Rodriguez è una sentenza, Milano fa suo il derby contro Cantù

Trascinata da un Rodriguez monumentale dalla lunga distanza, Milano fa suo il derby contro Cantù.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Il derby è di Milano. Pronostici rispettati a Desio, con la formazione di Messina che dopo due quarti in equilibrio prende il largo nella ripresa facendo sua la partita spinta da un Rodriguez versione deluxe. Lo spagnolo ne mette 24 a referto, con ben 8/10 dall’arco ergendosi indiscusso mvp della contesa. Cantù esce comunque a testa altissima, dopo quasi un mese senza partite, la formazione di Pancotto più che al risultato cercava minuti da metter nelle gambe in vista del recupero di Mercoledì contro Treviso.

Cantù: Smith, Woodard, Pecchia, Leunen, Kennedy
Milano: Rodriguez, Punter, Shields, Brooks, Hines

Foto Ciamillo/Legabasket

CRONACA- Portano la firma di Hines i primi due punti di serata, con Cantù che replica con la bomba di Smith. La formazione di Pancotto trova ottime soluzioni offensive in avvio e con Pecchia firma il primo break sull’11-6 che obbliga Messina al primo timeout. Al rientro è però ancora dominio Cantù, con Leunen e Smith a bersaglio dall’arco con il 17-6 che porta Milano ad una nuova sospensione. E’ una pausa che rigenera gli ospiti, che al rientro piazzano un contro break con Moraschini e Hines portando questa volta Pancotto al timeout immediato. Cantù continua però a trovare ottime iniziative dall’arco, con i primi tre punti di Thomas che valgono il 22-13 dopo nove minuti. Leday e Rodriguez salgono però in cattedra ricucendo il margine, con Cantù che chiude avanti i primi dieci minuti sul 24-20. Nella seconda frazione Rodriguez parte subito forte, con due triple che riportano sul meno uno i propri compagni, sul 27-26. Lo spagnolo si ripete poco dopo, con un altro gioco da tre punti per il 28-29 che rimette al comando la formazione meneghina. Cinciarini e Shields propiziano il primo break ospite sul 33-36, ma Kennedy risponde subito con due punti da sotto che tengono incollati i padroni di casa. Equilibrio che non cambia, con le due compagini che vanno al riposo sul punteggio di 44-43. Dopo la pausa lunga è ancora Rodriguez e Hines firmano il più tre Milano, ma la tripla di Leunen vale una nuova parità a quota 47. Rodriguez però torna a colpire dall’arco, ricacciando l’Acqua San Bernardo a meno sei, sul 49-55. Smith risponde dall’arco, ma Rodriguez è una sentenza e con la settima tripla personale è 51-58. Leday firma il massimo vantaggio, obbligando Pancotto a chiamare timeout sul 53-64. Cinciarini e Biligha propiziano un nuovo allungo, con Cantù costretta a inseguire sul 56-70. Bayehe prova a ricucire lo strappo, ma la formazione di Messina è comunque in controllo e dopo tre periodi il punteggio dice 58-71. L’ultimo periodo si apre con i tre punti di Johnson, ma Rodriguez prima e Shields poi mandano i titoli di coda dalla lunga dostanza, con Milano che scappa sul 63-79. Il finale serve solo a sancire il punteggio: Milano passa a Desio 71-89.

MVP BASKETINSIDE.COM: Rodriguez

Pallacanestro Cantù – Olimpia Milano 71-89

Cantù: Smith 18, Thomas 3, Johnson 12, Bayehe 6, Procida, Baparapè, Woodard 6, Leunen 9, Lanzi ne, Pecchia 8, La Torre, Kennedy 9. All. Pancotto

Milano: Biligha 6, Leday 12, Micov 7, Moretti, Cinciarini 4, Moraschini 2, Punter 2, Hines 14, Shields 13, Rodriguez 24, Brooks 5, Datome ne. All. Messina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy