SF G3 – Un maestoso Ragland spacca la partita e riporta avanti la Sidigas nella serie

0

La Scandone Avellino batte in Gara 3 l’Umana Reyer Venezia col punteggio di 96-83, al termine di una partita a dir poco spettacolare, che ha vissuto sui piani dell’equilibrio sino a terzo quarto inoltrato, quando Ragland e Logan hanno propiziato un parzialone di 14-0. Break che ha di fatto spaccato l’incontro, andato in scena in un PalaDelMauro rovente: MVP Joe Ragland, che ha chiuso con una prova monstre da 33 punti, 5 assist e 43 di valutazione, senza dimenticare un Logan (21 punti) sempre presente nei momenti topici; per la Reyer non sono bastati 19 punti a testa di Haynes e McGee. Con questa vittoria, la Sidigas torna a condurre la serie (2-1), in attesa di una Gara 4 che si preannuncia ancora più scoppiettante delle precedenti.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Logan, Thomas, Leunen, Fesenko
Umana: Haynes, Tonut, Bramos, Peric, Batista

PRIMO TEMPO: Partenza di gara a ritmi altissimi da ambo le parti, con la Sidigas che però trova il +4 con una schiacciata di Fesenko al 3′ (8-4). Il centro ucraino trova nuovamente il canestro, ma dall’altra parte Haynes con due triple consecutive riporta la partita in parità, sul 10-10, al 5′; la Reyer risponde colpo su colpo ai canestri della Sidigas, che con Thomas riesce a tornare sul +4, ma una bomba di Ress ed un gioco da tre punti di McGee danno agli ospiti il vantaggio di fine quarto, che si chiude sul 20-22. Venezia parte fortissimo alla ripresa delle ostilità: Filloy e McGee firmano il +8 e, dopo una bomba di Green, Stone risponde inchiodando il +7 del 13′ (23-30). Sale in cattedra Fesenko, che con cinque punti in fila riporta a contatto Avellino, dopodiché Ragland risponde ad una tripla di Bramos alla stessa maniera: timeout per De Raffaele al 15′ sul 31-35. L’Umana sfrutta un layup di Batista per tornare a +6, ma dall’altra parte la Sidigas trova un parziale di 7-0 griffato da Thomas e Logan per il vantaggio del 18′ (40-39); la seconda tripla di McGee riporta la Reyer avanti, poi una girandola di liberi da ambo i lati fissa il punteggio sul 43-43 dell’intervallo.
SECONDO TEMPO: Thomas e Ragland danno in avvio il +4 alla Sidigas, ma Tonut e Haynes rispondono con i canestri del -1 al 22′ (49-48). Thomas segna nuovamente dall’arco, Ragland fa male in contropiede: break Scandone di 7-0 e timeout obbligato per la Reyer sul 56-48 del 24′. La Sidigas è un rullo compressore e continua a martellare il canestro di un’Umana frastornata, toccando addirittura il +15 al 26′ dopo due liberi di Logan (63-48). McGee da tre chiude l’incredibile parziale avellinese di 14-0, ma un indemoniato Logan risponde con un’altra tripla e con due liberi per il 68-54 del 28′; Leunen e Zerini ridanno alla Scandone la doppia cifra di vantaggio, ma Venezia trova due triple incredibili di Stone, che la riavvicinano a -8 al 30′ (73-65). Ragland in avvio riporta Avellino sul +12, ma dall’altra parte Viggiano mette la tripla del -9: al 32′ è 77-68. Fesenko e Ragland trovano il nuovo +14 per la Sidigas, la Reyer prova a rispondere con Ejim ed Haynes per l’87-75 del 35′. Il parziale esterno di 0-6 viene però spento da Leunen e soprattutto un super Ragland, che con altri quattro punti sale a quota 33 personali e chiude di fatto la gara: il finale è 96-83 per la Scandone.

MVP basketinside.com: Joe RAGLAND

SIDIGAS Avellino 96-83 UMANA REYER Venezia
Parziali: 20-22; 43-43; 73-65

AVELLINO: Zerini 3, Ragland 33, Green 8, Logan 21, Esposito n.e., Leunen 5, Cusin, Severini, Randolph, Fesenko 11, Thomas 15, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

VENEZIA: Haynes 19, Ejim 9, Peric 4, Stone 8, Bramos 3, Tonut 5, Ambrosin n.e., Filloy 3, Ress 3, Batista 5, Viggiano 5, McGee 19. Coach: De Raffaele.

Arbitri: Seghetti, Sardella, Bettini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here