Smith e Leunen prendono per mano Cantù, Pesaro battuta al PalaDesio

Primo successo stagionale per la formazione di Pancotto: Cantù supera Pesaro al termine di una bella partita combattuta.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Cantù fa suo il posticipo di giornata battendo Pesaro 81-72. E’ così la formazione di Pancotto a brindare ai primi due punti stagionali al termine di una partita che ha sempre visto Cantù con le redini del gioco, salvo gli ultimi minuti del terzo quarto quando Pesaro spinta da Robinson ha messo il naso avanti andando all’ultima pausa avanti di quattro. L’ultimo periodo è stato però quello dei veterani con Leunen ma soprattutto un devastante Smith da 18 punti e 10 assist che ha preso per mano i compagni trascinandoli al successo.

WOODARD E KENNEDY LANCIANO LA FORMAZIONE DI PANCOTTO – Cantù parte subito con il botto, toccando il 12-2 in avvio spinta dal duo Pecchia-Kennedy. Cain e Filipovity smuovono il tabellino di Pesaro, ma Woodard dall’angolo rimette la doppia cifra di scarto sul 18-8. Massenat e Filloy riducono il margine, ma Johnson tiene lontana l’Acqua San Bernardo che trova il 21-13 alla prima sirena. Nella seconda frazione sono i marchigiani a partire meglio, portandosi fino al meno due con Cain e Zanotti. Kennedy sblocca la squadra di casa, ma sono Woodard e Thomas a riallontare l’Acqua San Bernardo sul 29-21. Filloy e Robinson colpiscono dalla lunga distanza, con Pesaro che torna prepotentemente in scia, sul 33-30. Botta e risposta tra Woodard e Robinson, con il primo tempo in archivio 36-32.

Foto di Ciamillo/Legabasket

SMITH E LEUNEN SUONANO LA CARICA, PRIMA GIOIA PER PANCOTTO – Dopo la pausa lunga le due compagini ripartono nel segno dell’equilibrio, rispondendosi colpo su colpo con il 38-36 dopo i primi due giri di orologio. A spezzare l’inerzia sono due triple di Thomas e Woodard che ridanno sei lunghezze di margine tra le due squadre. Pesaro replica con Robinson e Cain (47-43), ma Thomas e Pecchia propiziano il nuovo più nove, sul 52-43. Gli ospiti però non mollano e spinti da Filipovity rientrano a meno cinque (52-47), a due minuti dal termine del terzo quarto. Massenat sale in doppia cifra firmando il 52-50, ma è Filipovity a completare lo 0-9 che vale la parità. Cantù sbanda e complice anche un tecnico sanzionato a Smith, Pesaro sorpassa e a dieci dal termine è 55-59. Filloy apre l’ultimo periodo, ma Leunen replica da tre punti per il 58-61. E’ Smith a prendere per mano i compagni, andando a referto con cinque punti in un amen che ribaltano il punteggio sul 63-62. Woodarda fa più tre, mentre il 2/2 di Smith riporta a due possessi di margine la formazione di Pancotto. Robinson però non ci sta e piazza il 67-64 a 3’42” dal termine. Cantù però alza i giri in attacco e Leunen dall’arco carica i tifosi, timbrando il 70-64 mentre Repesa viene sanzionato del secondo fallo tecnico venendo così espulso dal campo. I brianzoli si esaltano e con Smith volano via, trovando il 74-64. La Carpegna Prosciutto prova a risalire la china, sfruttando anche l’uscita dal campo complice un fallo antisportivo del play canturino, con Robinson che trascina i suoi sul 74-69 a 1’20” dal termine. Johnson in lunetta si conferma glaciale, con la tripla di Filloy sbagliata da Filloy che sa tanto di titoli di coda. Woodard in contropiede mette il punto esclamativo, con Cantù che strappa la prima vittoria stagionale. Il finale recita 81-72, con Johnson che a fil di sirena sigilla con una tripla la contesa.

MVP BASKETINSIDE.COM: Smith
CANTU’-PESARO 81 72

Cantù: Leunen 6, Kennedy 11, Woodard 18, Thomas 8, Johnson 8, Baparapè ne, Smith 18, La Torre 3, Lanzi ne, Pecchia 9, Bayehe, Procida. All.Pancotto
Pesaro: Massenat 11, Cain 14, Filloy 11, Robinson 18, Filipovity 9, Zanotti 5, Serpilli ne, Basso ne, Drell, Calbini ne, Tambone 4, Delfino ne. All.Repesa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy