SUPERCOPPA LBA Gir. A – Milano concede il bis su Brescia e vola alla Final Four

SUPERCOPPA LBA Gir. A – Milano concede il bis su Brescia e vola alla Final Four

Cinque su cinque per la squadra di Messina, che va a Bologna come assoluta favorita.

di Fabio Rusconi

Troppo forte questa Milano, per una Brescia con molte, troppe defezioni. L’Olimpia avanza, accede alle Final Four di Bologna della SuperCoppa LBA e lo fa controllando il match al PalaLeonessa (per la prima volta da mesi con il 25% di pubblico presente) senza grossi sforzi. La Leonessa ce la mette tutta ma paga il maggior talento delle “scarpette rosse”, che quando accellerano sui due lati del campo sono semplicemente superiori alla compagine di casa. Esposito può comunque ritenersi soddisfatto per una gara in cui i suoi a tratti se la sono giocata, grazie ai canestri di un Chery sempre più leader offensivo, assieme a Crawford di questa squadra. Bene anche Ancellotti, che dimostra di essere qualcosa in più di un semplice dodicesimo uomo. Nei viaggianti Rodríguez illumina (MVP del match), Datome e Micov realizzano, Leday ci mette muscoli e centimetri e Punter la chiude nel quarto periodo. Insomma, nonostante la serata no di Delaney, gran protagonista al Forum tre giorni fa, coach Messina ha di che sorridere, approfittando anche delle ben 20 palle perse avversarie. La sua corazzata arriva a Bologna da favorita, vedremo chi saprà fermarla.

Quintetto Brescia: Chery, Bortolani, Crawford, Sacchetti, Burns

Quintetto Milano: Delaney, Punter, Micov, Brooks, Hines

Parte forte Brescia, che con un 3/4 dall’arco va sul +5 dopo pochi minuti (13-8 al 5′) e costringe coach Messina a un primo timeout. Milano fatica a carburare in attacco, ma difende il canestro e sta a contatto. Ci pensa Rodríguez a sbloccare l’Olimpia con un 2/2 dalla lunetta, dando inizio al 7-0 con cui Milano riprende il comando. Costruito soprattutto in lunetta, grazie a un bonus conquistato anzitempo dai viaggianti, anche grazie a una terna molto generosa molto generosa nel loro confronti. Brescia però non molla e tiene botta, grazie alla qualità di Ancellotti e Sacchetti, e chiude il primo quarto a +1 (23-24). Brescia apre bene il secondo quarto, col canestro di Ancellotti e la schiacciata di Bortolani, e va sul +3 (27-24). Milano non si scompone e comincia a lavorare in difesa e nel pitturato, con Leday che riporta avanti i suoi a metà periodo (30-32). Delaney si sblocca dall’arco, aumenta il vantaggio a +5 ma la Germani non indietreggia, e Moss fa capire proprio a Delaney, rubandogli il pallone, che c’è poco da scherzare. 6-0 il break bresciano a riportarsi avanti, ma Milano dà l’impressione di poter cambiare passo, soprattutto in difesa. Certo, il metro della terna non è conforme, ma i meriti dei meneghini sono innegabili nel 12-0 con cui gli ospiti chiudono il primo tempo: coach Messina allunga la difesa (13 palle perse bresciane al 20′) e manda in crisi la Germani, che va in palla e in un amen si trova sotto in doppia cifra all’intervallo. Un 39-50 piuttosto ingeneroso per i padroni di casa.

Milano allarga il parziale a 16-0, portandosi al massimo vantaggio in apertura di ripresa (+15, 39-54 al 22′). Burns pone fine alla siccità dei locali, ma Milano ora ha in mano il match. Brescia cerca di tenere le redini della gara, grazie a un Chery anche oggi molto positivo (49-59 al 25′). Si segna poco e Milano non riesce ad allungare nella terza frazione, con una Brescia molto attenta in difesa sebbene sprecona alle volte in attacco, complice anche la stanchezza. Nonostante tutto la Leonessa al 30′ riduce lo svantaggio a due possessi pieni, grazie all’apporto ottimo di Ancellotti e agli assist di Vitali (59-65). Punter apre l’ultimo quarto con una super bomba molto forzata, risponde Vitali ma ora Milano è on fire dall’arco, e Micov rimette la tripla del +9 (62-71 al 32′). L’Olimpia continua a controllare ritmo, e gioco, andando più volte in doppia cifra di vantaggio. Brescia arranca, stanca, e si affida alle giocate spesso estemporanee di Chery per tornare a -9 (66-75 al 35′). Dall’altra parte Punter e Delaney si scatenano, spegnendo di fatto le flebili speranze di gloria dei locali. Brescia infatti ha la forza anche di tornare a -7 con la tripla di Crawford (71-78 al 37′). Da citare anche Rodríguez, trascinatore sotto traccia, silenzioso, dell’Olimpia che sbanca il PalaLeonessa

 

Germani Brescia vs A|X Armani Exchange Milano 79-91 (23-24; 39-50; 59-65)

Brescia: Crawford 15, Chery 17, Sacchetti 3, Parrillo 0, Burns 13, Kalinoski 4, Moss 8, Vitali 7, Ancellotti 10, Bortolani 4, Magro 0, Bertini n.e.. All: Esposito

Milano: Moretti 2, Moraschini 3, Biligha 1, Leday 10, Punter 14, Hines 4, Brooks 2, Micov 12, Delaney 7, Rodríguez 17, Datome 11. All: Messina

MVP Basketinside: Sergio Rodriguez

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy