Sassari che rimonta! Virtus Bologna battuta al PalaSerradimigni

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari si impone 82-74 sulla Virtus Bologna di Ramagli

di Alessandro Sanna

La Dinamo si impone 82-74 sulla Virtus Bologna

La Dinamo Banco di Sardegna trova la vittoria sulla Virtus Bologna grazie a una prova di cuore e intensità. In un match dominato dalle V nere a partire dalla prima frazione, la chiave di volta si ha nella terza frazione: dopo aver toccato il -16 e essere andati a riposo con la magia di Hatcher da oltre metà campo i giganti rientrano in campo con il fuoco negli occhi. Quando coach Pasquini è costretto ad abbandonare la panchina per il secondo tecnico sanzionato, la squadra fa quadrato e risponde con energia e cattiveria. I biancoblu mettono a segno la rimonta condotti da Scott Bamforth, Will Hatcher, Shawn Jones e Achille Polonara. Il break di Jonathan Tavernari scrive il sorpasso e fa esplodere il PalaSerradimigni. Il Banco non sbaglia l’approccio ngli ultimi 100’’ secondi e gestisce con intelligenza il vantaggio.Prima della sosta per Final Eight e finestra dei Fiba Qualifiers i sassaresi mettono in cassaforte una vittoria di cuore e attributi, di reazione alle difficoltà che vale tanto in termini di entusiasmo ed energie.

Il Match:  Pasquini manda in campo Spissu, Bostic, Bamforth, Pierre e Polonara, coach Ramagli risponde con A.Gentile, Baldi Rossi, Lafayette, Aradori e Slaughter. La Virtus parte forte siglando un break di 5 punti con A.Gentile e Aradori. I sassaresi si sbloccano con Bostic e Bamforth e si riportano a -1: due palle perse permettono alle V nere di mettere la testa avanti. Reazione biancoblu con il break firmato Spissu e Polonara: la schiacciata in contropiede di Pierre inchioda l’11 pari. Bologna si porta in vantaggio con A.Gentile e Aradori (11-15). Nella seconda frazione gli ospiti mettono a segno un break di 5 punti, Hatcher si iscrive a referto ma le V nere proseguono la loro corsa con Lawson e Aradori. Botta e risposta dall’arco tra Bamforth e Lafayette: Gentile e Aradori conducono la Virtus. La preghiera di Hatcher manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 25-38. Al rientro dall’intervallo lungo Darko Planinic fa sentire i muscoli nel pitturato: il centro croato infila 8 punti nei primi 5’ del terzo quarto. Coadiuvato da Polonara dalla lunga distanza, i biancoblu firmano il -5. I sassaresi si caricano di falli: il secondo tecnico a coach Pasquini lo costringe a lasciare la panchina. A guidare il Banco c’è l’assistant Baioni: i giganti continuano la rimonta. Lawson trascina le V nere, ma Tavernari non ci sta e accorcia. Il coast to coast con l’appoggio al vetro di Hatcher dice 50-57 al 30’. Il PalaSerradimigni è una bolgia. Hatcher in lunetta prosegue la striscia aperta a fine terzo quarto, il canestro and one di Jones sigla il -4. Gentile allunga ma i sassaresi sentono l’odore del sangue: ancora Jones dalla media. Poi break di Tavernari per il -1. La bomba del numero 45 fa esplodere il PalaSerradimigni: per la prima volta il Banco mette la testa avanti con 5’26’’ da giocare. La Dinamo piazza il break e si porta fino a +8, con Bamforth, Pierre e Jones. Bologna accorcia con Gentile ma Hatcher sigla il +10. Due palle perse sanguinose permettono ai fratelli Gentile di riportare la Virtus a -6 con due contropiede facili. Ci vuole parlare su Baioni: Stipcevic mette in cassaforte altri due punti dalla lunetta quando sul cronometro restano 26’’. Tripla di Lafayette per i bianconeri che non si arrendono: ancora Stipcevic in lunetta a monetizzare il fallo di Umeh. Il play croato non sbaglia e scrive il +7. I secondi scorrono, i liberi di Spissu mettono definitivamente in cassaforte la vittoria biancoblu: la stoppata di Bostic a Gentile chiude il match. La Dinamo si impone 82-74.

TABELLINI:

Progressivi: 11-15; 25-38; 50-57; 82-74.

Banco di Sardegna. Spissu 3, Bostic 4, Bamforth 16, Planinic 10, Devecchi, Pierre 4, Jones 7, Stipcevic 6,  Hatcher 17, Polonara 8, Picarelli, Tavernari 7.
Coach Federico Pasquini.

Virtus Bologna. A.Gentile 19, Umeh 8, Pajola, Baldi Rossi 5, Ndoja, Lafayette 7, Aradori 8, S.Gentile 13, Lawson 11, Slaughter 3.
Coach Alessandro Ramagli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy