Poeta guida Torino, la Fiat si abbatte su Cantù

Hollins sorprende, Okeke parte in starting five ed annulla Dowdell, il tutto sotto la direzione di Peppe Poeta.

di Fabio Gentile

Che oggi Torino potesse vincere con Cantù senza 6 giocatori non era quasi immaginabile, invece ne è scaturita una prestazione con un’intensità tale da annichilire la MIA. Il giovane Okeke parte in starting five e prende in consegna Dowdell annullandolo per tutto l’incontro, infatti solo all’uscita per 5 falli di Okeke Dowdell segna 5 dei suoi 9 punti. Il neo arrivato Hollins è molto meglio di quello che si prospettava, con Poeta è subito feeling ed alla fine chiude con 12 punti e 17 di valutazione. DJ White ritorna in campo dopo l’infortunio e torna subito in doppia cifra. Alibegovic chiude la sua striscia negativa e va anche lui in doppia cifra realizzando le bombe che spegnevano le speranze ospiti. Ma il protagonista del match è stato proprio “Peppe Nazionale”: il capitano resta in campo 34 minuti e dirige con maestria l’attacco di casa elargendo 11 assist. Alla fine a sorprendere è stata la coralità di una squadra che pur senza il 50% dei titolari si è ulteriormente compattata interrompendo la striscia positiva di Coach Recalcati e rilanciandosi ulteriormente per i playoff.

QUINTETTI INIZIALI:

TORINO: Wilson, Harvey, Poeta, Hollins, Okeke

CANTU’: Cournooh, Pilepic, Calathes, Dowdell, Johnson

LA CRONACA:

PRIMO QUARTO: esordio in starting five per Okeke; Hollins vince la sua prima palla a due in maglia gialloblu e subito dopo realizza i suoi primi due punti; il primo break del match è della FIAT che si porta a +6 a metà quarto con una bomba di Poeta; grande intensità dei padroni di casa che con tutti e 5 i giocatori a referto si porta sul 17-9 a 4’ da fine quarto portando Recalcati al primo timeout della gara; Torino spinge sull’acceleratore e si porta in doppia cifra di vantaggio, 20-9; ovazione per il doppio cambio ParentePoeta e WhiteHollins; il quarto si chiude con i padroni di casa avanti 25-11 ed una MIA Cantù annichilita.

SECONDO QUARTO: dopo 3 minuti, sul 29-16, triplo cambio per entrambe le panchine e subito terzo fallo di Okeke, timeout per Vitucci mentre irrompono i sostenitori ospiti al PalaRuffini; Poeta ed Hollins si trovano a meraviglia ed arriva il secondo alleyoop (+ fallo), poco dopo Okeke strappa un rimbalzo d’attacco, segna e subisce fallo da Parrillo mandando in visibilio i tifosi di casa, 38-22 a 4’ dall’intervallo lungo; la seconda bomba consecutiva di Alibegovic costringe Recalcati ad un nuovo timeout sul 41-25; Alibegovic arriva in doppia cifra ed Hollins porta a +20 la FIAT dalla lunetta; si va al riposo sul 48-32. Hollins 12 pt, Alibegovic 10; Poeta 7 assist.

TERZO QUARTO: parziale di 9-2 e la FIAT allunga a +23, 57-34 dopo 3’; Torino respinge ogni attacco di Cantù, ogni minibreak viene ribaltato con carattere dagli uomini di Vitucci, solo Darden sembra provare a spingere avanti i suoi, ma il quarto si chiude con la FIAT avanti di 16 sul 67-51.

ULTIMO QUARTO: Subito due bombe di Pilepic e la MIA va a -10 in un amen, Vitucci chiama subito timeout; le triple di Alibegovic e Poeta rispingono Cantù a -16 (75-59) ed a 6’ dal termine Recalcati chiede timeout; standing ovation all’uscita per il suo quinto fallo di David Okeke, strepitoso in difesa su Dowdell per tutto l’incontro; Torino ha dato tutto quello che poteva dare ed a 4’ dal termine inizia a giocare col cronometro, la tripla di Harvey porta le squadre sull’83-66 e Recalcati ad un nuovo timeout; 87-76 è il risultato finale di una partita giocata con un’intensità straordinaria da parte dei padroni di casa che ha sorpreso Cantù.

FIAT Torino – MIA Red October Cantù 87-76

PARZIALI: (25-11 / 48-32 / 67-51)

MVP Basketinside Peppe Poeta, stoico gioca 34 minuti dirigendo magistralmente l’orchestra gialloblu (16 pt, 11 assist, 5 rimbalzi, 26 di valutazione)

TABELLINO:

TORINO: Wilson 7 (10 rb), Harvey 18, White 13, Parente 3, Alibegovic 13 (6 rb), Poeta 16 (11 assist), Cuccarolo ne, Hollins 12, Okeke 5, Vitale ne, Crespi ne. – All. Frank Vitucci

CANTU’: Acker 10 (8 rb), Ballabio ne, Cournooh 3, Baparapè ne, Parrillo 6, Pilepic 14, Calathes 3, Callahan 4, Darden 14, Dowdell 9, Quaglia 5, Johnson 8. – All. Carlo Recalcati

Foto di Marco Magosso – Alessandro Vezzoli

Poeta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy