Pistoia non sa più vincere in casa: Bologna la fa sua 73-72!

di Matteo Manca

Nella cornice splendida del PalaCarrara, ormai un abitué, la Giorgio Tesi riceve la Granarolo Bologna. Parte forte Pistoia trascinata da un ottimo Cinciarini. Bologna prova a restare agganciata, ma Williams trova la bomba del 12-6. E non siamo neanche a metà quarto. Hazell risponde però con un’altra super bomba. Ma Pistoia è più in palla, e una grande azione, finalizzata da un alley oop di Johnson, fa esplodere il palazzo. Siamo sicuri che finirà sicuramente fra le top three di giornata. Come dicevano, Pistoia risulta più brillante grazie alla difesa, che sembra ulteriormente registrata. Dopo i soliti problemi di condensa del PalaCarrara, però, Bologna ritrova il giusto piglio per trovare il pareggio con Fontecchio e il solito Hazell sugli scudi. Termina così il primo periodo, con Pistoia avanti di un punto, 22-21. Bene finora Cinciarini per ì biancorossi, 9 per lui, e Hazell per V nere. Si riparte, e dopo tre rimbalzi offensivi di Bologna, Cinciarini e Milbourne con due triple ristabiliscono un divario più rassicurante per i ragazzi di Moretti. Al 14′ è 32-26. Botta e risposta Hazell-Milbourne, col secondo che sembra aver trovato il giusto smalto dopo un inizio di stagione particolarmente incolore. Poi la partita prende una piega molto confusionaria. Bologna che sotto canestro fa un po’ quel che vuole, accentuando ancor di più i problemi di “peso” dei lunghi biancorossi. Dal canto suo Pistoia non si fa mancare la solita precipitevolezza nel costruire qualcosa di buono. A due minuti dalla sirena della conclusione del primo tempo, Williams deve uscire per una brutta botta al volto causata da un contatto fortuito. Bologna mette la zone-press a tutto campo e per Filloy e compagni è buio pesto. Valli sembra aver trovato la giusta chiave per mettere in difficoltà la banda di Moretti. Certo è, che questa intensità difensiva farà spendere molte energie. Ma la cosa sicura è che ha dato la giusta spinta ai bianconeri, trovando il nuovo pareggio, con Imbrò, autore di una tripla da paura, dopo l’ennesimo rimbalzo offensivo. Così si conclude il primo tempo, in pareggio, 38-38. Per i padroni di casa bene Milbourne e Cinciarini. Le V nere hanno in Ray e Hazell le frecce al loro arco più efficaci. Oltre al dato complessivo dei rimbalzi: 27 a 11 per gli ospiti, reso ancora più imbarazzante se andiamo a vedere lo score offensivo, un 12-1 che mette una pezza alle deficitarie percentuali dal campo dei bolognesi.

Il secondo tempo si apre con un parziale di 7-0 per Pistoia, Mazzola lo chiude con i primi due punti della sua partita, condizionata da troppi falli per lui (3) nella prima parte di gara. Che arrivano a 4 ancor prima del 25′. Pistoia continua la sua ottima vena realizzativa con un gioco da tre trasformato da Cinciarini e una tripla di Williams, ristabilitosi dall’infortunio. Il match scivola via sul binario del punto a punto con il solito Hazell a firmare il pareggio con una schiacciata in contropiede. Il punteggio dice 58-58 al termine dell’ultima pausa. Un buon Mazzola con 8 punti è il top del terzo quarto. E con 4 falli all’attivo! L’ultimo quarto si apre con la solita intensità offensiva di Pistoia, spinta dal pubblico, una bolgia il PalaCarrara, accesa ulteriormente dall’alley oop inchiodato da Johnson, stasera lui segna solo così. Valli è costretto a chiamare time out. I suoi sembrano soffrire la zona aggressiva di Moretti. Ray non ci sta però è con un personalissimo parziale di 5-0 – da segnalare l’ottima tripla sull’altrettanto ottimo assist di Mazzola – che tiene a galla le V nere. Poi Fontecchio trova il -3 con una splendida palla rubata. Time out per Moretti. Pistoia però rimane troppo confusionaria e Ray la punisce con la tripla del -2 a neanche un minuto dal termine. Poi scintille Mazzola-Williams che costano un doppio tecnico, mettendo a sedere il lungo bolognese, autore di una splendida partita. Bologna si dimostra più in partita e completa l’operazione sorpasso a 15″ dal termine con una tripla del Golden Boy Fontecchio. Time out Pistoia, la palla è di quelle che scottano ed è affidata a Hall. La sua penetrazione però non è premiata e Bologna trova i due punti preziosi. Pistoia non riesce ad “espugnare” il PalaCarrara , diversamente dall’anno scorso quando era diventato un fortino.

Le parole di Valli sanno di rivalsa, rammentando il debito con la sfortuna maturato l’anno scorso (vinse Pistoia con un tiro allo scadere di J.J. Johnson, ndr) sottolineando l’ottimo lavoro che i suoi ragazzi svolgono durante la settimana e che iniziano a dargli i frutti sperati. Moretti è laconico, ostentando tranquillità ma sa benissimo che il lavoro è ancora tanto da fare per mettere insieme un’idea di squadra. Qualche recriminazione sull’arbitraggio ricordando il doppio tecnico fischiato a Mazzola e Williams e che a parere del tecnico aretino non è stata una chiamata felice.

PISTOIA – BOLOGNA 72-73

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Cinciarini 18 (4/8, 3/6), Hall 5 (1/6, 1/3), Williams 8 (1/6, 2/4), Milbourne 17 (6/10, 1/2), Johnson 10 (4/7), Brown 7 (3/6, 0/1), Filloy 5 (1/3, 1/4), Magro 2 (0/1), Bianchi, Mastellari, Severini. All. Paolo Moretti.

GRANAROLO BOLOGNA: Fontecchio 10 (2/6, 2/5), Gaddy 5 (1/4, 1/3), Hazell 11 (4/5, 1/4), Ray 20 (3/7, 3/4), White 12 (5/11), Cuccarolo 0, Gilchrist 2 (1/3), Imbrò 5 (1/2 da tre), Mazzola 8 (4/5, 0/2), Portannese. All. Giorgio Valli.

Fotogallery a cura di Marta Colombo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy