Roma ci prova, ma non basta: ancora una sconfitta, e la Dinamo vince

Roma ci prova, ma non basta: ancora una sconfitta, e la Dinamo vince

Suicidio romano che, dopo essere stata sotto anche di venti punti, rimonta tutto e spreca la chance di vittoria perdendo la palla sulla rimessa. Per Sassari devastante la coppia Evans – Bilan.

di Martina De Angelis

Mancano 11 secondi alla fine, la Virtus ha rimontato uno svantaggio di venti punti e ora ha il possesso che potrebbe valere il pareggio. Ed è qui che Kyzlink, fino ad ora anche discreto, va a far passare i cinque secondi della rimessa e a perdere la palla che sancirà la vittoria della Dinamo. Un errore che non solo costa ai ragazzi di coach Bucchi la nona sconfitta consecutiva (ricordiamo che la partita contro Milano non è stata ancora giocata), ma è la fotografia della stagione della Virtus: è brava, ma non si applica. Perché Roma, in realtà, le carte per portare a casa la salvezza le avrebbe pure, ma si perde in queste cose, piccole ma enormi, che fanno tutta la differenza tra una squadra vincente, e una che invece annaspa. La Virtus Roma fa vedere anche delle cose interessanti, in questa cornice surreale di un Palazzo dello Sport completamente vuoto: 17 punti per Kyzlink, 17 per Alibegovic, 14 per Buford, 12 per White, e un buon esordio dei due nuovi arrivati, Barford e Webster, rispettivamente 13 e 7 punti, eppure le manca sempre quel qualcosa in più per imporsi. D’altronde le statistiche parlano chiaro: nelle ultime sei partite Roma ha segnato solo 33 triple sulle 120 tentate, un dato che deve decisamente far riflettere. Dal canto suo la Dinamo gioca bene, lo sappiamo, e nonostante appaia un po’ stanca – soprattutto nell’ultimo quarto – può far affidamento sulla coppia Evans (23 punti)/Bilan (22 punti), sulle triple infallibili di Stefano Gentile e Marco Spissu, e sulla grande consistenza di Michele Vitali. Nonostante la sconfitta, Roma sembra avere delle buone basi per ripartire: i due nuovi innesti sembrano promettenti, e certo il recupero di Jefferson e Baldasso potrà dare maggiore forza al roster. Ma il peggior nemico della Virtus, ora, è il tempo, che scorre inesorabile verso una fine di campionato sempre più vicina.

QUINTETTI
Virtus Roma: Barford, Buford, White, Kyzlink, Alibegovic

Dinamo Sassari: Smith, Evans, Pierre, Bilan, Vitali

IL COMMENTO

L’inizio è abbastanza equilibrato, con una Roma che schiera da subito i nuovi arrivi Barford e Webster, complici anche le assenze di Baldasso e Jefferson. E proprio l’assenza del centro è uno degli elementi che fa soffrire Roma di più: Bilan passeggia letteralmente sotto canestro, ed è da subito letteralmente devastante (19- 24 al 10′). Roma inizialmente prova a resistere, con qualche buona giocata di Rullo e Kyzlink e qualche tiro interessante di Webster, ma la reazione dura poco: la Dinamo, con la coppia devastante Bilan – Evans e le triple micidiali di Stefano Gentile, la Dinamo piazza un parziale di 13 a 0 che ammazza la gara. La Virtus non riesce più a ripartire e sbaglia sempre di più al tiro – sia da 2, dove chiude con 13/25, sia da tre, dove ha un terribile 2/14. La Dinamo è semplicemente brava a fare il suo gioco, e con un pesante 16/30 di parziale di tempo se ne va a riposo sul più diciannove (35-54 al 20′). Le carte cambiano nel terzo periodo, in cui Roma ribalta la situazione e segna 27 punti, guidata da un ottimo White. Non basta a completare la rimonta – anche perché Evans e Spissu continuano a proteggere il vantaggio sardo – ma comunque la distanza si accorcia (62-73 al 30′). Nel quarto periodo si ha finalmente una gara combattuta, e tra Kyzlink, Alibegovic e Barford Roma riesce a portarsi fino al meno due, complice una Dinamo un po’ stanca: le tragiche percentuali da tre (5/26) e i pochi tiri liberi conquistati (solo 11, contro i 25 sardi), costano alla squadra di Bucchi la partita, e la vittoria va alla Dinamo di Pozzecco per 88-93.

MVP Basketinside: La coppia Evans – Bilan

Virtus Roma: Barford 13, Cusenza NE, Alibegovic 17, Webster 7, Rullo 4, Baldasso NE, White 12, Pini 4, Farley NE, Spinosa NE, Buford 14, Kyzlink 17, All. Bucchi

Dinamo Sassari: Spissu 10, Bilan 22, Smith 6, Bucarelli NE, De Vecchi NE, Evans 23, Magro NE, Pierre 4, Gentile 13, Coleby 0, Vitali 15, All. Pozzecco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy