Sassari inarrestabile: espugna a domicilio Trieste e aggancia il secondo posto

Nella 17esima giornata di regular season la Dinamo Banco di Sardegna Sassari domina, convince e stravince a Trieste per 82-103. I sassaresi trascinati da un sontuoso Marco Spissu, che centra il suo career high con 28 punti e 36 di valutazione, e soliti Bilan e Bendzius aggancia il secondo posto in classifica.

di Alessandro Sanna

Nella 17esima giornata di regular season la Dinamo Banco di Sardegna Sassari domina, convince e stravince all’Allianz Dome di Trieste per 82-103. I sassaresi trascinati da un sontuoso Marco Spissu, che centra il suo career high con 28 punti e 36 di valutazione, e soliti Bilan e Bendzius aggancia il secondo posto in classifica. Gli uomini di Dalmasson erano la bestia nera dei sardi, tre vittorie su tre negli ultimi match disputati dalle due squadre. All’andata una tripla di Milton Doyle decise la sfida nei secondi finali, ma oggi è tutta un’altra Dinamo che arriva a Trieste forte della qualificazione ai playoff di BCL, conquistati a Istanbul, e delle vittorie in LBA, sette nelle ultime otto gare.

1° QUARTO:
Partenza scoppiettante per la Dinamo che lavora bene in attacco e firma subito un 9-0, timeout Dalmasson dopo appena 2’. L’inerzia è tutta sassarese, rimbalzi e transizione, Trieste si sblocca con l’ex Fernandez, 2-11 Banco. Spissu firma 8 punti in 4 minuti ma perde Doyle in difesa, Bilan-Bendzius per il + 11 di metà primo quarto (6-17). Trieste ci riprova e scrive un mini parziale, MiniSpì è on fire e annulla il 4-0 dei padroni di casa, i ragazzi del Poz incrementano il vantaggio, la bomba di Gentile vale il 10-24. Rotazioni da entrambe le parti, Trieste risale a -7 con la schiacciata di Upson, 3/8 ai liberi per i biancoblu, Kruslin inventa allo scadere, al 10’ è 18-28.

2° QUARTO:
Il secondo quarto inizia in totale equilibrio poi Trieste si carica con Cavaliero e Alviti e al 12’ Pozzecco è costretto ad un doppio timeout, 27-34. Treier in contropiede per dare la scossa ma la bomba di Alviti scrive il -3, tutto da rifare per la Dinamo. Gentile tiene vivo l’attacco, pronta risposta triestina, Poz abbassa il quintetto, Spissu leader offensivo con 17 punti in 14’ di gioco, 37-46. Si segna tanto, Fernandez dall’arco firma due triple, il solito Gentile risponde prontamente, gli ultimi possessi sono confusionari ma Bendzius trova una tripla a fil di sirena, si va negli spogliatoi sul 46-55.

3° QUARTO:
Spissu guida la Dinamo anche nella terza frazione, i biancoblu si riportano oltre la doppia cifra di vantaggio, due tecnici consecutivi per proteste a Bilan e Pozzecco danno a Trieste la possibilità di riavvicinarsi, gli uomini di Dalmasson non ne approfittano, ne approfittano invece i lunghi sassaresi: schiacciata di Bilan, tripla di Bendzius, al 25’ è 54-71. Calano le energie triestine alla distanza per contrastare l’offensiva biancoblu, la terza frazione si chiude sul 61-75.

4° QUARTO:
Subito nuovo massimo vantaggio per la Dinamo (+19), Grazulis e Delia riaccendono le speranze dell’Allianz, 9-0 il parziale biancorosso (70-81), Miro Bilan nel momento massimo di difficoltà sale in cattedra, schiacciata e tripla per il lungo croato che poi va a rifiatare in panchina, Bendzius è una sentenza dai 6.75, 73-88 al 36’. Spissu e Gentile provano a chiuderla con largo anticipo, career high per il play sassarese, Pozzecco manda in campo Massimo Chessa e Marco Antonio Re che sigilla il risultato. La Dinamo Banco di Sardegna vince per 103 a 82 e trova la sesta vittoria consecutiva in campionato.

TABELLINI:

Allianz Pallacanestro Trieste Coronica 0, Upson 2, Doyle 8, Arnaldo 0, Alviti 17, Fernandez 12, Delia 13, Henry 6, Da Ros 1, Laquintana 11, Grazulis 8, Cavaliero 4.
Coach Eugenio Dalmasson

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Re 2, Chessa 0, Treier 10, Katic 2, Gandini 0, Kruslin 8, Happ N.E. , Burnell 4, Bilan 20, Spissu 28, Gentile 14, Bendzius 15.
Coach Gianmarco Pozzecco

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy