Scandone, è crisi senza fine: Cantù passa al Del Mauro

0

L’AcquaVitasnella Cantù espugna il PalaDelMauro di Avellino col punteggio di 76-79 al termine di una partita nella quale ha regnato prevalentemente l’equilibrio. La Scandone ha cominciato benissimo con un grande primo quarto da trenta punti messi a segno, per poi peggiorare col passare dei minuti, confezionando la quinta sconfitta consecutiva. Tra i biancoverdi gli unici a salvarsi sono stati Adrian Banks (18 punti e 9 falli subiti) e capitan Cavaliero (12 punti, di cui 8 nell’ultimo quarto), per il resto il buio totale. Per quanto riguarda gli uomini di coach Sacripanti grandi prove per il nazionale dominicano James Feldeine, MVP con 15 punti e 22 di valutazione, Darius Johnson-Odom (12) e Awudu Abass (11). Dunque, è crisi nera per la squadra di Vitucci (contestatissimo sia prima che dopo la gara dai propri tifosi), che nel 2015 non ha ancora potuto festeggiare una vittoria, mentre per Cantù la vittoria è fondamentale per la corsa ai playoff.

STARTING FIVE
Sidigas: Gaines, Banks, Hanga, Harper, Anosike.
AcquaVitasnella: Laganà, Johnson-Odom, Jones, Buva, Williams.

Comincia bene la Scandone che in un amen si porta sul 5-0 con Anosike e Hanga, poi Johnson-Odom rompe il ghiaccio per Cantù  rispondendo ad una tripla di Gaines (8-4 al 2’). La partita è divertente e i canestri non mancano sia da una parte che dall’altra, anche se Avellino prova a dare un’altra spallata al match con Hanga e Banks: al 5’ dopo il timeout di Sacripanti è 19-13. Continua a giocare meglio la squadra di casa, che grazie ai canestri di Gaines e Hanga si porta sul +9 all’8’ (28-19): il divario non cambia nei restanti secondi, al 10’ è 30-21 per i biancoverdi. Quattro punti consecutivi di Feldeine riportano in partita gli ospiti, subito Vitucci vuol parlarci su: 30-25 all’11’. Non finisce qui, perché il parziale si allunga fino a 0-9, col quale l’AcquaVitasnella impatta a quota 30 grazie a un gioco da tre punti di Abass; Cantù arriva addirittura a mettere per la prima volta il naso avanti con il canestro di Jones, ma Banks dalla lunetta riporta Avellino avanti (36-35 al 16’). Cantù è più solida in fase difensiva e, con la Sidigas che non trova più il canestro dalla distanza, riesce a chiudere il primo tempo avanti col punteggio di 39-40. L’equilibrio regna alla ripresa delle ostilità, con Feldeine protagonista per Cantù e Banks per Avellino (45-45 al 23’). Prova a fare la partita la Scandone, ma l’AcquaVitasnella rimane attaccata agli avversari soprattutto grazie ai punti di Feldeine e al 26’ il punteggio è 52-51; è il dominicano a prendere per mano i suoi: con i suoi canestri e gli assist per Shermadini porta Cantù sul +3 al 28’ (56-59). Il timeout di Vitucci sembra ridare vigore alla Sidigas, che torna a contatto grazie ad una grande schiacciata di Harper: all’ultima mini-pausa è 58-59 per gli uomini con in casacca blu. Dopo il massimo vantaggio esterno firmato dalla tripla di Abass, risponde la Scandone alla stessa maniera con Cavaliero prima e con il libero di Banks poi, che fissano il punteggio sul 62-64 al 33’. Gli ospiti però sembrano più lucidi, e con la sostanza di Buva e Abass estendono il loro vantaggio fino ad un massimo di +7, costringendo Vitucci ad un nuovo timeout tra i fischi del pubblico di casa: 62-69 al 34’. All’uscita dal minuto di sospensione si scatena Cavaliero, che, oltre a due liberi di Anosike, propizia il parziale di 7-0 che pareggia i conti (69-69 al 36’). Con i suoi lunghi (Shermadini e Hollis da tre) Cantù si mantiene avanti, e l’ultimo minuto comincia col punteggio di 74-76 (39’); Avellino non riesce a pungere in attacco e all’AcquaVitasnella basta legittimare il vantaggio da con Abass e Jones dalla lunetta: finisce 76-79.

MVP basketinside.com: James Feldeine – 15 punti, 4 rimbalzi e 7 falli subiti (22 di valutazione)

SIDIGAS Avellino  76-79  ACQUA VITASNELLA Cantù
Parziali: 30-21; 9-19; 19-19

AVELLINO: Anosike 10, Gaines 11, Cadougan, Gioia n.e., Hanga 11, Banks 18, Cavaliero 12, Cortese, Trasolini, Severini n.e., Lechthaler, Harper 14. Coach: Vitucci.
T2: 14/43 – T3: 7/21 – TL: 27/35 – Rim: 42 – PR: 6 – PP: 18 – Ass: 6 – Val: 61

CANTÙ: Johnson-Odom 12, Feldeine 15, Abass 11, Bloise n.e., Laganà 5, Zugno n.e., Maspero n.e., Jones 8, Shermadini 8, Hollis 8, Buva 6, Williams 6. Coach: Sacripanti.
T2: 22/44 – T3: 6/16 – TL: 17/24 – Rim: 41 – PR: 7 – PP: 22 – Ass: 11 – Val: 76

Arbitri: Mazzoni, Bartoli, Paglialunga.

Fotogallery a cura di Luciano De Maio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here