Roma, che rimonta! La Virtus tira fuori la grinta e batte Varese 87-78

di Martina De Angelis

Due punti che pesano, e che pesano tanto.
Roma vince contro Varese in una partita che sembrava vederla sconfitta quando, sotto i colpi di un Diawara stellare, era sprofondata fino al meno 19. Ancora una volta però i ragazzi di Coach Dalmonte sono riusciti a tirare fuori da chissà dove una grinta e una forza di carattere di quelle che cambiano le partite, che ha intimidito Varese e le ha fatto perdere il filo di una partita che quasi aveva già vinto. Ma in questo sport, tante volte lo abbiao visto, non è mai finita fino alla sirena finale, e la voglia di vittoria della Virtus lo ha dimostrato ancora una volta.
La grinta di Stipcevic ha dato il via all’incredibile rimonta, ma non è stato il solo protagonista di questa importante vittoria: De Zeeuw è tornato quello che si era visto nelle prime partite della stagione, efficace tanto in attacco quando in difesa, Triche ha scatenato il suo tiro come fa nelle partite di Eurocup  e Morgan ha messo in campo una difesa che ha fatto perdere il filo alla squadra avversaria. Tutti però stasera hanno dato il loro contributo, un lavoro di squadra che ha pagato i romani, portandoli a guadagnare due punti che pesano, e a risollevare una posizione in classifica che iniziava a farsi preoccupante.

LA CRONACA: 

Inizio forte per le due formazione, che mettono entrambe 2 triple, e proseguono mantenendosi sul filo della parità; Varese prova da subito ad allungare e arriva al 6-11 al 4′, ma De Zeeuw ferma con una tripla la fuga e cerca di dare una scossa ai suoi, anche se Varese in questi primi minuti sembra più reattiva e precisa. Prova ad allungare sul finale Diawara, protagonista di un ottimo primo quarto, che ricaccia indietro Roma e chiude i primi dieci minuti avanti 20-26.  La Virtus prova a reagire ma è ancora Varese a dominare la partita, soprattutto con un Diawara in gran forma che rimette 9 lunghezze tra le due squadra: Roma commette molto errori, e Varese sa approfittarne bene. Triche sblocca il tabellone romano, ma i suoi non riescono proprio a reagire e continuano con tonnellate di schiocchezze; la schiacciata di Ed Daniels al 18′ segna il più 19 di Varese, e nonostante Roma rosicchi qualche punto negli ultimi due minuti, sono gli ospiti ad andare all’intervallo lungo avanti 40-52.
Ricomincia con una difesa intensa Roma, ma non abbastanza da contenere un Diawara scatenato; si accende però Triche, e insieme a Jones a suon di triple prova a compiere la rimonta (51-59 al 24′). Tanti falli rallentano e qualche errore arbitrale rallentano un po’ il gioco, ma la Virtus è carica e grazie alle mani miracoloso di Stipcevic Roma riesce nell’impresa di riagganciare una partita che sembrava conclusa (64-63 al 30′).  Gli ultimi dieci minuti sono una vera lotta, e al 34′ si  su un 68 pari che la dice lunga sull’intensità della gara; De Zeeuw e Stipcevic ormai sono inarrestabili, ma Varese non si arrende e dà ai padroni di casa filo da torcere fino all’ultimo secondo: alla fine, grazie ad una rimonta ancora una volta tutta di cuore e carattere, è Roma a portare a casa la vittoria per 87-78.

Virtus Roma: De Zeeuw 18, Stipcevic 18, Triche 14, Gibson 12, Ejim 9, Jones 8, Morgan 8

Openjobmetis Varese: Diawara 24, Callahan 12, Robinson 12, Daniel 12, Okoye 7, Rautins 6, Deane 5

 

SALA STAMPA:

Coach Pozzecco: “Sono dispiaciuto perchè dimostriamo di poter giocare una pallacanestro energica e piacevole, ma diciamo che abbiamo dominato nei primi 18 minuti anche clamorosamente, e questo forse alla fine  quello che fa si che il rammarico e il dispiacere siano ancora più grandi, perchè non vivi un senso di inferiorità..solo che poi ci spegniamo, perdiamo la concentrazione totalmente, smettiamo di giocare, e questo per me è frustrante perchè so che giochiamo una pallacanestro di alto livello. Mi dispiace per i ragazzi perchè li vedo progionieri di questa situazione, abbiamo avuto una settimana complicata, mi auguro che col nuovo innesto le cose cambino, ma ho bisogno che i ragazzi capiscano come usare questa energia negativa per goderci quello che di positivo sono sicuro riusciremo a conqustare.”

Coach Dalmonte: “Le disattenzioni iniziale sono figlie di un periodo olto stancante, ma la cosa straordinaria di questi ragazzai è che non fanno un passo indietro: il loro pregio è questo, credono enormemente in quello che fanno e cercano di fare il meglio che possono. Siamo riusciti a reagire e a migliorare le cose3 che stavamo facendo, però male fino a quel momento; dobbiamo essere più bravi a migliorare sull’impatto, e a migliorare gli inizi per non essere sempre in rincorsa.”

Rok Stipcevic: “Congratulazioni a Varese che ha resisitito e tenuto fino alla fine; sapevamo che gli mancavano dei giocatori importanti, ma nonkstante tutto sono stati bravi…noi però abbiamo dimostrato cuore lucidità e testa, siamo rientrati in partita quando eravamo sotto di 19. Dobbiamo apprezzare questo ma imparare a tagliare questi black out perchè a casa è più facile recuperare, ma non sempre va cosi bene. Comunque oggi è importante che abbiamo vinto, ora giochiamo fra 48 ore una partita molto importante e la vittoria di stasera ci dà una spinta in più.”

Fotogallery a cura di Federico Rossini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy