SUPERCOPPA LBA, Gir. D – Brindisi dilaga nella ripresa e vince sulla Virtus

La Virtus regge due quarti, poi cede ad una Happy Casa che prende il largo e ha vita facile nella ripresa.

di Gianluca Rota

Ultima giornata del girone D per la Eurosport Supercoppa. Al GeoVillage di Olbia va in scena la sfida tra Happy Casa Brindisi e Virtus Roma. Gli uomini di Frank Vitucci sono ancora in corsa per l’accesso alle Final Four ma devono, oltre che vincere su Roma, sperare in varie combinazioni di risultato nel match tra Sassari e Pesaro. La squadra allenata da Piero Bucchi, invece, si è presenta a questo primo ufficiale impegno stagionale con un roster più che rimaneggiato,dando spazio ai più giovani. Ricordiamo che, Brindisi arriva da una convincente vittoria ottenuta su Pesaro, mentre, la Virtus è reduce dalla sconfitta contro la Dinamo Sassari.

Gara in equilibrio fino ai primi 20′; nel secondo tempo, Brindisi scappa via e Roma deve soccombere alle maggiori rotazione a disposizione di coach Vitucci. Per i pugliesi da segnalare un Harrison top scorer da 21 punti, mentre per i capitolini ottimo esordio per Beane che mette a segno 15 punti.

PRIMO QUARTO:  

Primi 10’ a ritmi lenti per entrambe le squadre. Gaspardo mette i primi punti della gara dalla lunetta, risponde Robinson per i capitolini. Il primo canestro dal campo per i pugliesi arriva da Thompson con un comodo appoggio, segue Harrison con la prima tripla del match. Brindisi sembra subito voler prendere il largo ma Roma non è d’accordo. Con Evans e Robinson la Virtus riesce a mantenersi a contatto; la Happy Casa si affida, invece, alle giocate sotto i tabelloni di Krubally. Così facendo, il primo periodo si chiude con un leggero vantaggio per i pugliesi, 19-13.

SECONDO QUARTO:  

Sulla falsa riga del primo quarto, anche questi secondi 10’ minuti regalano una partita piuttosto frammentata. La formazione di Vitucci trova sviluppo in attacco con il duo Zanelli-Harrison, ma, deve fronteggiare una Virtus particolarmente agguerrita su entrambi i lati del campo. Anthony Beane è l’elemento di novità per coach Piero Bucchi; la combo-guard entra nel rettangolo di gioco con il piglio giusto, finirà come top scorer dei primi 20’, e Roma arriva a impattare la partita sul 27-27. Si prosegue con una serie di tecnici che sicuramente, non rappresentano un vantaggio per la godibilità del match. A fine periodo, Brindisi riprende un piccolo vantaggio sui capitolini, grazie ai canestri del solito Harrison e alla schiacciata finale di Willis. Dopo i primi 20′, il tabellone recita 39-33 per la Happy Casa.

TERZO QUARTO:    

Al rientro dall’intervallo lungo si ha la svolta della gara. I biancazzurri alzano l’intensità su entrambi i lati del campo, inducono a delle palle perse gli avversari e correndo bene il campo  allungano sul +13, 49-36. La Virtus prova a reagire i suoi americani ma, il match sembra in pieno controllo per i pugliesi. Il parziale di 14-0 è quello che pone fine, almeno virtualmente, alle speranze di rimonta dei giallorossi. 71-45 è il punteggio a favore degli uomini di Vitucci.

ULTIMO QUARTO: 

In questi ultimi 10′ minuti, entrambi i coach danno ampio spazio ai giovani. Ormai è garbage time, con la gara che non ha più nulla da chiedere. Da riportare, sicuramente, le buone iniziative prese dai giovani Iannicelli e Titic per Roma. Per quanto riguarda Brindisi, gloria per il giovane Guido e per il lungo Cattapan. Il match si conclude con il punteggio di 98-62.

HAPPY CASA BRINDISI – VIRTUS ROMA 98-62  ( 19-13, 20-20, 32-12, 27-17)

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Krubally 8, Zanelli 11, Harrison 21, Visconti 15, Gaspardo 5, Thompson 2, Cattapan 2, Guido 6, Udom 6, Bell ne, Perkins 11, Willis 11. All. Vitucci

VIRTUS ROMA: Hadzic, Beane 15, Baldasso, Cervi 6, Telesca 5, Ticic 7, Robinson 9, Evans 10, Nizza, Iannicelli 6, Jovanovic 4. All. Bucchi.

BASKETINSIDE MVP: D’Angelo Harrison

PROGRESSIVI: 19-13, 39-33, 71-45, 98-62

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy