Ricci e Aldridge sono infallibili: Cremona sbanca Bologna

Ricci e Aldridge sono infallibili: Cremona sbanca Bologna

La Vanoli domina il lunch match del Paladozza, battendo una Virtus apparsa opaca e senza energie.

di Matteo Capelli

Contro ogni pronostico, la Vanoli Basket Cremona batte con grande autorità la Segafredo Bologna, imponendosi con il punteggio finale di 66 a 84. La formazione di Meo Sacchetti riscatta la brutta sconfitta casalinga con Cantù, conducendo la gara sin dalle prime battute andando ad ampliare il divario con il corso dei minuti. I lombardi si sono esibiti in una splendida prova di squadra, andando ad insistere nelle fasi di gioco in cui sapevano di poter mettere in difficoltà una Bologna apparsa davvero con poche energie. Miglior giocatore della sfida è stato sicuramente Peyton Aldridge (16 pt e 10 rim) che ha messo in mostra una continuità offensiva davvero eccezionale. Oltre a lui, ottimi anche Crawford (13 pt e 5 rim), Mathiang (10 pt e 11 rim) e Ricci (16 pt, 7 rim con 3/5 da 3), quest’ultimo cresciuto in maniera esponenziale in questo inizio di stagione. Per la Virtus, che rimane ancora a secco in casa, è stata decisamente una mattinata storta: i bianconeri hanno tirato con percentuali pessime sia dal campo (34%) che in lunetta (65%). Per la prima volta la formazione di Pino Sacripanti ha dato un chiaro segno di pagare il doppio impegno settimanale in termini di energia: impietoso il dato a rimbalzo (35 a 52) e chiaro il cedimento finale delle VNere, anche dal punto di vista nervoso.

Quintetti

Virtus Bologna: Taylor, Punter, Aradori, M’Baye, Berti.

Vanoli Cremona: Diener, Saunders, Crawford, Aldridge, Mathiang.

Prive di capitan Qvale, le VNere si affidano a Berti, che parte subito con un canestro ed una stoppata (pur commettendo 3 falli): i padroni di casa trovano i punti di Aradori, ma subiscono l’elettricità di Crawford e la tecnica di Aldridge (11 a 13 Cremona al 6’). I biancoazzurri girano bene la palla in attacco e provano a scappare con l’impatto dalla panchina di Ricci (13 – 22 all’8’), prima che una mini reazione firmata Cournooh riporti Bologna a – 5 sul 17 a 22 della prima sirena. Prosegue il momento positivo della Virtus che torna davanti (23 a 22 al 12’) trascinata da Martin, ma Cremona non ci sta: parziale di 0 a 8 ispirato da Diener e Aldridge, chiuso dalle triple di Cappelletti e M’Baye che fanno 29 pari al 15’. I bianconeri vanno anche a + 6 con un’altra bomba di M’Baye, ma poi sprecano molto in attacco e la Vanoli reagisce con grande lucidità: parziale di 9 a 2 e + 1 all’intervallo lungo dopo la tripla di Demps: 37 a 38. Al rientro, sono ancora i lombardi più pronti: Aldridge e Ricci riportano Cremona a + 6, sul 43 a 49 del 25’. Gli ospiti sono in stato di grazia: Ricci e Diener piazzano altri canestri pesanti che portano la Vanoli a + 10, prima del 54 a 63 di fine terzo quarto. Mathiang e e Ruzzier portano Cremona su un clamoroso + 14 (54 a 68 al 34’); mini reazione della Virtus che torna a – 6 sul 62 a 68, trascinata da Taylor. La tripla di Aldridge ed il tecnico fischiato a Taylor chiudono i giochi: Cremona dilaga e vince 66 a 84.

Virtus Segafredo Bologna – Vanoli Cremona 66 – 84 (17 – 22; 37 – 38; 54 – 63)

Bologna: Punter 6, Martin 10, Pajola 3, Taylor 6, Baldi Rossi 1, Cappelletti 3, Kravic 8, Aradori 16, Berti 2, M’Baye 8, Cournooh 3, Camara NE. All. Sacripanti.

Cremona: Saunders 9, Gazzotti, Diener 8, Ricci 16, Demps 9, Ruzzier 3, Portannese NE, Mathiang 10, Crawford 13, Aldridge 16. All. Sacchetti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy