SUPERCOPPA LBA GIR. C – Treviso batte un gran colpo e porta a casa il primo successo nella competizione

SUPERCOPPA LBA GIR. C – Treviso batte un gran colpo e porta a casa il primo successo nella competizione

Una dilagante Treviso ha la meglio di una spenta Trento.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 91-67 (27-16, 41-31, 69-51)

TREVISO: Russell 13, Bartoli 6, Buzzavo, Cheese 7, Faggian, Carroll 18, Akele 7, Imbrò 15, Mekowulu 4, Logan 17, Vildera 4.

TRENTO: Forray 9, Williams 15, Jovanovic 3, Ladurner, Browne 6, Mezzanotte 4, Pascolo 13, Lechthaler, Sander 11, Morgan 6.

Dopo appena tre giorni va in scena la rivincita tre Treviso e Trento, con una De’ Longhi chiamata a battere un colpo dopo le tre sconfitte consecutive. Sarà l’aria di casa, sarà la fame di vittoria o la voglia di rivalsa, ma quella che scende in campo oggi sembra un’altra squadra, con un piglio assai diverso da quello visto fin’ora.

Pronti via e Russell segna il primo canestro del match, al quale risponde immediatamente Morgan con la tripla dall’angolo (2-3, 9:00). La partita viaggia su ritmi vivaci come testimonia il tabellone, che dopo quattro minuti di gioco dice 11-8 per i padroni di casa. nei successivi 90 secondi la De’ Longhi dà una prima accelerata e con un parziale di 7- costringe Brienza al time out (18-9). Al rientro Mezzanotte prova a metterci una pezza, segnando indisturbato in contropiede su una dormita difensiva di TVB. Sembra l’inizio di una rimonta trentina, complici anche un Logan overconfident che torna a sparacchiare dopo un ottimo avvio e l’accanimento con le iniziative personali. Ma Treviso regge bene e riporta il vantaggio i doppia cifra grazie ad un controparziale di 5-0. Alla prima sirena il punteggio vede avanti i padroni di casa per 27-16.

In apertura di seconda frazione Treviso ritocca il massimo vantaggio a quota 14 (30-16) e si mantiene in controllo del match. La De’ Longhi sembra prendersi qualche giro di pausa e Trento accorcia fino al -7 dimezzando lo svantaggio, ma qui che TVB fa vedere di non essere la squadra delle uscite precedenti e con i suoi esterni riporta il vataggio in doppia cifra. La seconda frazione è sicuramente meno spumeggiante, ma si apprezzano anche buone cose nelle rispettive metà campo difensive. Alla pausa lunga il punteggio è sul +10 casalingo a quota 41-31.

Alla ripresa Treviso accelera forte, scacciando via i fantasmi del terzo quarto dell’andata, grazie ad un super Carroll da oltre l’arco. Ma la vera nota positiva di questa frazione per coach Menetti è sicuramente l’elevato livello difensivo che finalmente i suoi mettono in campo. TVB vola presto a +20, nuovo massimo vantaggio conquistato da un gioco da 3 punti di Imbrò causato da Forray. Nell’ultimo minuto prima dell’ultima pausa la Dolomiti tenta con l’orgoglio di rientrare e con Morgan raccimola un parziale di 5-0, ma il secondo gioco da 3 punti di imbrò rispedisce immediatemente al mittente il tentativo trentino. All’alba dell’ultimo periodo i giochi sono già fatti con il tabellone sul 69-51 per TVB.

L’ultima frazione è puro garbage time con il vantaggio trevigiano a dilatarsi oltremodo. Menetti lascia spazio anche a tutti i suoi babies chiudendo il match con due classe 2002 e un classe 2003 fino al suono della sirena finale. Vince Treviso 91-67 lasciando trasparire per la prima volta il suo potenziale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy