Sassari c’è: Trento si arrende al PalaSerradimigni

Sassari c’è: Trento si arrende al PalaSerradimigni

Gli uomini di coach Pozzecco si impongono su Trento 88-75 e centrano la terza vittoria in fila tra campionato e coppa

di Alessandro Sanna

Gli uomini di coach Pozzecco si impongono su Trento 88-75 e centrano la terza vittoria in fila tra campionato e coppa

 È una Dinamo Banco di Sardegna che ha cambiato volto nelle ultime due settimane: una squadra affamata, aggressiva, agguerrita e pronta a lottare su ogni pallone. Gli uomini di coach Pozzecco conquistano la sfida con l’Aquila Basket Trento centrando una vittoria importantissima in chiave qualificazione playoff partono bene fin dalla palla a due siglando il primo break di 7 lunghezze e continuando la corsa anche quando la Dolomiti Energia sigla la parità. Nella seconda frazione McGee e compagni portano il vantaggio in doppia cifra e alla seconda sirena i giganti conducono 42-30. Nella terza frazione i biancoblu dilagano fino al +21, nonostante il quinto fallo sanzionato a Thomas, grazie a un lavoro corale e una difesa arcigna che concede solo 15 punti agli avversari. Nell’ultimo quarto i giganti gestiscono il vantaggio e chiudono il match ribaltando il -5 dell’andata.

Coach Pozzecco manda in campo Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley, coach Buscaglia risponde con Marble, Pascolo, Craft, Gomes e Hogue. È Jack Cooley ad aprire le danze, per gli ospiti c’è Pascolo. I giganti scappano sul +7 condotti da McGee, Cooley e Thomas ma l’Aquila si riporta a contatto con un break di 6 lunghezze. McGee, autore di 10 pt nei primi 10’, ricaccia indietro gli avversari dall’arco: Gomes sigla la parità con la bomba del 13 pari. Reazione isolana con un break di 8-0: è McGee con il floater ad accendere i suoi, Thomas e Gentile lo seguono a ruota ed è +8. Mian accorcia dalla lunga distanza, al 10’ il Banco conduce 21-16. Nella seconda frazione il Banco scrive il nuovo massimo vantaggio di +14, trascinato da Thomas, Carter e Gentile. L’Aquila prova ad accorciare ma gli uomini di coach Pozzecco restano saldamente in controllo: al 20’ è 42-30. Nell’avvio di secondo tempo è un super Rashawn Thomas a condurre i giganti: il giocatore originario di Oklahoma infila 7 punti nei minuti iniziali ma un fallo e un tecnico per proteste sanzionati chiudono la sua partita. Gli uomini di coach Pozzecco continuano la loro corsa, la tripla di Smith ritocca il massimo vantaggio sassarese di +19. Jovanovic prova ad accorciare le distanze ma Smith e Polonara trascinano i biancoblu: al 30’ il tabellone dice 62-45. Nell’ultima frazione Polonara e Pierre tengono il Banco in controllo, Trento prova l’ultimo assalto con Marble, Flaccadori e Craft. Ma gli uomini di coach Pozzecco sono bravi a gestire il vantaggio e incrementarlo, firmando il +21 con 2’30’’ da giocare. Al PalaSerradimigni finisce 88-70.

Dinamo Banco di Sardegna 88 – Dolomiti Energia Trento 70

Parziali: 21-16; 21- 14; 20-15; 25-25.

Progressivi: 21-16; 42-30; 62-45; 88-70.

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu, Martis, Smith 15, McGee 16, Carter 4, Devecchi, Magro, Pierre 13, Gentile 10, Thomas 11, Polonara 8, Cooley 11. All. Gianmarco Pozzecco

Aquila Basket Trento. Marble 9, Pascolo 12, Mian 5 Forray 3, Flaccadori 10, Craft 2, Mezzanotte, Gomes  , Hogue , Lechtaler, Jovanovic . All. Maurizio Buscaglia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy