SUPERCOPPA LBA GIR. C – Il derby parla trevigiano, Reyer battuta al Palaverde

Con un gran quarto periodo di Imbrò e Akele la De’ Longhi agganta la seconda vittoria. A Venezia non bastano 34 punti complessivi della coppia Watt – Daye.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – UMANA REYER VENEZIA 73-70 (13-18, 30-38, 48-57)

TREVISO: Russell 14, Logan ,10 Cheese 5, Vildera 2, Bartoli, Imbrò 12, Chillo, Mekowulu 8, Carroll 13, Akele 9.

VENEZIA: Casarin, Stone 4, Bramos 5, Tonut 10, Daye 15, De Nicolao, Chappell 9, Mazzola 2, Cerella 3, Fotu 6, Watt 19.

Derby di ritorno per questa Supercoppa LBA, con la Reyer chiamata alla vittoria per mantenere la vetta del girone C, ma si sa questo è un derby e tutto può succedere. Partenza in sordina per entrambe le squadre, dove la preseason con i suoi carichi e una competizione con partite ogni tre giorni si fa sentire, il punteggio è basso e Venezia fa fatica a sbloccarsi, anche se una volta fatto il primo canestro prende prontamente le redini del match grazie ad un super Watt da 8 punti nel primo quarto. Treviso è imprecisa e colleziona 6 palle perse nei primi 10 minuti, tuttavia l’Umana non ne approfitta mai fino in fondo e chiude il primo tempo avanti 30-38. Al rientro dalla pausa lunga Treviso sembra più determinata, forse le strigliate di Menetti hanno sortito effetto e Russell prende per mano i suoi insieme a Carroll. La De’ Longhi rientra fino al -1 ma non sembra in grado di mettere il coperchio alla rimonta. La vera svolta si ha in apertura di quarta frazione con Imbrò e Akele, fino a questo momento sostanzialmente non pervenuti, che prendono per mano i compagni e a suon di triple e rimbalzi riescono a mettere spalle al muro una Venezia spentasi gradatamente. Il derby questa volta parla trevigiano e a nulla è valsa la super prestazione di Watt da 19 punti, 7 rimbalzi e 2 stoppate. La vittoria va a Treviso per 73 a 70 e ora la Reyer deve sperare in una sconfitta di Trieste per restare in vetta.

QUINTETTI

Treviso: Russell, Logan, Carroll, Akele e Mekowulu.

Venezia: Chappell, De Nicolao, Tonut, Mazzola, Watt.

PRIMO PERIODO: il match inizia con le polveri bagnate e dopo tre minuti il tabellone dice 3-2 Treviso grazie ad un gioco da 3 punti di Carroll, mentre per la Reyer ci pensa Chappell con un arresto e tiro dal centro area. La situazione offensiva sembra sbloccarsi nei successivi tre minuti, che portano Venezia avanti di un possesso pieno, complice una Treviso che che si accanisce sulle soluzioni individuali e perde quattro palloni (9-12, 4:00). La circolazione di palla dell’Umana è di altro livello, così come l’intensità difensiva, e una volta scesi in campo i secondi quintetti la differenza di caratura delle due formazioni si vede tutta. Al primo mini riposo il tabellone dice 13-18 per gli ospiti in maglia granataito, guidati da un ottimo Watt da 8 punti fin’ora.

SECONDO PERIODO: grazie ad un mini parziale di 4-0 la Reyer aggiorna il massimo vantaggio a quota 9 (13-22, 8:30). La De’ Longhi non segna più, infatti dopo 3 minuti ha messo a referto un solo tiro libero, dando mostra di tutte le lacune offensive di questa nuova squadra, il parziale dice 1-8 e costringe Menetti al time out (14-26). Piove sul bagnato in casa trevigiana e anche le poche azioni ben costruite non vengono coronate dal canestro, i lagunari dal canto loro non puniscono come potrebbero, sbagliando facili conclusione. E’ solo dopo 5 minuti e 15 secondi che arriva il primo canestro dal campo per la squadra della Marca e porta la firma di Carroll (16-28). Nel frattempo nell’altra metà campo Watt fa pentole e coperchi e non sazio, decide di farsi sentire anche nei pressi del proprio ferro, cancellando Russell con una veloce degna del miglior Fei. La Reyer gestisce bene il proprio vantaggio mantenendo Treviso intorno alla doppia cifra di svantaggio, ma grazie ad un gioco da 3 punti di Russell, causato da Cerella, sul finale del periodo, alla pausa lunga il vantaggio ospite si riduce ad 8 lunghezze sul 30-38.

TERZO PERIODO: la terza frazione, seppur a ritmi bassini, si apre con una serie di risposte e contro risposte a canestro. Treviso sembra più gagliarda e alza l’intensità difensiva, De Raffaele non ci pensa due volte e chiama time out (38-44, 5:30). Al rientro in campo è Russell time che mette a referto 5 punti in fila, portando il suo tabellino a quota 17 e TVB a -1 (47-48, 2:20). Stone non ci sta e suona la sveglia ai suoi con una tripla dall’angolo che dà il là ad un parziale di 1- 9 per i campioni d’Italia. All’alba degli ultimi dieci minuti conduce Venezia di 9 lunghezze sul 48-57.

QUARTO PERIODO: batte un colpo Treviso con Akele, ma soprattutto con capitan Imbrò che segna 5 punti consecutivi e riporta i suoi a due possessi di svantaggio (55-61, 7:00). Ma nell’altra metà campo è il solito Watt a prendersi le responsabilità, e con un gran movimento spalle a canestro beffa Akele, riportando i suoi a +8. La partita si fa più divertente e sono ancora Imbrò e Akele con due triple a ridare ossigeno alla rimonta trevigiana (61-63, 5:10). Il siciliano è letteralmente on fire e poco dopo segna anche la tripla del sorpasso (64-63), la Reyer è in rottura prolungata e l’anisportivo di Watt per arginare il contropiede trevigiano costringe De Raffaele al time out discrezionale (64-63, 3:42). Al rientro Cheese segna i due liberi e il seguente fade away di Carroll regala il +5 ai padroni di casa (68-63). Chappell prova ad accorciare con due liberi, ma ci pensa Akele ad annullarli con un buzzer beater dalla media. Ma 1:27 Imbrò chiede il cambio per un problema al piede destro.. Difende bene Venezia costringendo Mekowulu a forzare un terzo tempo, mentre nella metà campo offensiva ci pensano Tonut e Chappell a portare i veneziani al pareggio. Akele non ci sta e ruba due punti dal rimbalzo offensivo costringendo lo staff granata al time out per disegnare l’ultimo possesso (72-70, 00:12). Chappell riesce a guadagnare un fallo e la conseguente gita in lunetta, ma il suo 0/2 pesa come un macigno e il rimbalzo è di Imbrò, tornato provvidamente in campo, ed è il suo 1/2 dai liberi a regalare la vittoria alla De’ Longhi per 73-70.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy