Supercoppa LBA – La Fortitudo Bologna si arrende in casa contro Reggio Emilia

0

Torna a casa la Fortitudo, al Paladozza, davanti al suo pubblico (anche se ristretto a causa della normativa sanitaria) dopo tanto tempo: un ritorno emozionante per chi è tornato dopo tanto a sedere sugli spalti, ma poco soddisfacente sul parquet, dove la squadra di coach Repesa viene sconfitta per 67-80, recuperando nel finale di quarto un considerevole svantaggio. Nonostante un primo quarto davanti per i padroni di casa, Reggio Emilia prende in mano il pallino del gioco nel secondo quarto trovando punti e aumentando il proprio vantaggio. Uno scatenato Olisevicius, trascinato da uno straripante Thompson guidano ad una meritata vittoria i biancorossi, decisamente più in partita rispetto ai biancoblu. Nella Effe i migliori per punti sono Richardson, Benzing, Aradori (sopra la doppia cifra) e Ashley, decisivo nel primo quarto ma poco costante nei successivi. Una sconfitta che arriva dopo quella contro Venezia, con qualche segnale positivo in più, ma con ancora qualcosa da migliorare per la squadra bolognese.

Un primo quarto di studio per le due squadre che nei primi minuti di gioco trovano difficoltà nell’andare a canestro. A sbloccarsi è la squadra di casa con Procida (uno dei migliori per la Effe) e coadiuvato da Benzing. Reggio tiene il passo con Thompson e con le due triple di Crawford: a 2’ dalla fine i biancorossi sono avanti per 15-16 grazie ad una tripla con fallo fischiato a Strautins (che sbaglia il libero supplementare). Ad accendersi nel finale per i biancoblu è Ashley (8 punti per lui) che porta la Effe sul 21-18 chiudendo così il quarto.

Il secondo quarto si apre con un parziale di 6-0 per Reggio Emilia che si porta avanti sul 21-25, costringendo Repesa a chiamare un time out. La Fortitudo cerca di tornare in campo più motivata rosicchiando qualche punto, ma il pallino del gioco resta in mano agli avversari: a 4’ dalla fine Reggio è avanti per 25-34. Dopo il secondo time out la Effe trova ancora difficoltà nel trovare punti a canestro, con una Reggio sempre pronta ad approfittarne: la tripla di Baldi Rossi e i liberi di Candi dicono 26-41 per Reggio. Nel finale Gudmundsson e Mancinelli (che vede fischiarsi un fallo tecnico per proteste) rosicchiano qualche punto prima della fine: il finale di primo tempo vede Reggio avanti per  30-42.

Nel terzo quarto la Fortitudo prova a risalire la china ma Reggio è ancora padrona del gioco: a 5’ dalla fine gli ospiti sono avanti per 34-59 con i punti di uno scatenato Olisevicius, Hopkins e la tripla di Johnson. La Fortitudo prova ad avvicinarsi a canestro con enorme difficoltà; i pochi punti arrivano con l’aiuto ai liberi di Aradori e Benzing.  Al gioco da quattro di Thompson prova a rispondere da tre Richardson ma la sostanza non cambia: a 1’ dalla fine la squadra di coach Caja, dopo la tripla di Candi, è davanti per 40-67.  Il finale di quarto recita, dopo la tripla di Benzing, 44-70 per Reggio Emilia.

L’ultimo quarto vede i padroni di casa provare a trovare punti ridurre lo svantaggio e con una Reggio Emilia sempre ben posizionata e organizzata. Le triple nel finale di Baldasso e Richardson aiutano la Effe nel recuperare lo svantaggio, mostrando buoni segnali per il futuro. Il finale del match vede Reggio Emilia vincere per 67-80.

MVP Basketinside: Osvaldas Olisevicius

Fortituto Bologna: Ashley 8, Gudmundsonn 5, Aradori 13, Mancinelli 2, Pavani 0, Procida 5, Benzig 11, Manna 0, Richardson 10, Baldasso 6, Groselle 7

Unahotels Reggio Emilia: Thompson 24, Hopkins 8, Candi 11, Baldi Rossi 5, Strautins 3, Crawford 6, Cinciarini 0, Johnson 0, Olisevicius 19, Bonacini 0, Diouf 4

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here