SUPERCOPPA Gir.B – La Virtus domina e stravince su Cremona

SUPERCOPPA Gir.B – La Virtus domina e stravince su Cremona

Gara sempre in controllo delle V nere che non concedono mai la possibilità a Cremona di rientrare in partita

di Luca Montanari
Recap Virtus-Cremona

La Virtus si presenta alla penultima gara dei gironi con un bottino che recita 3 vittorie consecutive ed una sconfitt. Certo è che il record non racconta tutta la verità, tre vittorie si ma accompagnate da non poca fatica in certi frangenti di gara, un esempio lo è certamente la gara scorsa. La Vanoli invece, dovuto alle varie situazioni che tutti conosciamo, si presenta con un record di 1-3, ma non per questo sono da sottovalutare anzi. Tante partite che sulla carta davano un netto vantaggio alla Virtus, si sono poi rivelate abbastanza combattute, Reggio Emilia ne è un esempio. Ciò nonostante Virtus-Cremona non è stato il caso, la partità è fin dal primo quarto a senso unico a favore delle V nere. Lo scarto in doppia cifra non tarda ad arrivare grazie ai 20 punti di un cercatissimo Amedeo Tessitori e ai 13 punti di un Vince Hunter anche lui sempre molto cercato da Milos Teodosic.

 

Quintetto Virtus: Markovic – Teodosic – Weems – Tessitori – Ricci
Quintetto Cremona: T williams – J Williams – Lee – Cournooh – Mian

 

PRIMO QUARTO:

Pronti via palla vinta dalla Vanoli l’azione si conclude subito con una tripla di Tj Williams. La Virtus non ci sta e risponde subito con una tripla di Tessitori dal centro. A differenza delle scorse partite delle V nere si parte subito forte, soprattutto nella prima metà di primo quarto, le percentuali sono alte e le palle perse sono relativamente poche. Per la Virtus uno dei protagonisti in questo quarto è Tessitori che segna 6 dei primi 11 punti. Timeout al minuto 5:34 che recita 13-6 per le V nere. Cercano subito di prenderei il largo i padroni di casa grazie alle affondate di Teodosic, Weems e non solo, il parziale a 3:02 è di 16-3. La Vanoli invece si sblocca e recupera terreno grazie alle triple di di Hommes e Palmi dopo 4 minuti di totale stallo offensivo. La difesa della Virtus però è solida e concede poco dentro l’area, sono già 3 le stoppate a poco meno di 30 secondi dalla fine del primo periodo. La sirena chiude le danze e il piccolo tabellone del paladozza recita 19-15 per la compagine di Djordjevic.

 

SECONDO QUARTO:

La prima azione che porta a punti è una “quasi” tripla dell’ex Malaga Josh Adams (tocca la linea per pochi centimetri) che però chiede troppo e nell’azione successiva si prende una violenta stoppa a tabellone. La Vanoli fa fatica offensivamente, non trova brutte soluzioni, ma la fortuna non l’assiste. Però riesce comunque a rimanere a contatto grazie ai tiri liberi. Più concreta è sicuramente la Virtus che riesce a trovare soluzioni più ad alta percentuale come l’alley oop per Abass e il buon posizionamento di Tessitori sotto canestro. 29-22 è il punteggio a metà periodo. Teodosic poi, incanta come e sempre i (pochi) spettatori del paladozza grazie al suo totale controllo del campo, gli assist personali sono già 7 dopo appena 12 minuti di gioco, di cui 3 sono splendidi alley oop per Vince Hunter. La Vanoli tenta di rimanere al passo ma i momenti di “vuoto” offensivo sono troppi per poter sperare di  arrivare all’intervallo con uno scarto non in doppia cifra. Il punteggio all’intervallo lungo, infatti, mostra un netto +14 della Virtus, 44-30. I top scorer per ora sono Hunter e Tessitori per la Virtus con rispettivamente 11 e 10 punti, mentre per Cremona sono Hommes e Palmi con solo 9 e 7 punti. 

 

TERZO QUARTO

Il terzo quarto si apre subito con il pick and roll Teodosic-Tessitori, il serbo mandando a punti il centro della nostra Nazionale, racimola il DECIMO assist di partita in appena 16 minuti di gioco. Tessitori è ancora ampiamente cercato dai suoi compagni, Ricci gli offre un’ottima palla a centro area e con poca fatica, Tex manda a bersaglio il suo 14esimo punto. Il divario si dilata ulteriormente a poco più di metà quarto è già +20 Virtus e il parziale in apertura è di 8-2. La difesa dei bianconeri questa sera rasenta dei livelli che nelle scorse partite non si erano ancora visti, tante buone chiusure ed aiuti, non mancano anche le stoppate e le palle rubate. Nella seconda metà del terzo periodo però l’imprecisione in attacco della Virtus viene fuori e le palle perse superano quelle della Vanoli 14 a 12 ad un minuto dalla fine. Inoltre non segnano più con la facilità del primo tempo. Le imprecisioni vengono fuori anche in difesa concedendo molti liberi e qualche conclusione di troppo l ferro. 57-43 sarà il punteggio che aprirà l’ultimo e decisivo periodo.

 

QUARTO QUARTO

Il quarto quarto si apre senza Teodosic che entra al nono minuto di gioco, ma viene trovato Amar Alibegovic che risponde presente, segna dal post basso e dall’arco con grande facilità. La Virtus gioca questo quarto in grande scioltezza sicura di uno scarto che si aggira sempre attorno ai 20 punti, i tiri di conseguenza partono più leggeri e le percentuali si alzano. Tessitori è ancora il compagno più cercato in questo partita e grazie al 4° assist di Abass scollina quota 20 punti, tirando con il 73% da due punti e il 100% dall’arco (mandando a bersaglio il suo unico tentativo). La Vanoli in 6 minuti di gioco segna appena 6 punti, gli autori: Poeta, T. Williams e Lee. A 3 minuti dalla conclusione la Virtus si trova si trova sul 77-49, un comodo +28 che gli consente di dare spazio anche a Nikolic. La partita si concude agilmene per la Virtus che abbatte la Vanoli Cremona, 79-56 il finale qui al Paladozza.

 

Tabellino Virtus: Pajola 2, Alibegovic 9, Nikolic 2, Hunter 13, Adams 10, Markovic 5, Teodosic 6, Tessitori 20, Weems 8, Ricci 2, Abass 2

Tabellino Cremona: R. Williams 11, Palmi 10, Poeta 8, Hommes 9, T. Williams 7, Cournooh 6, Lee 5

Tabellino completo LBA

MVP Basketinside: Amedeo tessitori

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy