QF G1 – Sassari non si ferma più: Brindisi battuta in gara 1

QF G1 – Sassari non si ferma più: Brindisi battuta in gara 1

Sassari fa sua gara 1 nei quarti di finale scudetto contro l’Happy Casa Brindisi, finisce 89-73 per i sassaresi.

di Alessandro Sanna

Nella gara 1 dei quarti di finale la Dinamo Banco di Sardegna Sassari straccia Brindisi per 89-73 portando a casa la 17esima vittoria consecutiva. Un match vibrante e combattuto tra due squadre vogliose di portare a casa il risultato. Sassari nel finale ne ha di più e grazie ad un monumentale Pierre (21pt) e ai soliti Polonara e Cooley riesce a staccare i pugliesi nell’ultimo periodo portando a casa meritatamente una vittoria ai playoff che mancava addirittura dalla storica gara 7 di finale contro Reggio Emilia del 2015. Per Brindisi non sono bastate le grandi prove di Banks (18pt) e di un ottimo Moraschini, placati nel finale dall’aggressività difensiva degli isolani. Ora appuntamento per gara 2 tra due giorni per una serie di quarti di finale tutt’altro che scontata.

1° QUARTO:

Apre Thomas dopo 1 minuto e mezzo senza canestri, risponde Chappel, poi il duo Pierre e Cooley infiamma il PalaSerradimigni con i canestri che valgono il 6-2. La partita è bella e intensa, giocata a viso aperto anche dagli ospiti che con un ottimo Gaffney si riportano sul -1 (8-7), ma Sassari tiene sempre il naso avanti grazie a Cooley; Gaffney è scatenato e regala ai suoi il momentaneo vantaggio (14-15) che dura però il tempo di un’azione quando nel ribaltamento di fronte Carter, poi 4 punti di Cooley ribaltano tutto riportando Sassari sul +5 (20-15). Il finale è ancora di marca sarda con Cooley e Pierre autori dei punti del +8, rimediato nel finale dal canestro di Banks che vale il 25-19 finale.

2° QUARTO:

Moraschini, il migliore dei suoi nel secondo quarto, apre le danze, Thomas risponde con una bomba, ma un doppio Banks tiene vicini i pugliesi, Gentile e Thomas ristabiliscono le gerarchie, ma dopo il timeout chiamato da Vitucci è tutta un’altra Brindisi con Moraschini e Zanelli autori di un parziale di 9-2 che vale la parità (34-34) a 3 dalla fine. Polonara si accende con 2 bombe di fila, ma Moraschini non resta a guardare dai 6.75 tenedo i suoi vicini. Rush (1 su 2 dalla lunetta) e Cooley chiudono il tempo con Sassari avanti per 42-38.

3° QUARTO:

Banks mette a segno il primo canestro dopo il riposo lungo, ma Thomas risponde subito da sotto canestro, Moraschini scatenato e 4 punti personali di Brown valgono l’aggancio brindisino, Cooley risponde, ma una palla banalmente persa da Thomas costringe Pozzecco al timeout sul 48-46. Al ritorno in campo Chappell e Moraschini con 2 bombe di fila lanciano Brindisi sul +4 (48-52), ma Sassari non molla un centimetro e con un controparziale di 5-0, messo a segno da Pierre e Gentile, si riporta sul +1 con Vitucci che chiama timeout. Il finale è tutto di marca sassarese con Gentile, Polonara e Gentile che con parziale di 15-2 lanciano i sardi sul +9 (66-57). Un tecnico a Vitucci porta Spissu in lunetta, Banks chiude il tempo con il canestro del 67-59 finale.

4° QUARTO:

Pierre porta subito la Dinamo sul +11 grazie ad una bomba importantissima e dopo un finale di terzo quarto concitato con Banks visibilmente nervoso contro la terna arbitrale. Polonara sbaglia, Brown lo punisce tenendo viva Brindisi. Ma Sassari nel finale è un rullo compressore e sospinta da un pubblico incredibile impatta le bombe di Spissu, Pierre e Smith che valgono il +16 e chiudono la contesa sull’89-73.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:

Spissu 7, Smith 3, Mcgee n.e., Carter 4, Devecchi 0, Magro n.e, Pierre 21, Gentile 11, Thomas 15, Polonara 12, Diop n.e., Cooley 16.

Coach Gianmarco Pozzecco

Happy Casa Brindisi:

Banks 18, Brown 12, Rush 6, Gaffney 12, Zanelli 2, Orlandino n.e., Guido n.e., Moraschini 15, Greene 0, Cazzolato 0, Chappell 8, Taddeo n.e.

Coach Francesco Vitucci

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy