QF G2 – Brescia è perfetta e non lascia scampo a Pistoia. 2-0 nella serie e fattore campo difeso

0

Se c’era un modo di rispondere alla prova in chiaroscuro di due giorni fa, Brescia l’ha trovato. La Leonessa mette le mani su gara 2 e su un pezzo importante di serie, difendendo il fattore campo con una prova di assoluto dominio tecnico e mentale sulla Estra Pistoia. Partita in cui la Germani fa vedere una pallacanestro eccellente, che non mostrava da mesi, con una difesa asfissiante e fisica, sempre sul pezzo e in grado di favorire un attacco che ama correre e prendersi tiri veloci e in transizione. La comfort zone bresciana è questa e Pistoia non è in grado di togliere ritmo agli avversari, che si esaltano in un primo quarto da 30 punti segnati, che indirizza il match. Pistoia lotta ma non riesce ad avvicinarsi e nel secondo tempo e, a differenza di gara 1, non è in grado di colmare il divario accumulato, affondando nel secondo periodo senza nessuna possibilità di replica. La serie si sposta in Toscana ma la sensazione è che, tolti 10′ abbondanti in gara 1 in cui Pistoia ha sfiorato un miracolo sportivo, la formazione di coach Brienza abbia poche speranze di riportare la serie all’ombra del Cidneo.

Tornando alla gara, difficile davvero trovare sbavature nella prova bresciana, con la Leonessa che si gode la magica coppia Della Valle-Massinburg. Il capitano è letale nel terzo quarto e azzecca una gran serata al tiro (6/11 da tre, 23 punti totali), mentre l’ex Limoges è imprendibile nel primo tempo, contribuendo non poco al successo dei suoi e meritandosi la palma di MVP di serata con 23 punti, 4 rimbalzi e 26 valutazione. La Leonessa vince la sfida delle percentuali con oltre il 50% dal campo, dominando anche alla voce “rimbalzi” ed “assist”. Nei minuti finali si divertono tutti, ma la prova collettiva bresciana è di alto livello: Bilan è tonico anche in difesa e regge la fisicità di Ogbeide, mentre Cournooh, Burnell e Akele sono eccezionali nella propria metà campo. Tutti segnano, tutti difendono e si rendono utili, ed è chiaro che a Pistoia serve più della perfezione per provare a impensierire la Leonessa. E invece la Estra fa i conti con la serata no di Ogbeide, ingenuo nella gestione falli e impreciso in attacco, e Willis, che si sveglia ben oltre il tempo massimo. Moore è attenzionato speciale, lotta ma fatica non poco a contenere la fisicità dei propri marcatori: il nativo di Chicago è comunque top scorer per i suoi (18), in una serata in cui si rivede Wheatle (11 + 5 rimbalzi). Varnado parte bene e con energia, ma nella ripresa esagera mandando sul ferro quasi ogni pallone che tocca.

Il finale, con questi presupposti è inevitabile: ora la Estra ha davanti a sè una montagna impervia da scalare. La serie va al PalaCarrara, gara 3 è in programma venerdì 17 maggio.

Quintetto Brescia: Christon, Della Valle, Akele, Gabriel, Bilan

Quintetto Pistoia: Morris, Willis, Saccaggi, Varnado, Ogbeide

Parte meglio Brescia, che costringe Pistoia a un solo punto segnato nei primi 3′ di gioco. E’ di Varnado dall’angolo il primo centro degli ospiti, ma nel frattempo Brescia ha già segnato 9 punti e prova ad allungare, con Akele e Della Valle sugli scudi (9-4 al 5′). Bilan e Della Valle lavorano su Ogbeide, il quale spende anzitempo il suo secondo fallo su Della Valle, che dai liberi prima regala il +7 ai suoi, poi arma la mano di Gabriel in transizione e la Germani va sopra in doppia cifra. Brienza decide di tenere in campo Ogbeide e non chiamare timeout, e la scelta paga: 3/3 dai liberi di Willis, poi la bomba da campione di Moore per tornare a -4 (14-10). Si gioca ad alto ritmo, con percentuali alte dall’arco per la Germani: dentro i tentativi di Christon, Akele e Della Valle, per un parziale 9-2 (di Del Chiaro dalla media il canestro Estra) che spinge Brescia al massimo vantaggio (23-12 al 8′). Ancora no timeout per Brienza, che vuole lanciare un messaggio ai suoi, evidentemente in difficoltà di fronte a una Germani di grande qualità offensiva. Pistoia reagisce: contro break 5-0 con Varnado e Wheatle che accorciano. Coach Magro inserisce Massinburg, che pronti via converte i suoi primi due tentativi dal campo per il nuovo +11 Leonessa (28-17 al 9′). 30-19 al 10′.

Varnado apre la ripresa in svitamento spalle a canestro. Risponde Massinburg, che si mangia Hawkins in uno contro uno, anche se Pistoia non molla la presa sulla gara, sebbene gli attacchi a volta sono poco organizzati: tripla Wheatle (32-24). Dall’altra parte perà Massinburg è scatenato: palleggio arresto e tiro dall’arco vincente, con l’ex Limoges ancora senza errori dal campo fin qui (4/4). Possesso seguente riceve, finta a saltare Della Rosa, va dentro e assorbe il contatto di Del Chiaro per altri due punti (37-26). La Estra allunga leggermente le rotazioni causa falli, affidandosi a Wheatle che cerca di sfruttare la maggior fisicità su Della Valle e convertendo due tiri dalla lunetta. Torna in campo Ogbeide, che però commette subito il terzo fallo su Cobbins. Un guaio per Pistoia, costretta ancora a rinunciare al suo centro titolare e che a metà frazione insegue sul -10 (37-27). Nel frattempo si iscrive alla gara Cournooh, che oltre a fare un lavoro fantastico su Moore in difesa sigla la bomba che aggiorna il massimo vantaggio (40-27 al 17′). E’ il preludio di un parziale 9-2 che spinge Brescia sul +17 (46-29 al 19′) e in cui l’ex Cremona è assoluto protagonista. Pistoia chiude il quarto con 5 punti in fila con Hawkins e Del Chiaro, affacciandosi all’intervallo sul -12 (46-34).

Riprende la gara con Pistoia che va gioco forza con un quintetto piccolo nel tentativo di aprire il campo contro la fisicità di Brescia e alzare le percentuali dall’arco. E’ la Germani però a sorridere, con Della Valle e Christon che si prendono sulle spalle la squadra: parziale 7-0 Leonessa, che torna a +17 (53-36 al 23′). Pistoia ancora alle corde, stretta dalla morsa difensiva degli avversari, sempre attenti a sporcare le linee di passaggio, a raddoppiare e aiutare: solo 4 punti segnati dai viaggianti nella prima metà di terzo tempino, mentre Della Valle esce dai blocchi e segna in catch and shoot, ampliando il massimo divario di serata (58-38 al 25′). Ogbeide mette una pezza, ma ADV è caldo dai 6.75: prima parte in palleggio e fulmina Della Rosa, poi riceve in contropiede ed esegue, per due triple che sono una mazzata per la formazione toscana, che chiama timeout (64-40) con la gara assai compromessa. La Germani ora si diverte, con Della Valle assoluto mattatore anche in regia, rompendo lo show di Ogbeide e mandando al ferro Cobbins (67-41). 71-51 al 30′.

Ultimo periodo di accademia, con Pistoia comunque tonica e che cerca di rendere meno amara la sconfitta, mentre Magro allunga la rotazione e concede riposo ai suoi top player. 8-3 il break Estra, con il canestro dalla lunga distanza di Willis che vale il -15 (74-59) e spinge coach Magro a fermare il gioco. Rientro in campo convincente per i biancoblù, che piazzano un 7-0 che fa calare il sipario con diversi minuti ancora da giocare, e con Burnell sugli scudi, andando a segno prima dall’angolo e poi con un improbabile ma efficace gancio dal mid range. Massinburg e Gabriel ancora dall’arco con fiducia ed efficacia: +26 Germani (87-61), che prova anche soluzioni difensive diverse nei minuti finali in previsione delle sfide future. Coach Brienza può inventare poco, mentre l’ex Panathinaikos scocca un’altra freccia da tre (89-61). Al 38′ Brescia torva il +30 (91-61), con coach Magro che svuota la panchina inserendo anche i suoi giovani. Ultimi minuti senza situazioni degne di nota: risultato finale 97-75.

Germani Brescia vs Estra Pistoia 97-75 (30-19; 46-34; 71-51)

Brescia: Christon 7, Gabriel 12, Bilan 4, Burnell 7, Massinburg 23, Tanfoglio 0, Della Valle 23, Cobbins 4, Counooh 8, Akele 9. Porto 0, Petrucelli n.e. All: Magro

Pistoia: Willis 16, Della Rosa 0, Moore 19, Stoch 0, Saccaggi 0, Del Chairo 4, Varnado 11, Wheatle 11, Hawkins 9, Ogbeide 5. All: Brienza

MVP Basketinside: C.J. Massinburg, a pari merito con Della Valle. Ma la guardia di Dallas entra dalla panchina, segna i primi 5 tiri della serata in ogni modo riscattando la prova non al suo livello in gara 1. I punti che indirizzano il match sono anche e soprattutto i suoi.