Ross la decide allo scadere, Pesaro abbatte Capo d’Orlando e può respirare

di Federico D'Alessio

Il commento Ci ha pensato il giocatore forse più criticato di questo avvio di stagione in casa Vuelle, LaQuinton Ross, a siglare a poco più di un secondo dalla fine il canestro che ha sancito la seconda vittoria stagionale per Pesaro. E pensare che la Consultinvest, dopo aver allungato nel terzo periodo, era riuscita nell’impresa di farsi riacciuffare dall’Orlandina probabilmente più brutta della stagione. Già, perché se da un lato l’Upea è stata tutt’altro che impeccabile, Pesaro non ne ha mai approfittato, con la partita tramutata, a tratti, in una vera e propria gara a chi avrebbe sbagliato meno.

Lo straordinario canestro dell’ex Ohio State ha così regalato un successo fondamentale ai marchigiani, che possono ora rifiatare e godersi momentaneamente i 4 punti di vantaggio su Caserta, attendendo la proibitiva, per usare un eufemismo, trasferta di Milano; gli isolani, d’altro canto, che domenica prossima ospiteranno Sassari, vengono raggiunti in classifica proprio dalla Victoria Libertas. Spiccano, posando un occhio sul tabellino, oltre all’eccellente prova di Ross (21 punti), i 18 punti di Myles e, tra le fila biacoblu, i 15 punti di Freeman e i 13 di un sempre efficiente Soragna.

Starting Five

Consultinvest Pesaro: Williams, Musso, Myles, Reddic, Judge.
Upea Capo d’Orlando: Archie, Freeman, Hunt, Motta, Burgess.

La cronaca Nessuna delle due compagini si risparmia nei frangenti iniziali, con l’equilibrio che sembra regnare già dai primi frangenti (8-7 al 3′). Giunti alla metà del primo periodo, cominciano a susseguirsi errori da ambo le parti, in una partita con percentuali al tiro degne di un campionato regionale (L’Upea sfiora il 20%). Pesaro ne approfitta riuscendo a timbrare un break di 8-1, pur non esprimendo un gioco particolarmente spumeggiante, e a volare sul 16-8, con un Judge finalmente efficiente sotto le plance. Chiuso il primo periodo sul 19-12, coach Griccioli suona la sveglia ai suoi e l’Upea, che torna finalmente a macinare gioco, si rifà sotto (25-20 al 16′). Dell’Agnello è costretto al timeout, ma la formazione biancorossa non cambia piglio e l’Orlandina centra nei secondi finali prima della pausa lunga il vantaggio grazie ad un gioco da 3 di Freeman, chiudendo avanti 34-32 all’intervallo.

Alla ripresa, la Consultinvest torna in campo con tutt’altro piglio: l’Upea torna ai livelli (decisamente scarsi) del primo periodo in quanto a produzione offensiva e i padroni di casa timbrano un parziale di 14-2, che vale il 46-38 al 5′ del terzo periodo. I siciliani sembrano completamente usciti dalla partita ma, dato il parziale di 48-39 a 10′ dalla conclusione, non sono assolutamente tagliati fuori dalla lotta per il successo. La dimostrazione è il parziale di 8-2 in apertura, per l’immediato -4. I marchigiani si sbloccano a 5′ dalla sirena, ricacciando subito a distanza Capo d’Orlando, che però risponde con due bombe consecutive (55-53). Archie e compagni riescono anche ad impattare la partita, con la completa parità a regnare a 2′ dalla fine. La Consultinvest torna avanti con due liberi di Judge, ma Freeman pareggia la gara all’istante. Errori da entrambi le parti nelle due azioni successive e rimbalzo difensivo di Ross. Lo statunitense si fa tutto il campo e completamente fuori equilibrio realizza il canestro del vantaggio a un secondo e spiccioli dalla fine. Timeout obbligato Orlandina, riceve Archie che spara dalla lunga distanza, ma è solo ferro. Esplode l’Adriatic Arena, la Vuelle si allontana dal fatidico ultimo posto.

MVP Basketinside.com – LaQuinton Ross: 21 punti, 6/12 da 2 punti, 3/5 da 3 punti, 8 rimbalzi, 16 di valutazione.

CONSULTINVEST PESARO 62–60 UPEA CAPO D’ORLANDO

Consultinvest Pesaro: Ross 21, Myles 18, Basile 3, Musso 4, Raspino, Judge 10, Williams 2, Crow, Reddic 4, Tortù n.e.
Upea Capo d’Orlando: Archie 12, Freeman 15, Hunt 6, Basile, Motta, Soragna 13, Pecile 2, Burgess 7, Henry 5, Strati n.e.

Fotogallery a cura di Danilo Billi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy