Sidigas, Ragland è spaziale: una coriacea Cantù si arrende nel finale

Sidigas, Ragland è spaziale: una coriacea Cantù si arrende nel finale

La squadra di coach Sacripanti ha trovato nel suo numero 1 l’uomo in più nella gara contro i brianzoli: carreer high per l’ex di turno ed Avellino torna a vincere.

di Davide Scioscia

La Scandone Avellino ritrova la vittoria battendo al PalaDelMauro la Mia-Red October Cantù col punteggio di 92-86, al termine di una partita davvero intensa. La Sidigas ha chiuso il primo quarto sul +16 (29-13), dando a tutti l’impressione di poter vincerla in scioltezza, macché: gli uomini di coach Recalcati hanno reagito alla grande e sono tornati sotto prima dell’intervallo (41-38), reindirizzando la partita sui binari dell’equilibrio, che ha regnato sovrano più o meno fino agli ultimi 100 secondi circa, quando Cantù, pur giocando col cuore, non è più riuscita a contenere il suo ex più temuto alla vigilia: Joe Ragland è infatti il mattatore del match con il suo carreer-high di 33 punti, frutto soprattutto di un clamoroso 9/11 da tre; bella anche la gara di Logan, che ha chiuso con 22 punti (5/8 da tre), mentre dall’altra parte non sono bastati un grande Dowdell da 24 punti e il solito Johnson (17), forse svegliatosi troppo tardi.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Logan, Thomas, Leunen, Cusin
Mia-Red October: Dowdell, Cournooh, Darden, Calathes, Johnson

PRIMO TEMPO: Partenza a razzo per la Scandone, che con i canestri di Ragland e Leunen va subito sul 7-0 al 2′; dopo la prima bomba dei brianzoli firmata da Cournooh, è ancora l’ex play di turno, insieme a Logan, a dare linfa all’attacco di casa: al 5′ è già +11 Sidigas (14-3) e timeout obbligato per Recalcati. Prova un abbozzo di reazione la Mia, che però non riesce a fermare le bocche da fuoco della Scandone, che va a +14 all’8′ dopo un layup di Zerini (21-7). La vena realizzativa di Ragland è incredibile e con due bombe consecutive porta Avellino sul +16: i suoi 14 punti nel solo primo periodo valgono il 29-13 del 10′. La Red October entra con un altro spirito sul parquet e piazza un parziale di 0-7 griffato dal trio Darden-Pilepic-Dowdell per il 29-20 del 12′, che costringe Sacripanti al primo timeout. Continua la pressione canturina: Dowdell, Quaglia e Parrillo martellano il canestro della Scandone, riportando gli ospiti a -5 (33-28) al 15′; Zerini e Logan rispondono ai due liberi di Dowdell per il rinnovato +8, ma dall’altra parte Parrillo e ancora Dowdell da tre riportano sotto Cantù sul 38-36 al 19′; nei restanti secondi Leune si sblocca da tre, prima del canestro di Cournooh che fissa il punteggio sul 41-38 col quale si entra nell’intervallo.
SECONDO TEMPO: Johnson e Cournooh firmano addirittura il sorpasso canturino in avvio di terzo quarto, ma Zerini e Thomas riportano avanti la Scandone al 23′ (46-44); Dowdell trascina da solo la Mia, ma dall’altra parte la premiata ditta Logan-Ragland riconsegna il vantaggio ad Avellino: al 25′ è 51-49. Continua a seminare gli avversari Ragland, che, ben coadiuvato da Thomas, ridà al 27′ 8 lunghezze di margine alla Sidigas (60-52) e la mantiene sulla stessa distanza al 30′, dopo un gran canestro dell’ex Acker (65-58). Dowdell e Acker aprono l’ultimo periodo con un parziale di 0-5, ma Leunen ferma l’emorragia per Avellino fissando il punteggio sul 67-63 al 32′. Cantù non molla un centimetro e con i canestri di Johnson e Acker si mantiene a -2, ma Logan da oltre l’arco firma il nuovo +5 Sidigas al 35′ (74-69); la partita è spettacolare, le squadre si battono senza esclusione di colpi: Quaglia da una parte, Ragland dall’altra scrivono il 79-74 del 37′. Acker con un 2/2 dalla lunetta riporta la Red October a -1, ma la Scandone questa sera ha un uomo in più: dopo una bomba di Leunen, Ragland scrive 31 sul suo tabellino personale, per il +7 Avellino ad un minuto e mezzo circa dal termine che sa tanto di staffa (85-78); gli uomini di Recalcati esagerano nel classico giro di falli tattici per fermare il cronometro, con Cournooh che commette un antisportivo su Green: la partita finisce 92-86 per la Scandone.

MVP basketinside.com: Joe RAGLAND – 33 punti (9/11 da tre) e 34 di valutazione

SIDIGAS Avellino 92-86 MIA-RED OCTOBER Cantù
Parziali: 29-13; 41-38; 65-58

AVELLINO: Zerini 6, Ragland 33, Green 2, Logan 22, Esposito n.e., Leunen 10, Cusin 6, Severini, Randolph, Obasohan, Thomas 13, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

CANTÙ: Acker 7, Ballabio 2, Cournooh 11, Baparapè n.e., Parrillo 6, Pilepic 5, Calathes, Callahan 3, Darden 6, Dowdell 24, Quaglia 5, Johnson 17. Coach: Recalcati.

Arbitri: Sahin, Bettini, Morelli.

Fotogallery a cura di Mario D’Argenio

Acker

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy