Pistoia, l’incubo continua. Brescia la batte, la inguaia e si tiene in corsa playoff

Pistoia, l’incubo continua. Brescia la batte, la inguaia e si tiene in corsa playoff

Per l’Oriora arriva la sesta sconfitta consecutiva. Per Brescia il terzo successo di fila, il quarto nelle ultime cinque uscite.

di Fabio Rusconi

Una partita mai banale, quella che vede di fronte Brescia e Pistoia. Le ruggini di quella finale di A2 datata 2014 non sono mai state scomparse, ma il PalaLeonessa gremito come nelle grandi occasioni non viene deluso dalla Germani. La Leonessa soffre più del previsto, com’è consuetudine in questa stagione, ma alla fine regola Pistoia e la mette a nudo di fronte ai propri demoni. L’Oriora non risponde ai successi di Pesaro e Reggio Emilia, si ritrova nuovamente fanalino di coda del campionato, a fare i conti con la sesta sconfitta consecutiva. Pistoia paga le rotazioni ridotte, soffre la fisicità difensiva bresciana in particolare nel secondo e quarto periodo, oltre che in apertura di ripresa, e si vede alla fine sbeffeggiata dalla curva bresciana, la quale espone uno striscione che recita “A2 Affondati”. Definire Pistoia affondata è sicuramente prematuro vista anche la prestazione fornita dai ragazzi di coach Bongi, che da seetimana prossima tornerà a ricoprire il ruolo di vice. Brescia invece infila la terza vittoria consecutiva, la quarta nelle ultime cinque uscite, trova lifa vitale dal miglior Abass di stagione, da uno Zerini sempre presente e da una panchina più profonda che,alla fine, si è rivelata l’ago della bilancia della sfida, assieme ai cinque giocatori mandati in doppia cifra dalla squadra di coach Diana. Brescia rimane in piena corsa playoff ma ora dovrà fare i conti con un finale di campionao complicato, andando  sfidare formazioni importanti come Milano, Venezia e Bologna. La sensazione è che tre vittorie non basteranno, quindi per la Leonessa la strada è ancora ripida e tortuosa.

Molto fisico l’inizio del match, con le squadre che non si risparmiano colpi duri rifilati a vicenda. E’ la Leonessa a partire meglio con Abass che segna i primi tre canestri in pitturato della sua partita e trova il +5 (10-5 al 4′). Timeout Pistoia che risponde con un break 13-2 propriziato dalle sortite offensive di Mitchell e Krubally e prende il comando delle operazioni, costringendo anche la panchina bresciana a fermare il gioco (12-18 al 7′). Hamilton ferma il parziale ma l’ex Cantù è scatenato e Pistoia allarga il vantaggio fino al +13 (14-27 al 9′). Male la Germani offensivamente, la quale pasticcia rendendo l’attacco spesso lento e prevedibile, con Cunningham e Hamilton che sparano a salve dando il là ai contropiedi toscani, che chiudono avanti i primi 10′ (16-27). L’Oriora inizia la seconda frazione mettendo la sesta tripla della propria serata su dieci tentativi e tenta l’allungo. Pronta reazione Brescia, che si aggrappa a un Abass miglior realizzatore fin qui (14 all’intervallo per lui) per ricucire fino a -7 (23-30 al 14′), ma esaurisce presto il bonus, salendo tuttavia in attacco sale di tono grazie a giocate di Abass di altissimo livello. L’ala della Nazionale si carica la squadra sulle spalle e la aiuta, lenta e inesorabile a rosicchiare punti. Da contraltare l’attacco pistoiese si blocca, sprecando opportunità per muovere il tassametro anche dalla lunetta, dove al ventesimo l’Oriora registra un negativo 33% (3/9) (30-34 al 17′). Nel momento di raggiungere Pistoia, tuttavia, anche la Leonessa si fa prendere da manie di spreco, cercando finezze anche non necessarie e portando a casa soli 4 punti nei successivi 2′ abbondanti, tutti a firma Moss. Pistoia mantiene la calma, aiutata anche da qualche non-fischio della terna contro la propria difesa e vola nuovamente a +5 con la bomba di un positivo Mitchell (34-39 al 19′). All’intervallo però Brescia si rifà sotto con Vitali e la prodezza Hamilton sulla sirena (38-40).

Secondo tempo inaugurato dal bersagio dalla lunga distanza di un super Abass fin qui. Brescia prende il comando della sfida e prova subito la spallata decisiva con un 7-2 ad aprire il secondo tempo. +4 Germani e timeout coach Bongi. Brescia tocca anche i due possessi pieni di vantaggio poco dopo (50-44 al 24′) ma Pistoia è tutt’altro che intenzionata a farsi da parte, alza l’intensità difensiva e stampa un parziale di 9-0 in faccia alla Germani con il quale si riporta avanti (52-53 al 27′). E’ Mitchell il principale protagonista realizzativo per i biancorossi, per lui 21 alla fine del terzo quarto. Brescia fatica a rimanere nella contesa, soprattutto se a tirare non sono gli italiani. Gli americani faticano a trovare il fondo dalla retina, accontentandosi spesso di soluzioni da oltre l’arco (1/5 per Cunningham, 0/6 per Hamilton al 30′). La Germani allora sfrutta i suoi panchinari, Laquintana e Moss su tutti, per attaccare le corte rotazioni avversarie e chiudere il terzo periodo in vantaggio (62-61). Bongi si gioca la carta del quintetto piccolo, con Auda da “cinque” ma in tutta risposta riceve un break 7-2 griffato dal duo AbassLaquintana che spedisce Brescia al +6 (69-63 al 33′). Bolpin prova a dare ossigeno ai suoi ma Brescia è implacabile: Cunningham prima e Sacchetti poi (il primo assistito da Moss che aveva commesso un’infrazione di passi, sia in partenza che in arresto, incredibilmente non visti da una terna insufficiente stasera) sganciano le due triple che fanno volare la Germani al massimo vantaggio (75-66 al 35′). Ma la sfida non è finita, si procede tuttavia punto a punto. Pistoia si vede negato qualche altro fischio in una partita surreale per la terna, patendo anche errori banali sotto il ferro di Crosariol e Auda. La Leonessa ritrova invece un minimo di fluidità offensiva con Vitali e con un Zerini sempre presente in difesa e a rimbalzo. Di quest’ultimo sono i due liberi che mettono Brescia sul +9 a 2′ dalla sirena finale (83-74. Krubally prova a dare una speranza ai suoi, ma Hamilton piazza la tripla della staffa. Vince Brescia, 87-76.

GERMANI BASKET BRESCIA vs ORIORA PISTOIA 87-79 (16-27; 38-40; 62-61)

BRESCIA: Vitali 12, Cunningham 14, Abass 20, Hamilton 11, Beverly 0 (Zerini 9, Moss 10, Sacchetti 3, Laquintana 8, Caroli n.e., Veronesi n.e.). All: Diana

PISTOIA: Odum 7, Peak 5, Mitchell 21, Auda 10, Crosariol 7 (Bolpin 15, Della Rosa 8, Krubally 4, Mesicek 2, Del Chiaro n.e., Di Pizzo n.e., Querci n.e.). All: Bongi

MVP BASKETINSIDE: Awadu Abass

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy