Sassari è straripante, Pierre lo è di più: la Carpegna Prosciutto Pesaro non può nulla

Sassari è straripante, Pierre lo è di più: la Carpegna Prosciutto Pesaro non può nulla

Pierre e Vitali (29 e 16) trascinano i sassaresi all’ennesima vittoria contro una VL nella quale si salva solo la truppa degli italiani

di Alessandro Kokich

Continua a volare la truppa di Gianmarco Pozzecco che non ha pietà di una VL galvanizzata dall’ultimo successo ottenuto, sul campo del PalaDozza. Dopo un avvio in cui le due squadre si sono ribattute colpo su colpo, nella ripresa i ragazzi sardi rientrano dagli spogliatoi con molta (sportiva) aggressività ed azzannano Pesaro grazie ai colpi di Pierre, e dal duo Gentile-Vitali. Per i marchigiani invece, prova sottotono di Barford che non riesce a trovare la via del canestro e viene panchinato per quasi 3 quarti da coach Sacco che non ha visto in lui, l’energia che l’allenatore ha chiesto durante la partita. Bene invece i giovani Miaschi ed Eboua che hanno giocato più di 20 minuti meritati.

Quintetti:

Pesaro: Barford, Pusica, Williams, Eboua, Totè

Sassari: Spissu, Vitali, Sorokas, Pierre, Bilan

 

1° QUARTO: Pierre e Spissu aprono le danze con due colpi da 3 punti, prontamente ricambiati da Pusica e Williams con la stessa moneta. Bilan fa valere tutti i suoi chili contro Totè, con Pierre che allunga il parziale sul 7-0 che vale l’8-15 dopo metà frazione. Zanotti si iscrive alla gara, così come Eboua con un prorompente tap-in, ma due disattenzioni costano caro ai pesaresi che regalano 5 punti facili a Spissu e Pierre che si portano sul 14-22; Zanotti segna dall’arco ed accende tutto il palazzo, ma Gentile risponde, portando le due squadre al primo intervallo sul punteggio di 19-25.

2° QUARTO: Miaschi apre bene la frazione per i suoi ma la tripla di Jerrels e la schiacciata di Pierre costringono Sacco a chiamare timeout sul 21-30; il giovane pesarese continua a metterci del suo nelle due metà campo, così come Jerrels dall’altra parte che impedisce ai pesaresi di accorciare rimettendo 9 punti di differenza. Dopo 3 tentativi a vuoto, Pusica torna a segnare, e seguito da 4 punti di Totè, i pesaresi piazzano un break di 8-0 che vale il 35-40, subito replicato dalla tripla di Vitali e poi dai 2 canestri di Bilan che vanificano così il parziale precedente. In chiusura di frazione, due triple di Pusica rispondono ad altrettanti canestri ospiti che concludono la prima metà gara sul 44-53.

3° QUARTO: Pierre porta il distacco la doppia cifra, ma la schiacciata di Drell e la tripla di Pusica impediscono l’allungo; Spissu segna altri 3 punti, e grazie all’antisportivo di Eboua i punti di distacco diventano 15, complice la tripla di Sorokas. La difesa biancorossa sembra cedere, Vitali e Pierre colpiscono nuovamente dall’arco senza che nessuno provi almeno a fare una mezza contestazione sul tiro; Pusica segna un 2+1 ma il distacco è di 18 punti dopo 25’, forbice che continua ad allargarsi con gli infallibili attacchi di Pierre. Un doppio fallo di Totè, uno di gioco e uno antisportivo, regalano a Vitali 4 punti, seguiti poi da 3 di Gentile che valgono il -30 sul 59-89; Mussini rende leggermente meno amaro il distacco portando i suoi a 63 sulla sirena.

4° QUARTO: L’ultima frazione si apre con le schiacciate di Zanotti e due di Eboua i quali approfittano dell’assenza di Bilan e si riportano sul -21 ma ormai i giochi sono fatti, per una VL che ha retto bene per tutto il primo tempo alla squadra di Pozzecco salvo poi crollare nel secondo. Ormai è una questione di spettacolo, con i giocatori che cercano 1 vs 1 per dimostrare il loro talento; Pierre, dopo l’ennesimo attacco individuale andato a buon fine strappa l’applauso di tutto il pubblico per la sua fantastica prestazione prima di lasciare il posto a Bucarelli; anche questa gara casalinga finisce tra i consueti fischi dei tifosi, che dopo la vittoria a Bologna di sabato scorso, non pensavano di vincere ma almeno di non subire così tanto. Finisce 82-107.

MVP Basketinside: Dyshawn Pierre (29 punti, 10/12 dal campo, 13 rimbalzi, 44 di valutazione)

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – BANCO DI SARDEGNA SASSARI: 82-107 (19-25, 25-28, 19-36, 19-18)

Pesaro: Barford 2, Drell 2, Mussini 6, Williams 15, Pusica 18, Miaschi 13, Eboua 15, Basso ne, Alessandrini ne, Thomas, Totè 4, Zanotti 7 All. Giancarlo Sacco

Trieste: Spissu 11, Bilan 14, Bucarelli, DeVecchi ne, Sorokas 12, Evans ne, Magro 6, Pierre 12, Gentile 12, Vitali 16, Jerrels 7 All. Gianmarco Pozzecco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy