SUPERCOPPA LBA Gir. A – E’ Brescia l’anti-Milano. Burns brucia Varese nel clutch time

SUPERCOPPA LBA Gir. A – E’ Brescia l’anti-Milano. Burns brucia Varese nel clutch time

La Leonessa soffre ma passa alla prima casalinga della stagione, nonostante le assenze. Decisiva la tripla a pochi secondi dal termine dell’italo-americano.

di Fabio Rusconi

Una sfida combattuta, equilibrata. Alla fine è Brescia a spuntarla ed ancora una volta lo fa sulla sirena, al fotofinish. Match che sembra la fotocopia, per la Germani, di quello di due giorni fa a Desio contro Cantù: soffre e parte male, rimonta, sta lì e segna i canestri decisivi nel periodo clutch. Varese dimostra di aver reagito alla batosta contro Milano, dominando nel primo tempo una Leonessa appannata e affaticata, colpita dalle assenze note di Ristic e Cline. Brescia però dimostra di essere squadra di livello superiore, mettendo in campo un secondo tempo di grande sostanza, sacrificio difensivo e a rimbalzo, oltre che una batteria di seconde (e terze) linee di assoluto valore. E allora ecco un Sacchetti da 15 punti e primo per valutazione dei suoi (MVP della partita), un Burns solidissimo, autore della tripla decisiva. A loro si aggiunge il top scorer biancoblu, Crawford, molto più a suo agio in attacco rispetto all’uscita brianzola. E’ una Germani dalle molteplici soluzioni in attacco, in attesa dei chili e muscoli in arrivo nelle prossime settimane da USA e Serbia. Sono i lunghi, infatti, a tenere in piedi il punteggio della squadra di Caja: Andersson dimostra duttilità tecnica e tattica, Morse è il suo valido, validissimo sostituto e Scola non ha bisogno di presentazioni. Al banchetto partecipa anche Strautins, che insieme ai tre citati in precedenza va in doppia cifra, combinando in quattro ben 66 degli 88 punti finali. Ma non basta contro una Brescia che pare già rodata e in fiducia. Insomma, poco importano le assenze: nel gruppo A è Brescia l’anti-Olimpia, anche se superare la corazzata meneghina pare un’impresa, anche per questa Brescia.

Quintetto Brescia: Chery, Kalinoski, Crawford, Sacchetti, Ancellotti

Quintetto Varese: Ruzzier, Jakovics, Strautins, Scola, Andersson

Partenza molto positiva di Varese, che manda a segno le prime tre triple tentate. 11-0 il parziale con cui i viaggianti aprono il match, prima del canestro di Kalinoski dall’arco, che sblocca Brescia. La Leonessa si rifà sotto con i punti del rientrante Moss e di Crawford, ma Varese dall’arco è caldissima e manda a bersaglio altre due bombe che ristabiliscono 11 punti di vantaggio (9-20 al 6′). Crawford cerca di tenere i suoi a contatto, con l’ex Vanoli faro dell’attacco bresciano in questa fase finale di primo quarto. Ma tra le file di Caja si scalda Douglas, che spinge i suoi nuovamente a +11 (16-27 al 8′). Brescia gioca male sui due lati del campo, perdendo qualche pallone di troppo anche grazie alla gran difesa avversaria, e Morse deposita nel canestro anche il +13. 22-31 al 10′. Il secondo periodo si apre con un “and-one” di Morse, che riporta Varese a +12. Varese in palla, continua con una gran serata balistica e sale a +14 a metà secondo quarto (28-42 al 15′) grazie a Morse ed Andersson, che sfruttano la mancanza di centimetri della Germani. Divario replicato sul 30-44 poco dopo, parziale dal quale parte un break 5-0 propiziato da Kalinoski e Crawford, per riportarsi in singola cifra di svantaggio. I padroni di casa subiscono in difesa la fisicità dei lunghi avversari, ma provano a carburare, ad alzare i giri, e la bomba di Crawford vale il -6 (40-46) al 18′. Brescia ora più attiva in attacco, nonostante un Vitali non sempre lucido nelle letture, ma dall’altra parte Varese non si perde d’animo e un Andersson davvero positivo torna subito sul +9. Risposte di Sacchetti e Burns, con l’ex Olimpia a segnare di tap-in il canestro del -4 con cui le squadre tornano negli spogliatoi (47-51).

Tripl di Strautins apre la ripresa. Varese al massimo sforzo per provare a scappare via ma Brescia regge l’urto nonostante l’assenza dal campo, in apertura di ripresa, di Crawford. Esposito se lo gioca nel corso del terzo quarto rilevando un Moss comunque positivo. A metà terzo quarto la Leonessa è a -8 (54-62), e nonostante tutto non riesce a ricucire il gap per raggiungere Varese, che trova altri punti dalle mani di un solidissimo Strautins, che sgancia una nuova bomba per il +11. Canestro che fa male a Brescia, che scivola a -13 con un comodo appoggio di Scola: il break varesino è di 7-0 e viene chiuso, dalla lunetta, da un Bortolani fin qui abbastanza fumoso. E’ ancora Scola a prendersi sulle spalle i compagni, ma Brescia non molla e si rifà sotto grazie al blocco di italiani VitaliSacchettiAncelotti (64-71 al 29′). 66-73 a fine terzo tempino. Sacchetti, molto buona la sua partita, apre la ripresa con una tripla. Lo segue Vitali dalla media e Brescia in un amen si trova a -2 (71-73). Douglas e Jakovics provano a tenere la Leonessa a distanza, ma nella Germani è il solito Crawford a trainare l’attacco e a tenere i locali a contatto (74-76 al 34′) e Sacchetti trova la tripla del sorpasso a metà ultima frazione (77-76). E’ il primo vantaggio bresciano, che ora ha alzato il ritmo in difesa e vicino al ferro, aiutata anche dall’ingresso di Burns. Caja corre ai ripari, rimandando in campo Andersson e Scola e ottenendo nuovamente il comando del match con la tripla del centro svedese (77-81 al 37′). Reazione Brescia affidata a Burns e Moss (81-81), e poi a Chery che risponde dall’arco alla bomba di Jakovics. Finale punto a punto, con Varese che perde palla e Kalinoski la punisce in fadeaway. Timeout Caja che trova il canestro di Scola nel pitturato e le squadre sono ancora in parità (86-86). Brescia si vede annullato un canestro di Burns, che commette fallo a rimbalzo, e successivamente fischiato in attacco contro Sacchetti. Douglas dai liberi fa 2/2 e porta avanti i suoi (86-88). Brescia ha comunque la palla anche per vincere: la affida a Chery, che penetra e scarica su Burns che infila dai 6.75 il canestro della partita. Varese può replicare, ma la preghiera di Douglas finisce sul ferro. 89-88 il risultato finale.

 

Germani Brescia vs Openjobmetis Varese 89-88 (22-31; 47-51; 66-73)

Brescia: Crawford 16, Moss 8, Kalinoski 8, Burns 13, Sacchetti 15, Chery 10, Vitali 6, Parrillo 3, Ancellotti 5, Bortolani 5. All: Esposito

Varese: Douglas 9, Scola 18, Andersson 16, Ruzzier 0, Strautins 17, De Nicolao 2, De Vico 3, Ferrero 1, Morse 15, Jakovics 7, Virginio n.e., Librizzi n.e.. All: Caja

MVP Basketinside: Brian Sacchetti

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy