Sassari troppo forte per Cantù: la formazione di Pozzecco vince agilmente

Sassari troppo forte per Cantù: la formazione di Pozzecco vince agilmente

Troppo gap tra le due compagini. Sassari si prende il posticipo domenicale vincendo nettamente al PalaDesio.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Un monologo. Cantù regge appena cinque minuti poi esce tutta la superiorità fisica e tecnica di Sassari e la formazione di Pancotto viene punto dopo punto affondata. Una serata negativa soprattutto in attacco, dove ancora il bottino e l’apporto soprattutto della coppia americana Young-Collins rimane indecoroso. Cantù trova buone cose da Wilson, ma sono soprattutto il duo italiano La Torre-Pecchia a lanciare luci in mezzo a tante, troppe, ombre. Sassari invece alterna i suoi campioni a dominare la scena: da Evans a Bilan,  passando pere Spissu e Vitali, ognuno dei quali in grado di mettersi in mostra. Sassari sale così a otto punti, rimanendo a meno quattro dalla capolista Virtus Bologna.

Cantù: Clark, Young, Pecchia, Wilson, Hayes
Sassari: Spissu, Vitali, Evans, Pierre, Bilan

SASSARI IN CONTROLLO A META’ PARTITA- Cantù parte subito forte con Pecchia a timbrare cinque dei sette punti brianzoli, mentre Sassari replica con i canestri di Evans e Bilan mantendosi in parità. Si accendono gli attacchi con Wilson, Vitali, Young e Evans tutti a segno da tre punti, per il 13-15 sul tabellone. Evans e Jerrells firmano il più sette (15-22). L’ultimo acuto è di McLean, che firma il 15-24 che archivia la prima frazione. Il secondo periodo vede la formazione di Pancotto partire meglio con le triple di Wilson e La Torre che rimettono a cinque le lunghezze di differenza obbligando Pozzecco al timeout. E’ una ppausa che ricarica le pile agli ospiti in particolare a Gentile che in uscita dal timeout sale in cattedra con una raffica di punti che valgono il 25-32. Si sbloccano anche Bilan e Vitali e in un amen è di nuovo fuga Banco di Sardegna, sul 28-38. Cantù prova a limitare i danni, ma la formazione sarda è in controllo e spinta da Bilan va all’intervallo sul 34-45.

SASSARI SENZA PROBLEMI,  CANTU’ ANCORA MALE OFFENSIVAMENTE- Dopo l’intervallo Sassari prova subito a chiudere i conti, con Vitali ed Evans a firmare il massimo vantaggio sul 38-57. La formazione di Pozzecco si esalta, Spissu fa più ventitrè in mentre i padroni di casa non trovano più la via del canestro con Pancotto obbligato al minuto di sospensione. Wilson prova a ridare ossigeno ai brianzoli, ma Spissu risponde per le rime e a dieci dal termine, il punteggio recita 47-68. Nel quarto periodo l’Acqua San Bernardo tocca il meno sedici, ma è ormai troppo tardi e bastano un paio di canestri degli ospiti per mandare i titoli di coda con largo anticipo sulla gara. Il finale recita 70-87.

MVP BASKETINSIDE.COM: Evans

CANTU’ 70 SASSARI 87

Cantù: Young 3, Collins, Procida, Clark 4, La Torre 13m, Hayes 7, Wilson 15, Burnell 3, Baparapè ne, Simioni, Rodriguez 9, Pecchia 16. All.Pancotto
Sassari: Spissu 12, McLean 4, Bilan 20, Bucarelli, Devecchi ne, Evans 16, Magro ne, Pierre 10, Gentile 8, Vitali 10, Jerrells 7. All.Pozzecco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy