SUPERCOPPA LBA Gir.B – La Virtus prima si prende paura poi all’overtime domina con i tiri liberi

SUPERCOPPA LBA Gir.B – La Virtus prima si prende paura poi all’overtime domina con i tiri liberi

Il grande assente Markovic si fa sentire e le V nere faticano contro la squadra di Coach Antimo Martino

di Luca Montanari

Con il Paladozza riempito solamente al 25% alle 20:45 inizia la la partita Virtus Bologna – Reggio Emilia, il grande assente oggi è Milos Teodosic. Primi minuti del primo quarto abbastanza anonimi da parte di ambo due le squadre che si portano dietro percentuali basse e solamente 7 punti in totale in poco meno di 6 minuti. Reggio però sembra avere le idee più chiare nel reparto offensivo, infatti si porta temporaneamente in vantaggio con il punteggio di 11-15 a fine primo periodo.
Si inverte completamente la tendenza nel secondo quarto con la Virtus che inizia a carburare e la Reggiana che sembra essersi completamente smarrita dopo un buon primo quarto.
Parziale inziale di 15-0 per le V nere, che si portano in netto vantaggio. Il parziale aumenta, 23-7 e le due squadre vanno negli spogliatoi all’intervallo sul punteggio di 34-22.  Al ritorno dagli spogliatoi la situazione si inverte nuovamente, Reggio Emilia prende coraggio e bombarda la squadra di casa, Leo Candi su tutti con 12 punti solo nel terzo quarto. Ma anche Taylor è protagonista sul finale grazie a 7 punti negli ultimi minuti che portano la Reggiana in poco prevedibile vantaggio. Virtus che sembra completamente smarrita, imprecisioni e palle perse non mancano per la squadra di Djordjevic. Nell’ultimo quarto le V nere si svegliano ma la Reggiana ha trovato la continuità. Gamble e Weems si prendono la squadra sulle spalle, il primo segna tantissimo dalla lunetta e il secondo mette la tripla del pareggio a meno di un minuto dalla fine. Blums grazia la Virtus sulla sirena ed alla fine al Paladozza è OVERTIME.

Il tempo supplementare si gioca, come presumibile, tutto sui tiri liberi ed in questo la Virtus domina. Uno su tutti Julian Gamble, che però viene sostituto a meno di 2 minuti dal termine. Al suo posto entra Hunter ma la storia non cambia. Reggio sul 75 a 73 perde Filippo Baldi Rossi per 5 falli ed è un’assenza pesantissima. Da li in poi la partita si è svoltata tutta in direzione Virtus. Prima Diouf sbaglia i due liberi per riportare in parità la partita, poi Taylor cerca di sfondare l’area nell’ultimo possesso ma senza successo. La Virtus si prende prima una gran paura poi chiude i conti concludendo il supplemetare sul 79 a 75.

 

PRIMO QUARTO:

La palla a due è vinta dalla Virtus Bologna, ma nonostante ciò i primi due punti sono dell’ex della partita Filippo Baldi Rossi. Risponde Adams con i suoi unici due punti della partita. Gli attacchi partono molto freddi e con molte poche idee in fase di impostazione offensiva, la palla rimane molto ferma e la Virtus perde 5 palloni, di cui 3 di Markovic. Il punteggio di 5-2 si sblocca dopo più di 5 minuti con la schiacciata di Diouf, da qui in poi gli attacchi iniziano a carburare ma la fine del primo quarto è vicina. Si conclude sul 11-15 per Reggio Emilia che tira 4/10 da due e 1/6 dall’arco.

 

SECONDO QUARTO:

Il primo canestro del secondo quarto è firmato Pippo Ricci che fa tornare la virtus a -2 dopo un primo quarto abbastanza da dimenticare per i suoi. Si va dall’altra parte e viene chiamato un fallo antisportivo contro Blums su Abass, il neo acquisto segna i due liberi, parità e palla in mano. La virtus trova finalmente ritmo in attacco e Hunter porta in vantaggio la virtus sul 15-17 con un possibile gioco da 3 punti che però non viene completato. La squadra di Coach Djordjevic inzia a spingere e si vede, parziale di 10-0 in apertura del secondo periodo. Risultato sul 21-15. La terna arbitrale non prende bene le poroteste di Coach Antimo Martino e viene fischiato un fallo tecnico alla panchina, Markovic si prende il libero e ringrazia. Reggio Emilia non sembra avere alcuna idea offensiva dopo un buon primo quarto e il numero di palle perse inziano a lievitare, sono 8 contro le 6 della Virtus. Intanto il parziale si allunga sul 15-0 per le V nere. Primi 3 punti della Reggiana che rompono il parziale firmati da Kyzlink. Il punteggio. a metà secondo quarto è di 27-18. L’Alley oop Markovic-Abass porta la virtus al massimo vantaggio, +15. La mano di Candi arma la tripla di Taylor che da ossigeno alla Reggiana, 33-22. Diouf spinge Abass spendendo il terzo fallo personale, prontamente sostituito da Coach Martino che vuole preservarlo. Si va all’intervallo con il punteggio di 34-22 e il parziale finale è di 23-7 in favore della Virtus.

 

TERZO QUARTO:

Leo Candi parte subito forte nell’inzio di terzo quarto, prima si prende due liberi contro Markovic e poi segna una tripla dall’angolo che porta la Reggiana a -9 sul 36-27. La Virtus spegne improvvisamente l’interruttore e sembra essere tornata quella del primo quarto, fa un’enorme fatica in attacco soprattutto dall’arco. A confermare quanto detto sono solo due i punti segnati in poco più di 4 minuti. Tecnico anche per l’allenatore della Virtus Bologna che manda in lunetta l’ex Baldi Rossi. Reggio sembra averne di più e ne approfitta, si porta sul -4 grazie alla tripla di Kyzlink che firma il parziale di 10-2. Gamble dopo il time-out si prende di forza due liberi dal post basso e e non sbaglia, 2 su 2. Weems segna dalla media ma dall’altra parte ancora Candi segna una tripla importantissima, il punteggio recita 42-35 per la squadra di casa a 4 minuti dalla fine. Pajola restituisce i 9 punti di vantaggio alla sua squadra grazie ad un mismatch in post contro Taylor. Non tarda ad arrivare la risposta di Reggio Emilia che, particolarmente ispirata dalla tripla di Baldi Rossi e le penetrazioni di Taylor, si porta clamorosamente sul -1. Punteggio di 47-46 V nere a meno di un minuto dalla fine. Taylor però continua a bucare la retina anche dall’arco e porta Reggio in vantaggio sulla sirena del terzo quarto. 51-49 Reggio Emilia. Binaco neri completamente persi al ritorno dagli spogliatoi, mentre i Regginai si sono fatti trovare pronti, soprattutto grazie ad un ispiratissimo Candi da 12 punti solo nel terzo quarto.

 

QUARTO QUARTO:

Inzia l’ultimo quarto ma la storia non cambia, i bianco rossi parto addirittura con un gioco da 4 punti di Kyzlink, +6 per la squadra di Coach Martino. Bomba di Pajola che, nonostante non sia la sua specialità, cade in un ottimo momento dato che erano molti minuti che la Virtus non segnava. Hunter affidabile dalla lunetta, segna i due tiri liberi che portano ad un solo posseso di distanza la Virtus. Reggio però deve stare attenta ai falli, già esaurito il bonus dopo 4 solo minuti. Baldi Rossi non ha paura dall’arco, segna la tripla del +5, per lui 3 su 4 da tre fino ad ora. 57-62 a 5 minuti dalla fine. Gamble è affidabile nel suo classico gioco in post, non sbaglia e -3 Virtus. Fallo a rimbalzo di Pajola su Cham ed ora anche la Virtus esaurisce i falli di squadra. Bomba che rimbalza sul ferro di Kyzlink, la Reggiana è  nuovamente in vantaggio di due possessi e il tabellino segna 22 punti per lui, straordinario questa sera. Gamble però si prende la squadra sulle spalle, segna praticamente solo lui e 2/2 dalla lunetta. 63-66 Reggio a 2 minuti dalla fine. Fallo di Baldi rossi su Weems, liberi per lui e 2/2 che porta la Virtus a -1. Partita che si gioca tanto sui tiri liberi dato il bonus di entrambe le squadre,  Gamble però questa volta fallisce il riaggancio dalla lunetta. Kyle Weems si fa trovare pronto dall’arco e segna la bomba che porta la partita sul 68-68 a a meno di un minuto dalla fine. Blums grazia la virtus sulla sirena ed è OVERTIME.

 

SUPPLEMENTARE:

Il primo canestro del supplementare è una schiacciatona di Gamble, 16 punti per lui. Kyzlink dall’altra parte non sembra accusare i suoi 36 minuti in campo e rimette tutto in parità sul 70-70. Tripla di Candi e nuovo canestro in post di Gamble dalla parte opposta, +1 Reggio. Spinta di Candi su Pajola abbastanza discutibile ma la terna decide per 2 tiri liberi, 2 su 2 e nuovo vantaggio Virtus Bologna sul 74-73. Hunter sostituisce Gamble a due minuti dalla fine. Quinto fallo pesantissimo di Baldi Rossi che manda in lunetta il neo entrato Hunter, non delude e fa 2/2. 76-73 Virtus. Kyzlink dopo il fallo di Weems ha la possibilità di riportare a -1 la sua squadra e non sbaglia. Markovic carica Kyzlink in area, fallo di Kyzlink ed 1 su 2 ai liberi, +2 per i bianco neri. L’overtime si gioca tutto sui tiri dalla lunetta, ma Diouf sbaglia quelli decisvi per rimettere tutto in parità sbaglia. Taylor decide di prendersi l’ultimo tiro della Reggiana ma ne esce una conclusione abbastanza discutibile. Abass ne approfitta, prende il pallone a metà campo ed alza l’alley oop per Hunter che chiude definitivamente la gara. 79 a 75 è il risultato finale qui al Paladozza.

 

Quintetto Virtus Bologna: Markovic – Weems – Adams – Gamble – Ricci
Quintetto Reggio Emilia: Taylor – Bonacini – Baldi Rossi – Cham – Kyzlink

Tabellino Virtus: Weems 12, Hunter 11, Pajola 9, Adams 2, Abass 10, Markovic 4, , Gamble 18, Tessitori 6, Ricci 7

Tabellino Reggio Emilia: Kyzlink 24, Taylor 11, Cham 1, Candi 17, Blums 6, Bonacini 1, Diouf 2, Baldi Rossi 13

Progressivi: 11-15 ; 34-22 ; 49-51 ; 68-68 ; 79-75

MVP Basketinside: Julian Gamble

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy