Pesaro torna a fare la padrona di casa: battuta ed agganciata Varese

0

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, non importava il modo, contavano solo i due punti per i padroni di casa per tornare a vincere sul proprio campo e cercare di uscire dalla crisi che ormai da troppo tempo attanaglia la formazione pesarese.

Pesaro ha dovuto soffrire tanto, come del resto era prevedile, per avere la meglio di una Varese che ha mostrato anche stasera di meritare la buona posizione di classifica che occupa, cercando costantemente di mettere in risalto i punti deboli degli avversari ma che a sua volta, come quasi mai le era successo prima, è stata vittima delle proprie incertezze palesate nell’ ultimo quarto, quello decisivo, quando ha buttato via una partita che sembrava in grado di vincere.

La formazione pesarese è stata letteralmente sospinta da un ritrovato Daniel Hackett, autore di 19 punti e che è sembrato di nuovo leader e punto di riferimento per i compagni. Buonissimo anche il primo tempo di Jumaine Jones ed il finale del play Hickman che ha siglato i punti della staffa dalla lunetta dopo aver per altro subito in lungo ed in largo il confronto con i play varesini, con Stipcevic soprattutto vero mattatore dell’ incontro per buona parte della sfida.

Detto della prova maiuscola del play della Cimberio, il vero limite della formazione lombarda è stato proprio  quello di non aver trovato per lui una degna spalla, in attacco soprattutto.

La vittoria non dirada del tutto le nubi dall’ ambiente pesarese, la vittoria di stasera è oro colato in questo momento, restano tuttavia notevoli e palesi errori strutturali nel roster e la sensazione che la squadra giochi ben al di sotto delle proprie potenzialità, che erano state tuttavia sopravvalutate alla vigilia del campionato.

CRONACA

1 QUARTO  Si inizia subito con il primo canestro di Diawara a cui risponde Hackett, Varese si mette ben presto a zona ma sbaglia molto in attacco e le conclusioni di Hackett ed Hickman portano Pesaro sul 10 a 4 dopo quattro minuti di gioco. L’ ingresso di Rannikko rianima Varese, il gioco si fa più fluido, le difese sono poco aggressive, Hackett mette a segno il suo 10 punto dopo soli otto minuti, Pesaro prende ancora un piccolo vantaggio subito ricucito dai lombardi grazie alle due triple in fila di Rannikko prima e Kangur poi. Le due squadre si sorpassano a vicenda prima che un canestro di Lydeka ed un libero di Hickman fissino il funteggio sul 21 a 18 per i locali al termine del primo quarto.

2 QUARTO  Il quarto inizia con il ritorno in campo del baby Traini tra i pesaresi, per molte partita dimenticato in panchina da coach Dalmonte, Pesaro appoggia molto il gioco su White che fa collassare spesso la difesa su di lui favorendo i compagni di squadra ed in particolare è Cavaliero il più attivo tra i suoi che firma il primo vero tentativo di allungo pesarese che ha il suo massimo vantaggio con il libero di Lydeka ( 26 a 18). Varese non si scompone e in un amen ricuce lo svantaggio con i canestri di Stipcevic Garri e Kangur ed al 14′ è di nuovo pareggio sul 26 a 26. Entra anche Talts tra gli ospiti e la sua presenza si fa sentire sotto le plance, Hackett commette il suo terzo fallo ed è costretto ad uscire, Stipcevic sale in cattedra e con due triple consecutive porta Varese avanti 36 a 32 e poi al massimo vantaggio sul 38 a 32 firmando un parziale di 20 a 6. Nel finale della frazione, i liberi di White e Jones avvicinano i pesaresi sul meno due prima che un’ altra tripla dello scatenato Stipcevic inchiodi risultato sul 41 a 36 per Varese che chiude cosi il primo tempo avanti meritamente.

3 QUARTO

La ripresa del gioco è caratterizzata da moltissimi errori da entrame le parti, tuttavia Varese da la sensazione di essere più reattiva, per quasi 3 minuti non si segna, il primo canestro è del solito Stipcevic dall’ arco dei 6.75. Pesaro si sveglia un pò e con Hackett in contropiede si riavvicina ( 40 a 44), anche Cusin si mette in ritmo e va a referto anche se la zona proposta da Recalcati chiude tutti gli spazi in area e costringe i pesaresi a girare molto per linee esterne in attacco con scadenti risultati. C’è tempo pure per la tripla del lettone Talts per il nuovo +4 esterno, Jones non è da meno e gli risponde dall’ arco, a sua volta imitato dal finlandese Rannikko che lascia avanti Varese sul 54 a 49. Il quarto si chiude con Pesaro che si fa di nuovo sotto grazie ai canestri di Hickman in penetrazione e di Jones da sotto( 54 a 53 Varese).

4 QUARTO

La tensione è palpabile, la posta in palio è grossa soprattutto per i padroni di casa, dopo che il primo canestro di Reati da tre punti di vantaggio agli ospiti, è un contropiede di Hackett ad accendere il pubblico di casa, Varese non sbanda ma la verve di Cavaliero prima ed un canestro di Lydeka poi riportano Pesaro in vantaggio ( 60 a 58) costringendo  Recalcati a chiamre time out. Tuttavia Pesaro si fa ancora molto aggressiva in difesa e fa perdere due palloni consecutivi per infrazione di 24′ agli avversari senza però capitalizzare più di tanto in attacco quanto di buono fatto in difesa. La partita diventa ancora più tesa, Ganeto segna da tre, Cusin riporta la parità a quota 61, parità che si protrae ancora sul 64 pari a 2 minuti e venti dal termine. Ora la partita si gioca molto con i tiri dalla lunetta, White da il + 3 a Pesaro ma i liberi di Stipcevic portano Varese sul meno uno( 67 a 66) ad un minuto dalla fine, Hickman sbaglia da tre ma il rimbalzo è di Jumaine Jones che dalla linea fa 1/2 ( 68 a 66). Sulla successiva azione Stipcevic perde palla in entrata, Hickman fa 2/2 dalla linea e da 4 punti di vantaggio a Pesaro con 14 secondi da giocare. Al rientro dal time out Stipcevic realizza in sottomano, poi di nuovo Hickman dalla lunetta fa ancora 2 su 2 dalla lunetta dopo il fallo subito prima dell’ ultimo ed inutile tentativo da tre punti fallito da Hurtt. Pesaro chiude sul 72 a 68.

TABELLINI

PESARO  White 7  Traini 0  Cavaliero 4  Hickman 15  Cusin 4  Flamini 0  Hackett 19  Lydeka 6  Jones 17

VARESE Hurtt 6  Stipcevic 21  Rannikko 8  Talts 9  Diawara 4  Reati 2  Garri 2  Kangur 8  Ganeto 3  Fajardo5

TIRI DA DUE    PESARO 22/38    VARESE 15/32

TIRI DA TRE  PESARO 1/11    VARESE 10/27

TIRI LIBERI  PESARO  25/36   VARESE  8/10

RIMBALZI   PESARO 30   VARESE 29

VALUTAZIONE   PESARO 84    VARESE 44