Sassari non fa sconti: batte Cremona e vola al secondo posto solitario

Sassari non fa sconti: batte Cremona e vola al secondo posto solitario

Sassari centra la sesta vittoria di fila in campionato e battendo Cremona per 84-74.

di Alessandro Sanna

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari non sbaglia un colpo e centra la sesta vittoria di fila in campionato tra le mura amiche del PalaSerradimigni contro la Vanoli Cremona. In un match tirato fino a terzo periodo i sardi mettono in cascina la vittoria grazie ad un Evans straripante autore di 25 punti e portano a casa la contesa per 74-64 mettendo dunque in cassaforte il secondo posto solitario in campionato. Per Cremona non bastano le ottime prove di Happ (17pt) Richardson (12pt) e Saunders (12pt) che fino all’ultimo hanno tenuto a galla i lombardi, ma Sassari con un Bilan sugli scudi (15pt) e un Jerrells trascinatore nei momenti chiave ha saputo portare a casa l’ennesima vittoria (settima di fila tra campionato e coppa).

1° QUARTO:
Akele apre il parziale Vanoli con un 5-0, Sassari risponde dai 6.75 con Evans, ma Cremona parte meglio tentando la prima minifuga sul 6-10. La Dinamo non si lascia impensierire e col solito Evans, autore di 7 punti consecutivi, di Bilan e Spissu ribalta i conti sul 13-12. Nella seconda metà di quarto continua il testa a testa serrato tra due squadre che fino a questo momento si equivalgono: Evans, Bilan e Pierre impattano il parziale sassarese, ma il finale è tutto di Saunders che con 4 punti di fila consente ai lombardi di chiudere avanti 21-22.

2° QUARTO:
Jerrells con una bomba apre il secondo periodo, permettendo ai sardi di tornare avanti, ma è una Vanoli indomabile grazie a De Vico e Richardson ritrova subito il vantaggio (30-33). Il miglior momento di Cremona non si ferma nemmeno dopo una antisportivo fischiato a Mathews, non sfruttato da una Sassari che dalla lunetta è ferma sul 9/17. Bilan e Vitali con un gioco da tre punti rispondono comunque alle offensive di Sobin riportando avanti la Dinamo. Sacchetti chiama timeout e il finale è tutto di marca lombarda con Ruzzier e Akele protagonisti del controsorpasso cremonese che vale il 38-44 finale.

3° QUARTO:
Evans e Bilan firmano l’immediato -2 sassarese, il testa a testa continua anche dopo il riposo lungo con Sassari capace di rimanere sempre attaccata alla Vanoli che trova in Happ 12 punti personali che valgono il parziale che vale il 55-57 lombardo. Vitali e Bilan rispondono con un controparziale di 5-0 che riporta avanti Sassari, Happ continua la sua super partita, ma Pierre chiude il quarto con un canestro e potenziale gioco da 3 punti non concretizzato. Finisce 63-59 nonostante un 13/23 complessivo ai liberi.

4° QUARTO:
Richardson si becca immediatamente un tecnico che manda in lunetta un glaciale Jerrells, ma Pierre perde palla nella successiva rimessa e non concretizza il potenziale vantaggio (64-59), Saunders spreca in attacco e ancora Jerrells gela la difesa Vanoli con la bomba del +8 che costringe Sacchetti al timeout sul 67-59. Mclean dalla lunetta e Pierre con una bomba regala a Sassari il massimo vantaggio sul 71-59 (parziale di 12-0). Sassari controlla il match fino alla fine, nonostante uno spavento finale quando Cremona piazza un parziale di 6-0 che vale il -5 a 55′ dalla fine. Jerrells e Pierre la chiudon dalla lunetta regalando ai sardi il secondo posto solitario. Finisce 84-74.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:
Spissu 5, Mclean 1, Bilan 15, Bucarelli 0, Devecchi n.e., Evans 25, Magro n.e., Pierre 16, Gentile n.e., Vitali 6, Jerrells 16.
Coach Gianmarco Pozzecco

Vanoli Cremona:
Saunders 12, Mathews 0, Zanotti n.e., Sanguinetti n.e., Diener n.e., Ruzzier 9, Sobin 10, Richardson 12, De Vico 4, Happ 17, Palmi n.e., Akele 10.
Coach Romeo Sacchetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy