SUPERCOPPA LBA Gir.B – La Fortitudo non ci sta e si prende di forza il derby n°108

SUPERCOPPA LBA Gir.B – La Fortitudo non ci sta e si prende di forza il derby n°108

L’Intensità è una fotocopia di venerdì, ma nella ripresa la Fortitudo è brava a resistere ad un super Teodosic

di Luca Montanari

Serata a dir poco temporalesca in quel di Bologna e Paladozza semivuoto, si apre così il ritorno del derby di BasketCity numero 108. La partita parte come venerdì scorso percentuali basse e tante, troppe palle perse per entrambe le squadre. Primo tempo che vede in vantaggio la Fortitudo, grazie ad un ottimo Fletcher che dall’arco sbaglia pochissimo, 3/4 per lui. Ma anche i vari Whiters, totè ed Aradori. Sempre sponda fortitudo Fantinelli spende subito 3 falli in appena 6:55 di gioco, messo in panchina immediatamente da coach Meo Sacchetti. La Virtus fa fatica e si vede, il 38% da due punti e il 20% da tre sono esplicativi di questo primo tempo. Teodosic parte dalla panchina ma entra freddo ed impreciso: 3 soli punti, 1/4 dall’arco e di  11 palle perse 4 sono sue. Bene Gamble, Alibegovic e Pajola. Quest’ultimo non fa mai mancare la sua energia quando entra in campo, si butta su tutti i palloni in difesa ed è sempre molto ordinato in attacco. Alibegovic invece è molto bravo nel guadagnarsi i falli e di conseguenza i tiri liberi, ma è proprio in quest’ultimi che pecca, ne vanno a segno solo 2 su 6 tentativi. Le due squadre vanno all’intervallo con il punteggio di 26-36 per la Fortitudo. Secondo tempo dominato da Teodosic per la sponda virtus, segna 15 punti solo nel terzo quarto arrivando a 22 a fine partita,  miglior realizzatore dei sui.. Ma in generale la Virtus è entrata con un’intensità totalmente diversa da quella dei primi due quarti. Adams e Ricci rispondo presente, tutti e due vanno in doppia cifra a fine partita. Ma questa volta la Fortitudo non si fa sorprendere dall’aggresssività delle v nere. Sei sono i giocatori in doppia cifra per la fortitudo, tra cui il classe 2000 Nicolò Dellosto che gioca una splendida partita (3/6 dall’arco e 12 punti totali) e regala anche l’assist della vittoria ad Happ. Il finale recita 84-86 per la fortitudo che si prende il derby n°108

 

PRIMO QUARTO:

La palla a due è vinta dalla Virtus Bologna, ma primi due punti sono della Fortitudo con un bellissimo movimento in post di Happ. La Fortitudo si fa vedere subito aggressiva in attacco, Whiters segna col fallo ed è 4-9 per la F dopo 4 minuti. Mini Parziale di 7-0 Fortitudo. La prima tripla della partita porta la firma di Pippo Ricci che riduce il divario e chiude il mini parziale. Pajola sostituisce Markovic e come al solito fornisce grande energia, entra ed è subito assist per la schiacciata di Vince Hunter. Pessima la percentuale dall’arco (0/5)  della F in questa prima metà di primo quarto. Sempre troppe palle perse per la Virtus, il trend di venerdì non cambia, sono già 6 prima della fine del quarto. 11-11 ad 1:53 dalla fine grazie ai 2 liberi realizzati di Alibegovic. Teodosic un po’ impreciso in questo inizio, già 2 le sue palle perse. Dellosto entra e segna la prima tripla della Fortitudo e conseguente vantaggio alla fine del primo quarto, 11-14 il punteggio che chiude il primo periodo.

 

SECONDO QUARTO:

Banks al quarto tentativo dall’arco si sblocca e segna i suoi primi 3 punti, 11-17. Tessitori deve stare attento con i falli, spende i primi due in poco meno di tre minuti, viene prontamente sostituito da Gamble. Situazione falli non buona anche per Fantinelli che spende il suo terzo dopo solo 3 minuti dall’inizio del quarto, panchina anche per lui. Le percentuali continuano a non alzarsi per ambo le squadre: 27% da due e 17% da tre per la Virtus, 42% da due e 22% da tre per la Fortitudo. Pajola sblocca il punteggio con un appoggio al tabellone, ma dall’altra parte reagisce subito Fletcher con una tripla. 13-20 a 5:50. Ancora una volta Pajola è super in difesa: si butta, recupera un pallone, trova Gamble in contropiede ed è canestro e fallo per lui. Torna a -1 la Virtus sul punteggio di 19-20. Fletcher caldissimo dall’arco, 2/2 per lui. Altro parziale di 7-0 per la Fortitudo. Totè bravissimo in contropiede contro Ricci, subisce il fallo e segna, ma sbaglia il libero supplementare. Troppo superficiale la Virtus in attacco, Gamble e Ricci sbagliano semplici tiri da sotto canestro, la F ne approfitta e vola sul +10, 19-29 quando mancano 2 minuti e mezzo alla fine. Alibegovic è bravissimo a guadagnarsi i falli ma la mano trema troppo in lunetta, risultato? 2/4 per lui. Timeout Djordjevic sul 26-34 per la squadra ospite. Withers è bravo dal post e segna gli ultimi 2 punti del quarto, vantaggio per la F all’intervallo come venerdì scorso, chiude sul 26-36.

 

TERZO QUARTO:

In avvio di terzo quarto Pajola è bravo a tagliare sotto canestro e a segnare il reverse, ma Banks risponde subito dall’altra parte del campo con una tripla. Fortitudo un po’ addormentata al ritorno dall’intervallo, Happ si fa tagliare davanti ancora una volta da Markovic che ringrazia e schiaccia. Ancora come venerdì la Virtus carbura nel terzo quarto, Teodosic per primo si sblocca: tripla e tiro dalla media realizzato, 35-46 dopo 3 minuti. Ancora una volta BOMBA di Teodosic che entra decisamente in partita. Sacchetti ferma subito il gioco con un timeout sul +8. Bravo Aradori nel rubare due punti da una situazione caotica a rimbalzo. Le V nere iniziano prendere le misure dall’arco, i primi sono Alibegovic e Abass. 48-51 in un amen. Sacchetti concede tanti minuti a Dellosto, il classe 2000 non delude e non sbaglia dall’arco, 2/5 . Tecnico a carico di coach Sacchetti a 3 minuti e mezzo dalla fine. Sequenza di azioni che esaltano i tifosi Virtussini, stoppata di Alibegovic e antisportivo a carico di Aradori su Teodosic. 52-54 quando mancano 3 minuti. Fantinelli dopo i 3 falli nel primo tempo entra e segna il jumper del +4. Ancora una volta Teodosic fondamentale nel riscatto delle V nere, viene cambiato ma i punti per lui fin’ora sono 17, di cui 15 nel terzo quarto. Ricci non ci sta alla chiamata dell’arbitro, si lamenta e  il fallo tecnico è praticamente automatico da parte della terna arbitrale. Banks realizza il libero del fallo tecnico e si prende anche la rimessa. Pippo Ricci si fa perdonare del tecnico e segna da 3 su assist di Abass. Ancora una volta Dellosto non perdona dall’angolo: 9 punti e 3/6 da tre in appena 12 minuti giocati. Finisce 60-63 in favore della Fortitudo.

 

QUARTO QUARTO:

I primi due punti e il conseguente -2 lo firma ancora Ricci in contropiede questa volta. Adams si sblocca finalmente dal campo e realizza la bomba che porta la parità al Paladozza. Aradori è il più concreto dei bianco blu e con il suo classico fadeaway in post riporta a +4 la F. Adams fa vedere le sue skill in palleggio trovando agilmente la via del canestro appoggiando al tabellone. Aradori ancora una volta non si tira indietro nel momento del bisogno, altri due punti a tabellino, per lui sono già 16. Ricci si muove bene in mezzo al campo e si fa trovare liberissimo dall’angolo mandando un’altra tripla a bersaglio. Sono 8 le triple segnate dalle V nere dalla ripresa su 11 tentativi. 75-76 il punteggio a 5:20 dalla fine. 2/2 ai liberi di Ricci che segnano il primo vantaggio della virtus dopo 2 quarti. Teodosic BOMBA da almeno 8 metri, sono 20 i punti personali e 4 quelli di vantaggio. Il quarto periodo, ma in generale la ripresa, è dominata da Milos Teodosic che trova punti come vuole, pecca però sui liberi 4/8. Sul punteggio di 81-77 Dellosto tenta la tripla che viene fermata con un fallo da Alibegovic, 3/3 ai liberi e 12 punti totali. Banks realizza dall’area il momentaneo -1, ma Pajola ridà una lunghezza piena di vantaggio dall’altra parte del campo. Fantinelli dal post segna, va in doppia cifra ed è ancora -1 Fortitudo. 84-83 V nere  è il punteggio a meno di un minuto dalla fine. Pallone del sorpasso in mano ad Adrian Banks, ma è ancora una volta Dellosto che trova l’assist decisivo per Happ che segna il SORPASSO, +1 Fortitudo a 13.8 secondi dalla fine. Teodosic si prende una tripla forzata che va direttamente fuori dal campo. Timeout Sacchetti per spostare la rimessa nella metà campo offensiva. Fallo di Teodosic su Banks nella rimessa, sbaglia il primo e segna il secondo. L’ultimo tiro se lo prende teodosic ma sbaglia e il derby numero 108 finisce 84-86 per i bianco blu.

 

Quintetto Virtus: Markovic – Adams – Abass – Gamble – Ricci
Quintetto Fortitudo: Fantineli – Banks – Aradori – Happ – Wither

Tabellino Virtus: Adams 10, Teodosic 22, Markovic 3, Abass 5, Ricci 15, Hunter 4,  Pajola 6, Alibegovic 14
Tabellino Fortitudo: Happ 8, Banks 12, Fantinelli 10, Fletcher 10, Aradori 16, Tiotè 6, Whiters 10, Sabatini 2, Dellosto 12

MVP Basketinside: Pietro Aradori

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy