimettono il Banco di Sardegna a un solo possesso di distanza. Il tempo si chiude poi con una gran penetrazione vincente di McDuffie, che manda le squadre negli spogliatoi sul 46-50.
I biancoblu, comunque sia, iniziano al meglio la ripresa con una tripla di Jefferson, un dominante Gombauld nel pitturato e un altro paio di accelerazioni vincenti di Tyree che costringono coach Sacchetti al timeout sul 55-52. Con i canestri dalla distanza di Tambone e Mazzola, tuttavia, la Carpegna Prosciutto ritrova vigore e riesce ad arginare la presenza di McKinnie e Gombauld sotto i tabelloni e poi McDuffie sale in cattedra con liberi e fondamentale canestro da lontano del 63-62. Il sorpasso ospite è poi cosa fatta grazie a una magia di Wright-Foreman, sebbene poi un paio di guizzi di Cappelletti e cinque punti consecutivi dell’ex Charalampopoulos ridiano animo al PalaSerradimigni (72-66 dopo 30’).

Il match resta comunque in equilibrio, dato che, nonostante un’altra bella giocata di Tyree, Wright-Foreman segna una coppia di tiri dalla distanza e Cinciarini (8 punti, 7 rimbalzi, 6 assist, 21 di valutazione) arma la mano di Ford, che dall’angolo non sbaglia e pareggia i conti sul 74-74 a 7’ dalla fine. Dopo una tripla di carattere di Cappelletti, Cinciarini si incunea nel pitturato avversario e una super penetrazione di Wright-Foreman ribatte ad un’affondata di Diop per il 79-78 con ancora 5’ sul cronometro. A seguito di una bella incursione di McKinnie, McDuffie dalla lunetta e Wright-Foreman tengono incollata la Carpegna Prosciutto e poi Bluiett risponde al cecchino Charalampopoulos con la tripla del sorpasso dell’84-85. Un bel recupero di Cinciarini viene poi finalizzato da Bluiett in transizione per il +3 Pesaro entrando negli ultimi 120” della partita, McKinnie dalla lunetta è preciso solo a metà e Mazzola ne approfitta non tremando dalla linea della carità (89-85). Dopo una bella penetrazione di Tyree, Charalampopoulos commette un fallo in attacco e lo scatenato Bluiett dall’altra parte si prende il ferro con il super appoggio del +4 a 35” dalla fine. Successivamente, Jefferson commette una palla persa, Cinciarini e Mazzola dalla lunetta sigillano il gran blitz marchigiano, rendendo vani gli ultimi guizzi di McKinnie e Cappelletti. Finisce 91-96.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO 91-96 (26-28; 46-50; 72-66)

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Cappelletti 11, Pisano ne, Treier ne, Tyree 22, Kruslin, Raspino ne, Gandini ne, Diop 5, Gombauld 12, Mckinnie 19, Jefferson 11, Charalampopoulos 11 Coach: Markovic

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: McDuffie 14, Bluiett 16, Visconti 5, Wright-Foreman 18, Ford 9, Maretto ne, Tambone 11, Cinciarini 8, Mazzola 15, Fainke Coach: Sacchetti

Arbitri: Borgioni, Bartolomeo, Paglialunga

UFF. STAMPA LEGA BASKET A