SF G3: Uragano Gentile, Milano sbanca Sassari e si riprendere il fattore campo

0

Che fosse una finale anticipata lo sapevano tutti, ma nessuno si aspettava un match così bello come quello di oggi: Milano scappa, chiude la partita, Sassari la riprende con un ultimo quarto pazzesco (21-9), ma un super Gentile gela il PalaSerradimigni (25 punti) con 5 punti che risultano decisivi nell’overtime. Milano si riporta prepotentemente avanti nella serie, dopo la sconfitta del Forum di domenica scorsa, diventando la vera e propria bestia nera dei sardi che tra le mura amiche non hanno mai battuto le “Scarpette rosse”. E’ questo il resoconto di una bellissima serata di basket che ha visto due squadre lottare fino all’ultimo pallone per ribaltare una serie che, dopo la partita di oggi, resta ancora più incerta. Oltre ad un super Gentile per Milano ottime prove di Langford e Samuels, il primo mortifero ai liberi, il secondo dominatore sotto le plance. Per Sassari le basse percentuali da 3 7/32 (21%) hanno contato tantissimo e non sono bastate le solite prove maiuscole del già citato Thomas, di Caleb Green autore di 18 punti e di Drake Diener (17). L’appuntamento ora è tra due giorni per una gara 4 che si prospetta scoppiettante.

1° QUARTO:
Prima del match Meo Sacchetti viene premiato con una splendida torta per la 200esima panchina in serie A.
Pronti via ed è subito Sassari che grazie ad ai Green si lancia sul 7-4. L’Olimpia non molla e si riporta in parità con i canestri di Samuels e Gentile che impatta il 7 pari. Nei primi 5 minuti l’equilibrio regna sovrano, poi Milano scappa trovando il sorpasso grazie alla bomba di Moss (7-10). Gli ospiti continuano ad incrementare il loro vantaggio sfruttando i viaggi in lunetta di Gentile e la vena realizzativa sotto canestro di Samuels (13-22). Nel finale i canestri di Gordon e Hackett chiudono il tempo sul 15-24 ospite con i sardi tramortiti dalle pessime percentuali fuori dal’arco (0/5).

2° QUARTO:
Il secondo periodo inizia ancora sotto il segno dei lombardi che grazie alle bombe di Gentile e Langford volano sul massimo vantaggio di 15 lunghezze (15-30). Sassari non ci sta e si riprende con una grande difesa e 3 triple importantissime (3/13): Devecchi ne insacca due di fila, Caleb Green e Drake Diener continuano la rimonta che riporta Sassari sul -3 (27-30). Nella seconda metà del quarto i sardi subiscono un nuovo ritorno milanese con Samuels e Kangur che mettono a segno i punti del nuovo +8, Drake Diener trova un’altra bomba, ma il finale è tutto di marca EA7 che con un parziale di 4-0 chiude il tempo meritatamente in vantaggio 32-41.

3° QUARTO:
Dopo il riposo lungo Milano continua a macinare punti e gioco e complici due bombe di fila di Gentile e Melli impatta nuovamente il +15. Sacchetti chiama timeout, al rientro sul parquet Thomas trova un canestro importante che ridà fiducia alla squadra sarda, ma Gentile zittisce ancora il PalaSerradimigni con un canestro dalla media (34-49). Sassari non vuole deludere il suo pubblico e impatta un parziale di 5-0 con Eze e Green, che trova la bomba del -10, il finale è tutto di marca milanese, con l’Olimpia che spinge sull’acceleratore per chiudere i conti e grazie all’ispirato Langford, che trova un parziale personale di 5 punti, chiude il tempo 48-60.

4° QUARTO:
L’ultimo quarto è vietato ai deboli di cuore con Sassari che incredibilmente macina gioco e riprende Milano per i capelli:  Omar Thomas è lo strepitoso autore di un ultimo periodo da protagonista. L’americano trascina Sassari alla rimonta ispirando Drake Diener e Caleb Green che a 3 minuti dalla fine impattano il risultato (65-65). Nel finale Milano prova a chiuderla con Gentile, ma ancora Thomas insacca allo scadere i liberi del pareggio (69-69). E’ overtime.

1° Overtime:
L’overtime inizia bene per Sassari che ritrova il primo vantaggio, dopo essere stata sotto per tutta la partita, grazie all’uno-due terribile di Drake Diener e Caleb Green (73-71), ma il finale ha un solo protagonista: Alessandro Gentile, prima con un canestro dalla media e poi con una bomba tanto mortifera quanto fortunosa chiude la partita tra l’incredulità di un PalaSerradimigni che ci aveva creduto fino alla fine. Finisce 76-83 per l’EA7.

 

SALA STAMPA:

E’ Meo Sacchetti aprire la conferenza stampa, dopo un match tirato fino all’ultimo e finito all’overtime:“Siamo contenti anche se abbiamo perso, perché abbiamo dato tutto sul parquet, in una partita che si è decisa negli episodi all’overtime. Sono contento anche che siamo riusciti a giocarcela nonostante le percentuali basse dal campo e bravi allo stesso tempo a crederci fino alla fine. Adesso resettiamo tutto e ripartiamo da qui per giocare gara 4 consci del grande dispendio di energie che causa giocare contro Milano”.

Coach Luca Banchi è raggiante dopo la bella vittoria della sua Milano: “Abbiamo giocato l’ennesima partita equilibrata, combattuta tra due squadre che hanno dimostrato di essere in grado in ogni momento di cambiare l’inerzia del match. Dopo la sconfitta di gara 2 era importantissimo per i nostri ragazzi riprendere la serie in mano, lo abbiamo fatto con una buona difesa e un attacco equilibrato, abbiamo rischiato troppo nel finale, concedendo tante occasioni alla Dinamo. Ora speriamo di riconfermarci giovedì, anche se non è facile in una serie alla meglio delle 7 partite, per via della stanchezza”.

 

Banco di Sardegna Sassari – EA7 Emporio Armani Milano 76-83, dopo un overtime (15-24, 32-41, 48-60, 69-69)

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Green M. 2, Green C. 18, Devecchi 6, Chessa ne, Gordon 7, Diener T. 5, Sacchetti 2, Diener D. 17, Vanuzzo, Eze 6, Thomas 13;

Coach Romeo Sacchetti

EA7 Milano: Gentile 25, Cerella 2, Melli 11, Hackett 2, Kangur 7, Langford 16, Samuels 16, Tourè ne, Wallace, Lawal ne, Moss 3, Jerrels 1;

MVP Basketinside: Alessandro Gentile autore di 25 punti, 6/9 da due, 3/6 da 3, 9 rimbalzi, 4 assist e 28 di valutazione

Coach Luca Banchi

Fotogallery a cura di Claudio Atzori