Roma fa il bis e sbanca Pistoia

Roma fa il bis e sbanca Pistoia

Dopo un primo tempo in cui Pistoia aveva dimostrato grinta, la ricaduta negli stessi errori già visti compromette l’andamento del match dei toscani. Roma coglie la seconda vittoria in fila.

di Barbara Palmieri

 

Finalmente un inizio partita con guizzo per i padroni di casa. Lontano il ricordo della trasferta a Treviso dove la OriORA Pistoia aveva mostrato un gioco lento, impreciso e poco attinente ad una partita di massima serie; ma già a fine 1° Quarto però la citazione “A PISTOIA NON PUOI VINCERE AL MASSIMO PUOI SEGNARE Più DI NO”, si era già oscurata.

Stessi déjà vu, stessa imprecisione nel tiro, stessa mancanza di grinta. Si potrebbe addurne la colpa alla forma fisica non ottimale del quintetto e della panchina… ed ecco quindi l’illusione presto vanificata: non si è visto un sussulto di rabbia per dare il colpo di timone necessario a portare a casa una vittoria importantissima, anche in previsione delle due prossime difficili trasferte consecutive.

Ad inizio del 1° Quarto dopo solo 2 minuti di gioco i biancorossi avevano già messo la freccia con un punteggio di 10-0, nonostante l’atteggiamento intimidatorio di Dyson nei confronti del capitano della squadra toscana Gianluca Della Rosa, ma la Virtus Roma ha penato poco a recuperare lo svantaggio e concludere con un punteggio di 19-22 sui padroni di casa.

Un 2° quarto complessivamente bilanciato ha visto poi la squadra capitolina in vantaggio di 35-41, i biancorossi sono riusciti comunque a rimanere in partita grazie ad un Brandt solido ed un Petteway più preciso nelle incursioni a canestro.

Il resto purtroppo è stata una completa disfatta, non si è mai vista accendersi la speranza di una vittoria da parte della OriOra, mai un gioco aggressivo e performante, mai una voglia di aggiustare il tiro, voglia richiesta in situazioni del genere e, soprattutto, MAI una fame di vittoria dopo 3 sconfitte consecutive.

È vero, siamo ancora all’inizio per tirare le somme, ma le premesse lasciano tante perplessità e tanti dubbi su molti aspetti: Jean Salumu avrebbe potuto fare la differenza e farci portare a casa l’agognato risultato? Come mai Lorenzo d’Ercole è apparso quasi come un fantasma in campo? Gli unici ad aver mostrato di tener botta sono stati Brandt, Johnson e Petteway, almeno a mio modesto parere, ed ovviamente non possono bastare. Così come piccoli infortuni e forma fisica non al top sembrano solo la punta dell’iceberg di tante lacune viste in queste prime 4 partite di gioco della OriOra.

 

MVP: DAVON JEFFERSON 14 Punti, con la sua fisicità e le sua esperienza ha fatto sicuramente la differenza durante tutto l’incontro.

ORIORA PISTOIA – VIRTUS ROMA 67 81 (19-22 ; 35-41; 17-24)

ORIORA PISTOIA: DELLA ROSA 4, MATI, PETTEWAY 18, D’ERCOLE, QUARISA, BRANDT 12, LANDI, DOWDELL 13, JOHNSON 17, WHEATLE 2. Coach Michele Carrea.

VIRTUS ROMA: CUSENZA,  MOORE 3, ALIBEGOVIC 13, RULLO, DYSON 13, BALDASSO 7, PINI 4, FAIRLY, SPINOSA, JEFFERSON 14, BUFORD 10, KYXLINK 12. Coach Pieluigi Bucchi.

Arbitri: M. Filippini, B. M. Attard, G. F. Di Francesco

Note: Parziali 19-22, 16-19; 17-24; 15-16.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy