Successo fondamentale per Trieste: Pistoia affondata e raggiunta in classifica

Successo fondamentale per Trieste: Pistoia affondata e raggiunta in classifica

Vittoria importantissima per l’Allianz, che ribalta la differenza canestri con un DeQuan Jones superlativo. La zona retrocessione è ora più ampia.

di Marco Torbianelli

In un clima surreale senza pubblico si è svolto stasera all’Allianz Dome l’anticipo della ventiquattresima giornata, la sfida salvezza tra i padroni di casa dell’Allianz Pallacanestro Trieste e la OriOra Pistoia. Con gli ospiti avanti di due lunghezze in classifica e in vantaggio di 4 punti nello scontro diretto dell’andata, la missione di Trieste è una sola: vincere e farlo con uno scarto di almeno 5 lunghezze. Statisticamente è una sfida tra le peggiori del torneo: Trieste e Pistoia hanno rispettivamente il penultimo e l’ultimo attacco, la penultima e l’ultima valutazione media di squadra, la penultima e l’ultima percentuale di realizzazione da due punti. Ma in una sfida “win or die” come questa – peraltro in una situazione difficile – i numeri passano in secondo piano.

Primo tempo che vive nei primi momenti di un sostanziale equilibrio, poi Trieste inizia a prendere in mano l’inerzia della gara, provando a scappare in diverse occasioni, ma subendo costantemente il rientro degli ospiti, almeno fino alla metà del secondo quarto, quando invece riesce a raggiungere – e mantenere – la doppia cifra di vantaggio.

La seconda frazione vede Trieste controllare il match, che vive di un tira e molla continuo, visto che Pistoia prova a più riprese a rientrare, ma la coerenza e la compattezza dei padroni di casa non lasciano scampo agli ospiti. L’Allianz vince meritatamente e fa un bel passo avanti verso la salvezza, che naturalmente è ancora tutta da conquistare.

Starting five Trieste: Fernandez – Justice – Washington – Peric – Cooke

Starting five Pistoia: Culpepper – Salumu – Petteway – Johnson – Brandt 

CRONACA: 

GRANDE EQUILIBRIO, NEL FINALE TRIESTE METTE IL NASO AVANTI – Primo possesso a Pistoia e dalla media Brandt apre le marcature, con replica immediata di Justice. Cooke riesce a dare a Trieste il primo vantaggio, poi da un fallo di Peric nascono i due liberi del pareggio di Salumu, che poi riesce a ribadire la propria leadership offensiva andando comodamente a schiacciare il nuovo vantaggio ospite. Pistoia è molto a proprio agio nel pitturato ospite, complice una difesa casalinga tutt’altro che efficace, tenta un primo break ma non riesce a scappare e, anzi, è Washington a riprenderla dalla lunetta prima e dall’arco poi: 10-9 dopo poco più di 5 minuti giocati. Culpepper non ci sta e riporta avanti i toscani, ci pensa poi Peric ad impattare nuovamente il match. Botta e risposta continui tra le due formazioni, che stanno dando vita ad una gara certamente bella da vedere. Si iscrivono a referto anche Petteway e Fernandez e lo score dei due starting five si completa. Trieste piazza un break da 9-0 con Peric e doppio Fernandez e quando mancano meno di 2 minuti al termine del quarto il tabellone indica 23-16. Petteway e Salumu danno nuovo smalto alla manovra offensiva di Pistoia, che riesce a recuperare immediatamente 4 lunghezze, mentre dall’altro lato del parquet Peric sbaglia due rigori, non seguito da Jones che concede a Trieste gli ultimi due punti del quarto, che si conclude sul 25-20.

TRIESTE TENTA LA FUGA, SUBISCE IL RIENTRO, POI SCAPPA  – Trieste riparte palla in mano, ma Da Ros e Hickman non si capiscono e forniscono a Pistoia l’occasione di accorciare, non sfruttata da Landi. Jones sbaglia la tripla, Cavaliero no ed è +8 Trieste. Landi perde palla e Jones non si lascia impietosire, correndo fino al ferro e portando l’Allianz in doppia cifra di vantaggio. Culpepper accorcia, ma da fuori colpisce anche Da Ros e Trieste sembra aver preso in mano le redini della gara. Sembra, perché Della Rosa ha vita facile nel pitturato, prima per segnare, poi per servire a Landi il più comodo dei canestri da sotto. Reagisce immediatamente Trieste, con Cervi che stoppa Petteway e lancia il contropiede, che vale il canestro e l’and-one per Hickman (fallo di Della Rosa) e il nuovo +10. Culpepper è una macchina da canestri e forse andrebbe seguito un po’ di più, ma Trieste sta riuscendo ad adattare il proprio gioco alle situazioni che si presentano in campo, non disdegnando attacchi al ferro di una certa intensità: Peric e Jones ne fanno una questione di principio e riescono a dare massima efficacia all’azione, portando i padroni di casa sul 40-28 a metà tempo. Petteway si mette in proprio e ne mette 5 di fila, seguito poi da Brandt di fronte ad una difesa biancorossa alquanto poco mobile: 7-0 di parziale e gara virtualmente riaperta con cinque sole lunghezze di margine per Trieste. Il Professor Peric sale di nuovo in cattedra a dare lezioni di attacco e riesce anche a disturbare l’azione pistoiese, poi si sfidano dalla lunga distanza Justice e Culpepper, Un paio di errori nel finale di tempo, l’ultima palla è in mano a Trieste con Fernandez che la tiene fino all’ultimo e scarica in angolo a Justice che chiude la frazione con una tripla buzzer beater che manda le squadre al riposo lungo sul 50-39.

