Spettacolo tra Sutor e Virtus: dopo un supplementare vince Roma

0

Roma dopo un tempo supplementare espugna il PalaRossini di Ancona e batte una bella Sutor 86 a 84.

Un’emozionante partita, di quelle elettriche, di quelle che ti tengono attaccato alla poltrona. 45 minuti da brivido. Corsa, difesa, schiacciate, stoppate e triple con ben due finali thrilling con la palla sempre in mano a Montegranaro. Sono infatti il tiro di Steele, terminato sul ferro nel quarto quarto, e quello tentato da 3 punti da Johson nel periodo supplementare uscito di un soffio ad aver tenuto con il fiato sospeso i tifosi della Sutor Montegranaro presenti al Palas.

Gialloblu che negli ultimi 8 secondi, oltre al tiro da tre punti sbagliato appunto dal colored, sono riusciti a tentare due tiri per portare la partita al secondo supplementare.

Grande rammarico quindi in casa gialloblu, anche dovuto al fatto che nel corso della partita sono stati avanti anche di ben 16 punti.

Grandi meriti per il romano Lawal: il suo lavoro intimidatorio sotto le plance sia in difesa, sia in attacco, ha permesso all’Acea Roma di rientrare in partita e portarsi addirittura avanti nel terzo quarto.

 

Quintetto iniziale:

 

Montegranaro: Steele, Cinciarini, Mazzola, Burns, Amoroso.

Roma: Goss, D’Ercole, Datome, Lawal, Lorant.

 

CRONACA

1°QUARTO:

Il ritmo è elevato ma le squadre sono poco precise in attacco e molto confusionarie. Il primo allungo è della Sutor arriva grazie ad Amoroso, prima con l’assist per Mazzola, e poi con la tripla dai 7 metri (7 – 2) ma Roma piazza un parziale di 6 punti a 0 e si porta in vantaggio. Una tripla per parte e così Roma è avanti 11 a 10. Goss e Steel prendono per mano le proprie squadre e proprio grazie ai 5 punti consecutivi del gialloblu la Sutor conclude a fine primo quarto per 20 a 17.

 

2°QUARTO:

L’ennesimo punto consecutivo di Steele e i due punti del Cincia portano Montegranaro sul 25 a 17. Roma in attacco è abulica, anche dai liberi ne mette uno su due, e il neo entrato di Bella realizza subito il nuovo massimo vantaggio e punteggio di 27 a 18. Ma l’emorragia di Roma continua e così Burns, Johnson e Cinciarini portano avanti la Sutor di 16 punti contro un’ Acea irriconoscibile con ben 8 palle perse in quindici minuti. Finalmente per i giallorossi Bobby Jones (ex di turno) sblocca il punteggio dell’ Acea, che riesce inoltre ad accorciare fino al 42 a 29 di fine secondo quarto grazie sopratutto al centro Lorant autore di 9 punti.

 

3°QUARTO:

Due bombe consecutive di un troppo libero Datome e Roma subito a -7. Ma i gialloblu non crollano e non si lasciano recuperare, anzi riallungano subito a +12 con il punteggio di 53 a 41 grazie ad una prova corale. Per Roma c’è soltanto Datome che ne piazza un altra dalla riga dei 6,75. Ma i soliti protagonisti Amoroso e Cinciarini, non sono da meno e replicano al giallorosso. Gialloblu così sempre in vantaggio di 13 punti con punteggio di 59 a 46. Ma in un ameno è 59 a 58: tanti tiri forzati per la Sutor grazie ad un’ottima difesa di squadra e un Lawal devastante in attacco e difesa. E l’ennesima distrazione difensiva della Sutor manda in lunetta Jones, che realizzando entrambi il liberi riporta incredibilmente avanti i suoi a 15 secondi dalla fine del terzo quarto. Vantaggio che dura un niente grazie ad un piazzato di Steel e punteggio sul 61 a 60

 

4°QUARTO:

Fallo e fallo tecnico fischiati contro la Sutor rimandano subito avanti Roma 61 a 64 con uno schiaccione del super protagonista Lawal. Partita elettrica, palazzetto bollette. In campo prima Amoroso poi Datome piazzano una tripla a testa (66 – 67). Super Lawal in difesa con una strepitosa stoppata su Burns permette a Goss di correre in transizione e realizzare in velocità il nuovo +3 per Roma subito recuperato però da un gioco 2 + 1 da Burns. Tripla di Goss ancora nuovo fallo e canestro realizzato questa volta da Amoroso che permette a Montegranaro di impattare a quota 72. Incredibilmente Bobby Jones realizza un solo tiro libero su tre tentati, nell’attacco della Sutor invece Amoroso forza da tre punti e non tocca neanche il ferro. 73 a 72 per Roma. Linea della carità per Cinciarini: uno su due e perfettà parità a quota 73. 16 secondi al termine: rimessa nella metà campo difensiva della Sutor e Burns decide di far fallo su Lawal che sbaglia entrambi i liberi. 8 secondi e 68 centesimi e palla a Montegranaro, Steel corre veloce, arresto, tiro e ferro. Supplementari.

 

1° TEMPO SUPPLEMENTARE

Quinto fallo di Amoroso sul canestro realizzato da Lawal che questa volta mette il libero. L’infortunato Slay usato con il contagocce mette il piazzato che vale il 78 pari. 78 a 80, 80 pari, 80 a 82. A spezzare l’equilibrio un clamoroso fallo in attacco fischiato alla Sutor da parte degli arbitri e il successivo canestro di Lawal vale il più 4 con un minuto e mezzo da giocare e palla in attacco per i gialloblu. Il due su due dai liberi di Cinciarini vale il meno due ma gli arbitri permettono a Lawal di realizzare un nuovo canestro da sotto (82 – 86) utilizzando quello che non era il piede perno e pubblico infuriato. Montegranaro realizza ancora dai liberi, Roma perde palla nella successiva azione d’attacco. 84 a 86 per Roma e 17 secondi da giocare. Cinciarini rimessa, Slay forza il tiro e sbaglia ma c’è il rimbalzo, Johnson da tre punti, la palla gira due volte sul ferro ed esce, rimbalzo di Slay che tenta un tiro all’ultimo secondo colpendo soltanto la parte inferiore del ferro. Roma vince 84 a 86

 

SUTOR MONTEGRANARO – ACEA ROMA  84 – 86 dts

 

Mvp basketinside: Lawal

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here