Roma, buona la prima: battuta la Fortitudo nella sfida di mezzogiorno

Oltre ogni aspettativa, la squadra romana vince la sua prima gara di campionato con una prova che convince. Spettacolare Dario Hunt, con 24 punti e 9 rimbalzi.

di Martina De Angelis

Le premesse non erano delle migliori, e nessuno probabilmente si aspettava una vittoria della Virtus Roma oggi, nella prima partita del suo campionato. Eppure, nonostante le incertezze, i ritardi nella preparazione e una Fortitudo sulla carta più forte, è proprio la squadra romana a uscire vincente da questa sfida di mezzogiorno. La Fortitudo, nonostante provi più volte ad agganciare gli avversari e quasi ci riesca in un paio di occasioni, non riesce a essere abbastanza consistente. Soprattutto, alla squadra di Sacchetti manca il suo leader: Banks, tranne che in un paio di azioni, non riesce ad essere incisivo come è di solito, e il gruppo indubbiamente ne risente. In casa Roma, invece, sono due le prestazioni che rimangono particolarmente impresse dalla prima giornata: Dario Hunt fa vedere, da subito, che è uno che di pallacanestro ne sa. Porta a casa 24 punti e 9 rimbalzi, e una presenza importante che si fa decisamente sentire. La seconda miglior prestazione è di Gerald Robinson, 19 punti che pesano soprattutto nell’ultimo quarto, e che spengono definitivamente le speranze della Fortitudo. Bene anche Beane, Evans e Baldasso, che nonostante segni solo 1punto si mette in luce in tanti altri aspetti importanti, come raccontano i 6 rimbalzi, i 7 assist e una difesa intensa. Si vede che la squadra di Bucchi si conosce poco – in alcune palle perse, in alcuni passaggi macchinosi, per esempio – ma le potenzialità per fare bene ci sono tutte, e i tifosi della Virtus possono guardare al campionato con maggiore serenità.

I QUINTETTI

Virtus Roma: Baldasso, Evans, Wilson, Hunt, Robinson
Fortitudo Bologna: Aradori, Withers, Happ, Banks, Fantinelli

IL COMMENTO

L’inizio della sfida di mezzogiorno è piuttosto equilibrato, nonostante la Fortitudo giochi di più di squadra al contrario di Roma, che ha visto arrivare i suoi ultimi americani solo la settimana scorsa.  Fin dai primi minuti si mette subito in luce Dario Hunt, che mette seriamente in difficoltà la difesa bolognese. Gli ospiti rimangono in partita grazie a delle buone performance di Fantinelli e Aradori, ma poi arriva Bean che sblocca Roma dalla distanza. La schiacciata di Cervi a fil di sirena sancisce il pareggio in scadenza di quarto (20-20 al 10′). Cala la precisione al tiro di entrambe le formazioni, finchè Withers e Baldasso non sbloccano i rispettivi punteggi. Dopo un breve break romano, Happ e la Fortitudo riagganciano la Virtus, ma Evans e un Hunt sempre più in stato di grazia sanciscono una nuova mini fuga per i ragazzi di Bucchi. Con un parziale di 9-0 Roma si mantiene in vantaggio, e va al riposo lungo con una tripla di Beane che sancisce il 44-32. Nel secondo tempo si sblocca Banks e si accende Withers, mentre Roma va in blackout: la Fortitudo arriva fino a meno tre, ma poi Bean e Robinson frenano la rimonta (64-60 al 30′). Sale la tensione e, di conseguenza, aumentano le palle perse e calano le percentuali di tiro: sono di nuovo Robinson e Hunt, i migliori in campo per Roma, a decidere l’esito della gara, e a portare a casa la vittoria romana per 81-76.

MVP BASKETINSIDE: Dario Hunt

Virtus Roma: Hadzic NE, Biordi 0, Beane 12, Campogrande NE, Baldasso 1, Cervi 4, Telesca NE, Hunt 24, Robinson 19, Evans 15, Farley NE, Wilson 6, All. Bucchi

Fortitudo Bologna: Banks 9, Aradori 10, Mancinelli NE, Dellosto NE, Fletcher 5, Palumbo 0, Fantinelli 16, Happ 13, Withers 16, Totè 7, Sabatini 0, All. Meo Sacchetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy