Trento domina contro Brindisi e si prende il quinto posto

0

Posticipo della 25esima giornata che vede la settima vittoria nelle ultime otto partite dell’Aquila e, soprattutto, il quinto posto solitario in classifica. Brindisi cade alla BLM Group Arena e non riesce a staccare ulteriormente la zona retrocessione. Trento parte a razzo nel primo quarto, ma Brindisi resta in partita per i primi 10′, salvo poi cadere sotto i colpi dei bianconeri nella seconda frazione, durante la quale Sutton diventa il primo giocatore dell’Aquila a tagliare il traguardo dei 500 rimbalzi in Serie A. Nella ripresa, i pugliesi provano la disperata rimonta più volte, ma senza mai riuscire a tornare sotto i 9 punti di margine.
Dolomiti Energia Trentino 85-68 Happy Casa Brindisi
Parziali: 21-15; 25-15; 16-23; 23-15.
Trento: Forray, Shields, Sutton, Silins, Hogue.
Brindisi: Moore, Suggs, Smith, Tepic, Lydeka.
Trento parte fortissimo, imponendo da subito il proprio gioco e nel giro di 3′ si porta avanti 10-0 sulle ali dell’entusiasmo, con Hogue dominante a centro area e Shields pericoloso in penetrazione. Lydeka e Moore riescono a sbloccare il punteggio per Brindisi, ma Gomes dalla lunga e Sutton schiacciando mantengono le distanze sul 15-3. Brindisi, però, con il passare dei minuti scaccia la timidezza: Smith realizza e Giuri manda a referto due triple molto importanti, così i pugliesi riescono a chiudere sotto solo di 6 la prima frazione, sul 21-15.
m
Il secondo periodo comincia con il marchio Shields ben visibile: tripla immediata e nono punto personale per l’americano, ma subito dopo Hogue commette il proprio terzo fallo ed è costretto ad abbandonare momentaneamente il campo, costringendo coach Buscaglia a gestire le rotazioni dei lunghi per tutta la partita. Con Gomes e Flaccadori, Trento riesce a gestire il punteggio, nonostante le buone giocate di Donta Smith e Marco Giuri, e OJ Silins mette la tripla che riporta l’Aquila al massimo vantaggio a quota 33-21 a metà della seconda frazione. Brindisi reagisce immediatamente: con la difesa a zona e i canestri di Suggs, Cardillo e Iannuzzi in un minuto gli ospiti tornano a -6. Il timeout chiamato da Buscaglia per fermare la rimonta, però, sortisce l’effetto sperato e, con la tripla di Silins e le giocate di energia di Sutton  – prima con il rimbalzo (500esimo in Serie A) offensivo e poi con la schiacciata – , la Dolomiti Energia trova il nuovo massimo vantaggio sul 40-27. Si accende la partita: l’americano si vede fischiato un fallo tecnico, ma Moore sbaglia il tiro libero e Forray anticipa sulla rimessa, subisce fallo antisportivo e converte i due liberi per il +15. In chiusura del quarto Lydeka riesce a concretizzare un buon assist di Giuri che premia il suo taglio sul pick&roll, ma Gomes e Forray mandano le squadre negli spogliatoi sul 46-30.
Nel terzo quarto Suggs e Moore ricuciono pian piano il margine, mentre il capitano della Dolomiti Energia pensa a non farlo accorciare troppo con un paio di soluzioni personali. Brindisi continua a rincorrere. Shields e Sutton da una mare e Mesicek dall’altra tengono il margine stabile, fino a che a fine del parziale Marco Giuri piazza due conclusioni dalla lunga che riportano i brindisini sotto la doppia cifra di vantaggio, sul 60-51. Sutton schiaccia con la sua solita potenza, ma Mesicek riporta i suoi sul -9 e il terzo periodo termina 62-53.
Nell’ultimo parziale è di nuovo Trento a fare la voce grossa con Gomes e Sutton, protagonisti di diverse giocate personali e anche di un alley oop alzato in contropiede dallo statunitense per il portoghese, che vale il 72-56. Brindisi accorcia ancora, dopo che Sutton e Forray sprecano dalla lunetta, e con Suggs ritrovano il -10, ma subito Shields penetra e segna il canestro dell’80-68, battendo in penetrazione Tepic a 2′ dalla fine. Poco dopo Forray fa 2 su 2 ai liberi e mette virtualmente fine alla gara, facendo partire i cori della BLM Group Arena. La tripla di Beto Gomes vale l’85-68 finale.
Tabellini
Trento: Doneda, Sutton 16 (12 rimbalzi), Silins 10, Shields 22, Gomes 16, Forray 14, Gutiérrez, Hogue 4, Franke, Czumbel ne, Flaccadori 3, Lechtaler ne.
Brindisi: Giuri 14, Suggs 8, Tepic 2, Smith 13, Cardillo 1, Donzelli ne, Lydeka 9, Sirakov ne, Moore 10, Iannuzzi 6, Mesicek 5.
MVP Basketinside.com: Shavon Shields: la guardia americana ha giocato 34 minuti di pura energia, concludendo sempre bene al ferro e chiudendo con 22 punti personali frutto di un ottimo 8/13 dal campo e 3/3 dalla lunetta.