TRIESTE ALLUNGA ANCORA, POI PISTOIA RECUPERA  – Si riparte con il pallone gestito dagli ospiti, che mandano Johnson a canestro da centro area. Washington porta a scuola tutti e deposita nel cesto un pallone d’oro, replicando pochi istanti dopo su una rubata da Peric, che poi va direttamente a canestro a trasformare l’assist di Fernandez. Dopo 1’45” di gioco l’Allianz è avanti 56-41 e sta dimostrando di saper gestire bene il pallone e di riuscire ad attaccare la zona dell’OriOra con il giusto timing. Pistoia cerca di rientrare caricando l’attacco sulle spalle di Petteway e Culpepper, ma l’Allianz non molla di un centimetro e manda ancora a canestro da fuori Justice, che rimette 14 lunghezze tra le due compagini. Lunghezze che aumentano ulteriormente, in questa che appare la giornata di Justice, che continua a segnare. Gioca bene Trieste, in attacco e in difesa, tenendo decisamente l’inerzia della gara, anche grazie ad una panchina decisamente più lunga di quella degli ospiti. Tre giocatori in doppia cifra per l’Allianz, quattro per la OriOra. Il ritmo di gara scende decisamente e i padroni di casa hanno più tempo per impostare sia le proprie azioni offensive – potendo scegliere diverse soluzioni -, sia quelle difensive, considerando che le polveri dei realizzatori di Pistoia si sono bagnate un bel po’. Nonostante il divario raggiunga il +18, Pistoia piano piano lo rosicchia sfruttando le tante palle perse da Trieste e nel finale si fa sotto grazie a Brandt e Petteway, chiudendo la frazione ancora a -11 sul 72-61. La gara non è finita.

TRIESTE CONTROLLA E VINCE CON MERITO – Fernandez mette subito il canestro che lo porta in doppia cifra, Landi sbaglia e Peric lancia ancora Jones che colpisce da fuori. Altro errore di Landi e stavolta Peric si mette in proprio, servito con un passaggio schiacciato dietro la schiena da Fernandez: 7-0 Trieste e coach Carrea richiama i suoi sul pino. Si torna in campo e l’OriOra beneficia di qualche buona azione che manda a canestro i suoi lunghi e ovviamente l’onnipresente Culpepper, mentre dall’altro lato del campo sono i soliti Peric e Jones ad incaricarsi della fase offensiva. A metà tempo sono nuovamente 18 i punti di margine dei padroni di casa, che si concedono qualche leziosità di troppo consentendo un leggero riavvicinamento degli ospiti; ma è, di fatto, un tira e molla continuo, in cui la difesa triestina tiene botta di fronte ad una Pistoia che pian piano si spegne. Jones segna da fuori e dà ai suoi il massimo vantaggio sul +19, presto rimpinguato da Cooke in schiacciata. E’ già garbage time, terreno buono per i cecchini per dare più corpo al proprio scout. Trieste vince, anzi stravince, meritatamente, raggiunge Pistoia in graduatoria e ribalta la differenza canestri a proprio favore.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – ORIORA PISTOIA BASKET 97-80

PROGRESSIVI: 25-20 / 50-39 / 72-61

PARZIALI: 25-20 / 25-19 / 22-22 / 25-19

MVP BASKETINSIDE: DeQuan Jones (Allianz Pallacanestro Trieste)

TABELLINI: 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: Cooke 6, Coronica (cap.) ne, Peric 16, Fernandez 13, Demarchi ne, Jones 23, Hickman 4, Cervi 2, Washington 10, Cavaliero 3, Da Ros 3, Justice 17. Allenatore: E. Dalmasson. Assistenti: M. Legovich, A. Cittadini.

ORIORA PISTOIA BASKET: Della Rosa (cap.) 0, Culpepper 20, Mati ne, Petteway 16, Brandt 17, Salumu 13, Landi 6, Del Chiaro ne, Johnson 8, Wheatle 0. Allenatore: M. Carrea. Assistenti: F. Bongi, L. Angella.

STATISTICHE: 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: 66% 2PT (27/41), 41% 3PT (12/29), 70% TL (7/10), 33 RBN (27 DIF, 6 OFF), 3 STP, 8 PP, 7 PR, 19 AST, 109 VAL

ORIORA PISTOIA BASKET: 53% 2PT (24/45), 24% 3PT (5/21), 85% TL (17/20), 37 RBN (27 DIF, 10 OFF), 0 STP, 9 PP, 2 PR, 12 AST, 87 VAL

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy